10 attrazioni turistiche di prim'ordine a Sfax

La vivace Sfax è uno dei maggiori centri commerciali della Tunisia e la seconda città più grande del paese.

Sebbene non abbia le attrazioni sabbiose e la moltitudine di cose da fare offerte da altre città tunisine, Sfax è pronta per visitare la città ed è un luogo ideale per ammirare la cultura locale tunisina, con una bellissima area della medina murata da esplorare.

È anche una buona base per gite di un giorno. Se stai cercando cose da fare, l'architettura unica di Matmata è facilmente raggiungibile da qui, così come le tranquille isole Kerkennah e la gloria romana di El Djem.

Scopri cosa fare e dove andare con il nostro elenco delle principali attrazioni di Sfax.

1. Medina

Bastioni della medina di Sfax

Costruito per la prima volta nel 1306, il gigantesco portale principale (noto come Bab Diwan ) nella medina è uno dei punti di interesse più importanti di Sfax.

Nel corso della sua lunga storia è stata molto rimaneggiata, quasi completamente distrutta dai bombardamenti del 1943 e successivamente ricostruita nella sua forma originaria.

La medina di Sfax è relativamente piccola, misura solo 400 metri per 500 ed è racchiusa da un circuito di mura ben conservato.

Le originali mura in mattoni di fango furono realizzate dagli Aghlabidi nel IX secolo e furono fortemente fortificate nel XII secolo. La kasbah all'angolo sud-ovest delle mura fu aggiunta nel XVII secolo.

Insolitamente, rispetto alle medine di Tunisi e Sousse, le strade qui sono disposte a griglia, presumibilmente ereditata dalla città romana.

La medina di Sfax rimane una scena molto locale ed è uno dei posti migliori da visitare per vedere il contrasto con le medine più turistiche, come a Sousse.

Qui troverai vicoli di laboratori artigianali tradizionali e strade affollate di suk che soddisfano le esigenze alimentari locali con macellai, fornai e prodotti freschi.

La Grande Moschea si trova praticamente proprio nel centro della medina, rendendo facile orientarsi mentre esplori i vicoli. Da qui, il Souk El Rbaa , pieno di artigianato e bancarelle di abbigliamento tradizionale, corre verso nord fino all'area principale del souk (mercato).

Sistemazione: dove alloggiare a Sfax

2. Museo Dar Jellouli

Museo del Folklore (Dar Jellouli) | D@LY3D / foto modificata

Dar Jellouli è il momento clou di una passeggiata all'interno della medina di Sfax.

Questo palazzo a due piani, risalente al 18° secolo, è stato perfettamente restaurato ed è un meraviglioso esempio di architettura tradizionale della medina.

Un tempo dimora di una ricca famiglia di mercanti andalusi, le stanze di Dar Jellouli sono costruite attorno a un cortile interno, finemente decorato con piastrelle e cornici di porte e finestre intagliate in pietra di Gabès e circondate da archi a ferro di cavallo.

Le sale sono ora sede di mostre che ritraggono la vita quotidiana tradizionale tunisina e comprendono vestiti, gioielli, mobili in legno e oggetti di uso quotidiano.

Posizione: Rue Ahmet Bey, medina di Sfax

3. Museo Archeologico

Mosaico nel Museo Archeologico | Dennis Jarvis / foto modificata

Il piano terra dell'edificio Municipalité (Municipio) di Sfax ospita il piccolo ma interessantissimo Museo Archeologico della città, che custodisce reperti di antichità puniche, romane e bizantine.

La maggior parte delle persone viene qui per vedere la collezione di mosaici, che comprende opere d'arte musive portate alla luce dai siti archeologici locali di Thyna (l'antica Thaenae), Taparura e La Skhira.

Il pezzo più famoso del museo è il mosaico Daniele nella fossa dei leoni , datato V o VI secolo e noto per la sua raffinata arte. Assicurati anche di vedere il mosaico Ennio Circondato dalle Muse del III secolo.

Indirizzo: Avenue Habib Bourguiba

4. Tina

Il sito dell'antica Thaenae (Thyna) era l'avamposto più a sud-est del territorio cartaginese.

Appena a sud della città iniziava la Fossa Regia, costruita dai romani nel 146 aC per segnare il confine tra la provincia romana e il regno di Numidia.

Gli scavi qui hanno portato alla luce i resti di vari edifici del IV e V secolo, tra cui terme, abitazioni e una chiesa cristiana.

Ad est del sito si trova una necropoli centrata attorno a un mausoleo ottagonale.

