10 migliori attrazioni e cose da fare a Meknes

La maggior parte delle persone si ferma a Meknes semplicemente per fare un viaggio a Volubilis, il più famoso sito di epoca romana del Marocco e una delle principali attrazioni turistiche storiche del paese.

Coloro che decideranno di soffermarsi in città dopo aver visitato le rovine saranno premiati. Meknes è una delle città imperiali del Marocco e offre un'esperienza medina più rilassata rispetto a Marrakech e Fes.

La natura accomodante di Meknes significa che è anche uno dei posti migliori da visitare e fare base se vuoi fuggire dal trambusto di Fes. La breve (e regolare) rete ferroviaria tra Meknes e Fes consente di visitare Fes interamente con gite di un giorno da qui.

Nella stessa Meknes, l'architettura della medina, la grandiosa porta di Bab el-Mansour e l'abbagliante Mausoleo di Moulay Ismail sono tre delle principali attrazioni. Questa è anche la base più vicina alla località di pellegrinaggio in cima alla collina di Moulay Idriss, uno dei villaggi più belli di questa regione.

Trova altre idee turistiche con il nostro elenco delle principali attrazioni e cose da fare a Meknes.

Vedi anche: Dove alloggiare a Meknes

Nota: alcune attività potrebbero essere temporaneamente chiuse a causa di recenti problemi di salute e sicurezza a livello globale.

1. Passeggia tra le rovine romane di Volubilis

Le rovine di Volubilis

Le antiche rovine romane di Volubilis, a circa 29 chilometri da Meknes, sono la principale attrazione turistica di Meknes.

Questo è il residuo romano più famoso del Marocco e per una buona ragione. Seduti in cima a una collina, con la campagna sottostante, le colonne sopravvissute e i frammenti del tempio di Volubilis sono un sito impressionante e di forte atmosfera.

Sebbene molto di ciò che è stato portato alla luce qui sia ora in mostra nel Museo Archeologico di Rabat, molti degli splendidi e intricati mosaici pavimentali nelle grandiose ville romane di Volubilis sono stati lasciati in situ, dandoti un assaggio della grandezza della ricca vita romana.

Il periodo di massimo splendore della città fu il 24-285 d.C., quando servì come capitale della provincia romana e la maggior parte delle rovine risalgono a questo periodo di prosperità.

Di particolare interesse sono la Casa di Orfeo, la Casa dell'Atleta e la Casa delle Fatiche di Ercole, con i loro mosaici particolarmente ben conservati.

Volubilis si trova a 32 chilometri a nord di Meknes.

2. Fotografa i vicoli dipinti a pastello di Moulay Idriss

moulay idriss

Fondata nel 788 d.C., la città santa di Moulay Idriss prende il nome dal santo più venerato del paese e pronipote del profeta Maometto, che fondò il primo stato marocchino.

La città è costruita sugli speroni rocciosi delle colline Khyber e Tazga, a circa 29 chilometri a nord di Meknes, con gli edifici che cadono drammaticamente lungo i pendii.

Per i fedeli, questo è un importante centro di pellegrinaggio e una festa religiosa annuale ad agosto attira migliaia di persone che piantano le loro tende in giro per la città.

Sebbene i non musulmani non possano entrare nei santuari della città, puoi passeggiare attraverso la medina (città vecchia), con i suoi vicoli tutti lavati in tonalità pastello, fino ai sentieri collinari sopra e ottenere splendide viste sui tetti dell'intero insediamento.

Moulay Idriss si trova sulla stessa strada di Volubilis, quindi può essere facilmente visitato sia sulla strada che dalle rovine.

3. Ammira l'arte di Bab al-Mansour

Bab al-Mansour

Bab al-Mansour è la porta principale tra la medina di Meknes e i quartieri della Città Imperiale.

È una struttura immensa e finemente dettagliata che molti esperti di architettura proclamano come uno dei migliori esempi di porte sopravvissute del Nord Africa. Terminato nel 1732, fu costruito dal sultano Moulay Ismail (sebbene completato dopo il suo regno).

L'intricato dettaglio architettonico della porta include un uso sontuoso di piastrelle zellige e lavori di intaglio della pietra.

Oggi il cancello non è effettivamente aperto. Invece entri ed esci tra la medina e la Città Imperiale attraverso un cancello laterale vicino, molto più piccolo. Ciò ti consente di ammirare appieno l'arte di Bab al-Mansour inascoltata dal traffico.

Indirizzo: Place el-Hedim, Meknes

4. Visualizza il Mausoleo di Moulay Ismail

Mausoleo di Moulay Ismail

Questo mausoleo sontuosamente decorato fu costruito per ospitare la tomba del sultano Moulay Ismail, che fece di Meknes la sua capitale imperiale nel XVII secolo.

