12 isole più votate in Turchia

Che tu stia cercando un idillio solare estivo, un carattere storico o alcune delle migliori viste costiere del Mar Egeo e del Mar Mediterraneo, la Turchia ha un'isola che fa per te.

Alcune isole sono destinazioni in sé stesse e sono i principali punti caldi delle vacanze estive. Altri rappresentano un'interessante diversione turistica o una gita di un giorno durante i tuoi viaggi.

Anche la tentacolare metropoli di Istanbul ha un gruppo di isole che è semplicemente una corsa in traghetto per coloro che hanno bisogno di una pausa veloce e rilassata dalla vita frenetica della città.

Scegli le isole da aggiungere al tuo itinerario di viaggio con la nostra lista delle migliori isole della Turchia.

1. Boscaada

Castello di Boscaada

Per i cittadini turchi in cerca di vacanze al mare di alta classe ed eleganti, quest'isola, appena a sud dei Dardanelli nel Mar Egeo, è un paradiso per una vacanza rilassante.

Un tempo chiamata con il nome greco di Tenedos, l'isola divenne parte del moderno stato della Turchia nel 1923. Sebbene la comunità greca di Bozcaada non fosse inclusa nello scambio di popolazione turco-greco degli anni '20, la violenza intercomunale negli anni '60 e Gli anni '70 hanno costretto la maggior parte dei residenti greci dell'isola ad emigrare, ma la sua eredità greca ottomana è ancora visibile nell'architettura preservata della città di Bozcaada.

Se sei interessato alla mitologia classica, secondo l'Eneide, Tenedos è il luogo in cui i greci si nascondevano, fingendo di essere salpati per tornare a casa, mentre ingannavano i Troiani facendogli entrare il Cavallo di Troia all'interno delle mura di Troia.

Bozcaada è circondata da coste sabbiose e ha un interno pieno di campi ricoperti di vite. Con una popolazione di appena 3.000 abitanti tutto l'anno, l'isola entra nel vivo solo durante la stagione turistica da giugno a settembre.

Nei fine settimana durante l'estate, i turchi si riversano qui per rilassarsi sulla spiaggia di Ayazma, sulla costa meridionale dell'isola, o dirigersi verso la ventosa spiaggia di Cayır, sulla costa settentrionale, per praticare sport acquatici come il windsurf.

Al largo della spiaggia, le attività e le cose da fare sono limitate, ed è proprio così che piace alla maggior parte dei visitatori di Bozcaada.

Vista sulla strada di Bozcaada

Passeggiare per i vicoli dello storico quartiere greco o fare una rapida esplorazione del castello di epoca bizantina di Bozcaada nella città di Bozcaada (l'unico centro dell'isola) nel tardo pomeriggio è faticoso.

Le sistemazioni sono per lo più boutique e di fascia alta e quasi tutte le opzioni chiudono fuori dall'estate. Durante l'estate, tuttavia, dovresti prenotare il più in anticipo possibile, poiché le opzioni sono limitate e Bozcaada è popolare.

Per arrivarci, prendi il traghetto per auto da Geyikli (54 chilometri a sud-ovest di Çanakkale), che opera tutto l'anno, o l'aliscafo per soli passeggeri da Çanakkale, che salpa nei mesi estivi.

2. Gokceada

Veduta di Kalekoy, Gokceada

Per un senso di vita rilassata e rurale dell'isola, non c'è niente di meglio di Gökçeada.

Situata appena a ovest della costa della penisola di Gallipoli nel Mar Egeo, Gökçeada prende vita solo durante il picco estivo. Al di fuori dell'alta stagione, è uno dei posti migliori da visitare per gli appassionati dell'isola interessati alla natura e alle tranquille vacanze in spiaggia.

Come Bozcaada, Gökçeada originariamente aveva una popolazione prevalentemente greca ottomana ed era conosciuta per la prima volta con il nome greco di Imbros. La persecuzione degli abitanti greci dell'isola negli anni '60 causò l'abbandono della maggior parte della popolazione greca di Gökçeada, e oggi l'architettura scolpita nella pietra e i vicoli di ciottoli dei villaggi vuoti e in rovina che punteggiano l'interno collinare dell'isola ricordano il tumulto dell'isola storia moderna e patrimonio greco.