Ubicazione: 11 chilometri a sud-ovest di Sfax

5. Grande Moschea

Grande Moschea | Dennis Jarvis / foto modificata

Al centro della medina di Sfax sorge la Grande Moschea, fondata nell'849 d.C. e ricostruita nel X e XI secolo. Fu finalmente terminato nel 1759 sotto il dominio ottomano.

I non musulmani possono entrare nel cortile interno purché siano vestiti in modo modesto.

In fondo al cortile si trova la sala di preghiera a nove navate con volte sostenute da colonne antiche.

Il grazioso minareto è formato da tre sezioni successivamente più piccole e riccamente decorato con iscrizioni cufiche e fasce ornamentali.

Indirizzo: Rue de la Grande Moschea, Medina

6. Città Nuova

Città Nuova | Dennis Jarvis / foto modificata

Il nuovo quartiere della città di Sfax (ville nouvelle in francese) si trova tra il porto e la medina .

Fu costruito durante il protettorato francese, anche se ora sopravvivono solo pochi edifici del periodo coloniale. Uno dei più caratteristici è il municipio (Place de la République), costruito in stile neomoresco con un'alta torre a forma di minareto.

Da qui, dirigiti più a est lungo l'Avenue Habib Bourguiba fino all'antico edificio del Consolato francese , con la sua grandiosa facciata in mattoni di fine Ottocento.

Il quartiere della città nuova di Sfax è un ottimo posto dove venire per provare la cultura dei caffè della città, in particolare in prima serata, quando a volte sembra che tutti in città siano qui a passeggiare lungo la strada principale.

7. Chaffer Beach

Chaffer Beach

Per un'esperienza sulla spiaggia locale, Plage de Chaffer è imbattibile. Questa bellissima striscia di sabbia, a circa 25 chilometri a sud-ovest di Sfax, è molto frequentata dalla popolazione di Sfax e nei fine settimana diventa un vivace e vivace centro di divertimento in famiglia.

Molti venditori ambulanti vendono snack e bibite, e troverai anche lettini e ombrelloni.

Se stai cercando una spiaggia tranquilla, questa probabilmente non è la zona di sabbia per te, ma se vuoi vedere come la gente del posto trascorre una giornata in spiaggia, completa di partite di calcio e picnic, hai vieni nel posto giusto.

8. Mercati

mercati | Dennis Jarvis / foto modificata

Gli acquirenti si divertiranno a curiosare nei colorati quartieri del mercato di Sfax. Nella medina , tra la Grande Moschea e la porta settentrionale (conosciuta come Bab el Djebli ) si trova il quartiere del suk della città vecchia.

Molti negozi vendono qui le famose ceramiche dipinte a mano dai colori vivaci della Tunisia, oltre a ricami locali, articoli in pelle e lavori in metallo.

Fuori dalle mura della medina c'è l'area del New Market , dove la gente del posto viene a fare shopping. C'è di tutto qui, dai prodotti freschi ai ninnoli di plastica, ed è molto divertente per osservare le persone e per fare un affare o due.

9. Matmata

Matmata

Il villaggio trogloditico più visitato della Tunisia, Matmata è diventato famoso dopo che le scene di Star Wars: Episodio IV Una nuova speranza sono state girate nelle esclusive case sotterranee del villaggio e intorno al paesaggio craterizzato qui.

Gli abitanti si recarono prima sottoterra per cercare riparo dal sole, scavando nel terreno fosse circolari di circa 12 metri di diametro e profonde tra sei e 12 metri, e scavando alloggi scavati nella roccia circostante.

Molte di queste vecchie case sono ora disabitate e la maggior parte degli abitanti del villaggio vive nella nuova città di Matmata Nouvelle, a 15 chilometri di distanza.

Alcune delle case tradizionali ora funzionano come hotel e musei molto semplici e possono essere visitate da turisti e turisti.

Matmata si trova a circa 200 chilometri a sud di Sfax.

10. Isole Kerkennah

Palme su una spiaggia delle isole Kerkennah

Le isole Kerkennah si trovano al largo della costa tunisina, tra 20 chilometri e 40 chilometri a est di Sfax.

L'arcipelago è composto da sette isole con solo le due principali ( Gharbi e Chergui ) disabitate.

Gli abitanti dell'isola si guadagnano da vivere principalmente pescando, facendo immersioni con le spugne e vendendo i loro prodotti artigianali.

Le spiagge sabbiose, la maggior parte ancora poco frequentate, offrono ottime condizioni per le immersioni.

Da Sfax ci sono, a seconda della stagione, da due a cinque traghetti giornalieri per le isole.

Mappa Sfax – Attrazioni (Storiche)