Moulay Ismail è uno dei sovrani più famosi del Marocco. Fu sotto il suo regno che nacque il Marocco, come lo conosciamo oggi, poiché riuscì a riprendersi il territorio sia dagli inglesi che dagli spagnoli.

L'interno della tomba è una vetrina della gloriosa esuberanza della decorazione religiosa marocchina con intricate piastrelle, decorazioni in stucco e pietre scolpite.

L'attuale moschea non è aperta ai non musulmani, ma puoi entrare nelle parti esterne del complesso ed entrare nella sala della tomba stessa, che è la principale attrazione dell'edificio.

Togliti le scarpe entrando, indossa abiti modesti e non dimenticare di dare la mancia al tutore.

Ubicazione: quartiere della Città Imperiale, Meknes

5. Perditi nella Medina di Meknes

Edifici colorati nella Medina di Meknes

La medina di Meknes (Città Vecchia) è un luogo vivace e vivace, pieno di suk dello shopping locali e vicoli tortuosi.

L'ingresso principale è attraverso Place el-Hedim, una versione più piccola e meno caotica di Djemaa el-Fna di Marrakech.

Per gli amanti dello shopping, questo è un terreno di caccia privilegiato, con il Souk Najarine che offre numerose bancarelle di tessuti e il Souk Sebbat che ospita molti negozi di artigianato tradizionale marocchino, oltre a vestiti e le famose pantofole del Marocco.

Dovresti essere in grado di ottenere prezzi migliori qui per l'artigianato rispetto a Marrakech.

La Grande Moschea del XII secolo, con il suo caratteristico tetto di tegole verdi, si trova proprio nel cuore della medina, rendendo la navigazione facile.

La medina è ancora racchiusa dalle sue mura fatiscenti, che in alcuni tratti sono ancora completamente in piedi. Furono costruiti durante il regno del sultano Moulay Ismail, quando fece di Meknes la sua capitale.

Ubicazione: ingresso principale fuori Place el-Hedim, Meknes

6. Esplora l'architettura della città imperiale

Città imperiale

Il quartiere della Città Imperiale di Meknes ha molte interessanti rovine antiche da esplorare, la maggior parte risalenti al regno del sultano Moulay Ismail, quando Meknes visse il suo periodo di massimo splendore come capitale del Marocco.

La maggior parte dei visitatori è qui per vedere il Mausoleo di Moulay Ismail, ma se hai tempo, vale la pena passare più tempo qui.

La piazza principale, una volta varcata la grande porta di Bab el-Mansour, è Place Lalla Aouda. Da qui, è una breve passeggiata per il Koubat Al Khayatine. Questo è il vecchio edificio dell'ambasciatore della città e oggi parte dell'edificio è aperta al pubblico, con una piccola mostra fotografica su Meknes.

Dietro l'angolo c'è il Mausoleo di Moulay Ismail. Accanto al mausoleo si trova il palazzo in rovina del XVII secolo di Moulay Ismail noto come Dar el-Kebir.

Ubicazione: ingresso principale fuori Place el-Hedim, Meknes

7. Visita il Museo dell'Arte Marocchina (Dar Jamai)

Museo d'Arte Marocchina (Dar Jamai)

Il Dar Jamai fu costruito nel 1882 come residenza dell'illustre famiglia Jamai e fu convertito nel Museo d'Arte Marocchina nel 1920.

Il museo conserva la ricca decorazione tradizionale del legno dipinto e dell'intonaco scolpito che erano svolazzi interni popolari per le classi superiori marocchine del XIX secolo. C'è anche uno squisito giardino in stile andaluso all'esterno.

Il museo è dedicato alle arti e ai mestieri della regione e ci sono meravigliosi esempi di lavorazione del ferro battuto e intaglio del legno.

Una delle stanze è presentata come un tipico esempio di sala di ricevimento marocchino della fine del XIX secolo, che ti darà un'idea di come vivevano i ricchi di Meknes durante questo periodo.

Indirizzo: Place el-Hedim, Meknes

8. Salita sul tetto della Medersa di Bou Inania

Medersa Bou Inania

Questa bellissima medersa (scuola islamica di apprendimento) è nascosta nei circuiti delle strade del souk di Meknes nel mezzo della medina. Fu fondata nel 14° secolo.

L'architettura e l'arte degli interni della medersa sono state magnificamente conservate, con gran parte della sua ricca decorazione in piastrelle zellige ancora al suo posto.

Le minuscole e austere celle che circondano il cortile centrale erano un tempo dimora degli studenti che qui studiavano teologia.