I visitatori in estate trascorrono gran parte del loro tempo qui oziando sulle spiagge della costa meridionale di Aydıncık e Kapıkaya. I windsurfisti generalmente si dirigono verso la spiaggia di Aydıncık. I visitatori invernali e primaverili sono solitamente qui per avvistare i fenicotteri rosa che svernano nel lago salato dell'isola, mentre per i più attivi, è popolare esplorare l'interno dell'isola e i suoi villaggi in mountain bike.

Gli alloggi sono sparsi in tutta l'isola. Si tratta principalmente di boutique hotel e pensioni a conduzione familiare intimi, con un paio di hotel più grandi inseriti.

Ci sono regolari traghetti per auto tutto l'anno che collegano Kabatepe sulla penisola di Gallipoli con l'isola e un traghetto per soli passeggeri due volte a settimana da Çanakkale.

3. Cunda

Ayvalik, Cunda

Chiamata anche isola di Alibey, Cunda si trova appena al largo della città di Ayvalık, sulla costa settentrionale dell'Egeo, ed è facilmente accessibile dalla terraferma tramite una strada rialzata.

I residenti della Grecia ottomana di Cunda furono inclusi nello scambio di popolazione turco-greco degli anni '20, parte del trattato di pace tra le due nazioni. Mentre sono stati trasferiti con la forza in Grecia, i musulmani di etnia cretese sono stati costretti a trasferirsi qui.

Il centro storico dell'isola contiene molti resti dell'architettura greca ottomana ed è un territorio privilegiato per passeggiare senza meta. L'edificio più bello della città è la Chiesa greco-ortodossa degli Arcangeli, ora utilizzata come museo.

Molte persone fanno il breve salto sull'isola da Ayvalık semplicemente per la fantastica scena del pranzo fuori. Molti dei suggestivi caffè e ristoranti (per lo più raggruppati intorno al porto della città vecchia) sono specializzati in cucina in stile egeo, fondendo elementi della cucina tradizionale cretese e turca.

Gran parte del lato occidentale dell'isola è occupato dal Parco Naturale Ayvalık Adaları, dove un sentiero conduce attraverso una pineta alle rovine di un monastero greco-ortodosso. La costa occidentale ospita le spiagge principali dell'isola, che sono famose soste per nuotare con gite in barca da Ayvalık, così come le persone che soggiornano sull'isola stessa.

A causa della vicinanza ad Ayvalık, Cunda è spesso una destinazione per gite di un giorno, sebbene abbia una vasta gamma di piccoli hotel, pensioni e alcuni boutique hotel.

L'Orchis Otel si trova all'interno di una tradizionale casa in pietra, a soli 50 metri dal porto di Ayvalık e dai traghetti per Cunda. Le camere mescolano lo stile moderno di un boutique hotel con tocchi tradizionali e hanno conservato l'architettura originale della casa per una gran quantità di fascino del vecchio mondo.

Dirigendosi a Cunda, frequenti traghetti effettuano una spola direttamente tra il porto di Ayvalık e il porto di Cunda, che si affaccia sulla città vecchia. In alternativa, puoi salire su uno dei frequenti minibus che sfrecciano tra Ayvalık e Cunda attraverso la strada rialzata, dirigendosi verso le spiagge o il porto di Cunda.

  • Leggi di più: le migliori attrazioni turistiche di Pergamo e del Nord Egeo

4. Heybeliada (Isole dei Principi)

Heybeliada (Isole dei Principi)

Se soggiorni a Istanbul e hai bisogno di una breve pausa dalla vita di una grande città, fai quello che fanno la gente del posto e sali su un traghetto per le Isole dei Principi.

Seduta nel Mar di Marmara, Heybeliada è la seconda isola più grande di questo gruppo. Durante i fine settimana da maggio a ottobre, può sembrare che metà della città si sia trasferita qui per un giorno, quindi cerca di programmare la tua visita per un giorno feriale, se puoi.

Non sono ammesse auto sull'isola, quindi questa è una buona opportunità per esplorare a piedi o in bicicletta (è disponibile un sacco di noleggio biciclette). Una delle cose principali da fare per i turisti è semplicemente vagare per i vicoli fiancheggiati da imponenti ville in legno, fino a punti panoramici con vista panoramica sul mare.