Dopo aver visto l'interno, non perderti la salita sul tetto di tegole verdi. Da qui ci sono viste eccellenti sull'intero quartiere della medina di Meknes e sulla Ville Nouvelle (città nuova).

Indirizzo: Souk Sebbat, Medina

9. Visita Heri es-Souani

Rovine di scuderie nell'Heri es-Souani

Una passeggiata di due chilometri piuttosto lunga e polverosa dal quartiere della Città Imperiale di Meknes ti porta ai mastodontici edifici di Heri es-Souani, che un tempo fungevano da granai e scuderie della Città Imperiale.

Originariamente qui erano ospitati fino a 12.000 cavalli e si pensa che l'edificio fosse molto più grande della disposizione che puoi vedere oggi.

Il complesso è stato solo parzialmente restaurato ed è senza tetto, ma i suoi portali ad arco e le volte sono ancora intatti.

La struttura di Heri es-Souani riceve molti meno visitatori rispetto ai siti nel centro di Meknes e spesso puoi essere l'unica persona lì, rendendola un'area molto suggestiva da esplorare.

10. Passeggia nel bacino di Souani

Il bacino di Souani

Il bacino di Souani (noto anche come bacino dell'Agdal) è un lago artificiale che un tempo forniva acqua ai giardini del sultano Moulay Ismail e faceva parte dell'imponente sistema di acquedotti del sultano che portava l'acqua in città.

Le enormi pareti esterne dell'Heri es-Souani delimitano il lato sud-ovest del lago, creando uno scenario impressionante. Se vuoi visitare entrambi, dirigiti prima all'Heri es-Souani e poi programma la tua visita al Bacino di Souani per il tramonto.

Oggi il lago si anima al tramonto, quando le famiglie locali si dirigono qui per far scappare i bambini, fare un picnic e passeggiare lungo il sentiero che corre intorno al lago.

Storia

Questa città imperiale (la Versailles marocchina) fu costruita come capitale marocchina su una fertile pianura a nord del Medio Atlante, vicino a Fez, dal sultano Moulay Ismail, uno dei primi sovrani della dinastia alawita che governò il Marocco.

Moulay Ismail salì al potere nel 1672 all'età di 26 anni e regnò per 55 anni. Quando una principessa francese rifiutò la sua mano in matrimonio, il giovane Sultano giurò che avrebbe costruito una città palazzo che avrebbe rivaleggiato in splendore con Versailles. Ho messo in servizio 50.000 lavoratori, costruendo una serie di palazzi, miglia dopo miglia di mura, merli e bastioni e un vasto mercato.

La città imperiale fu completata dal figlio di Moulay Ismail Moulay Abdallah (1727-1757) e da suo nipote Sidi Mohamed ben Abdallah (1757-1790).

Quando, all'inizio del XIX secolo, Meknes cessò di essere una capitale imperiale, fu trascurata. Fu solo durante il regno di Moulay Hassan alla fine del secolo che Meknes fu restaurato e fatto rivivere.

Dove alloggiare a Meknes per visite turistiche

Meknes non ha una grande quantità di hotel e la maggior parte delle sue sistemazioni si trova nella fascia media. Le opzioni di alloggio più interessanti sono i riad (affittacamere in tradizionali case marocchine) che si trovano all'interno della medina.

Hotel di lusso e di fascia media:

  • Nella medina, Riad D'Or è un riad sontuosamente restaurato con stupende piastrelle alle pareti e soffitti in legno dipinto. C'è una piscina esterna e la colazione è inclusa.
  • Anche nella medina, Riad el Ma offre un ottimo rapporto qualità-prezzo, con un sacco di stile riad. Per quando vuoi rilassarti, c'è un grazioso cortile con una vasca immersione ad acqua fredda e una terrazza panoramica. Il proprietario è accogliente e la colazione è inclusa.
  • Ai margini della medina, Riad Lahboul offre numerosi tocchi tradizionali marocchini nelle camere. La colazione è inclusa e il tetto e il cortile sono entrambi ottimi spazi per socializzare o rilassarsi. Sono disponibili camere familiari.
  • Per sistemazioni più moderne, l'Ibis Meknes Hotel è un hotel a tre stelle a pochi passi dalla medina. Le camere hanno un arredamento moderno e c'è una piscina all'aperto.

Hotel economici:

  • Riad Yacout ha un'ottima posizione nella medina e il personale è noto per la sua calorosa ospitalità. Una grande piscina con trampolino e una vista eccellente dal tetto rendono questo posto popolare. La colazione è inclusa.
  • Un'altra ottima opzione economica è Ryad Bahia, con una posizione facile da trovare nella medina. La casa ha bei dettagli architettonici, i proprietari sono noti per il loro servizio cordiale e disponibile e c'è un'eccellente colazione inclusa.