Traghetti regolari viaggiano tra il centro di Istanbul e Heybeliada. Sebbene ci siano una manciata di opzioni di alloggio sull'isola, la grande quantità di visitatori sono gitanti di un giorno.

5. Isola di Kizkalesi

Castello della fanciulla, isola di Kizkalesi

Sulla sponda meridionale della Turchia, l'insediamento di Kızkalesi è una località balneare popolare tra i turisti locali. Appena al largo della spiaggia, si trova l'isoletta da cui prende il nome la città.

L'isola di Kızkalesi custodisce i resti di un castello bizantino (il nome in inglese significa "castello della fanciulla"), con i suoi bastioni e torri ben conservati che sporgono ancora maestosamente dalla costa rocciosa.

Per esplorare il castello – anche se l'interno è in rovina e la caratteristica più impressionante sono le stesse mura fortificate – si effettuano regolarmente gite in barca sull'isola e ritorno dalla spiaggia.

Poiché l'isola dista solo circa 300 metri dalla riva, è anche possibile fare una nuotata fino al castello e ritorno.

6. L'isola di Gemiler

Litorale dell'isola di Gemiler

Chiamata anche Isola di San Nicola, Gemiler è una tappa popolare per le gite di un giorno in barca dalla località balneare di Ölüdeniz, così come per i tour in yacht di più giorni che si dirigono lungo la costa da Fethiye.

Le rovine di cinque chiese di epoca bizantina si trovano sulle colline rocciose dell'isola, insieme a tombe e resti di altri edifici religiosi complessi. I viaggiatori più attenti alla storia sbarcano per salire fino alle rovine, anche se la maggior parte dei visitatori è felice di vederle solo dal mare.

Il soprannome inglese dell'isola deriva dal fatto che alcuni storici ritengono che Gemiler possa essere stato il luogo della tomba originale di San Nicola (alias Babbo Natale), che nacque a Patara e in seguito divenne vescovo di Myra (l'attuale giorno Demre).

Per raggiungere l'isola senza fare un tour di gruppo, dirigiti verso la sassosa Gemiler Beach, sulla riva direttamente di fronte all'isola, dove piccoli motoscafi fanno ritorno alle gite dell'isola e si possono noleggiare kayak.

7. Buyukada (Isole dei Principi)

Vista a Istanbul da Büyükada

Büyükada è l'isola più grande del gruppo delle Isole dei Principi e l'isola di fuga più popolare da Istanbul.

La sua bellezza può essere rovinata dall'enorme numero di escursionisti in piena estate, quindi non aspettarti un idillio tranquillo sull'isola. Vieni infrasettimanale tra maggio e settembre o, meglio ancora, in primavera o autunno per la migliore esperienza.

Ci sono diverse spiagge lungo la costa, ma il vero fascino di Büyükada si trova passeggiando lungo i vicoli senza auto fiancheggiati da grandiose ville del XIX secolo e risalendo la collina fino al Monastero di San Giorgio per ammirare la vista sul Mar di Marmara. a Istanbul.

Leon Trotsky trascorse i suoi primi quattro anni di esilio dall'URSS a Büyükada e, in epoca bizantina, un convento qui fornì un luogo conveniente per mandare in esilio diverse imperatrici. Per scoprire di più su Büyükada (e sul resto della storia del gruppo di isole) non perdere la visita al Museo delle Isole dei Principi mentre sei qui.

I traghetti effettuano regolarmente la rotta tra Istanbul e Büyükada. Ci sono diversi hotel, alcuni nelle ville in legno restaurate dell'isola, e pernottare è un buon modo per vivere l'isola dopo la partenza degli escursionisti.

Il miglior soggiorno sull'isola è presso l'Ada Palas. Votato come uno degli hotel più romantici della Turchia, questa villa in legno finemente restaurata dispone di camere arredate in stile regale del XIX secolo e ospita uno dei ristoranti più famosi dell'isola.

8. Isola di Akdamar

Chiesa della Santa Croce sull'isola di Akdamar

La Chiesa della Santa Croce sull'isola di Akdamar è lo spettacolo più famoso del Lago Van.

Situata a tre chilometri dalla costa meridionale montuosa del lago, l'isola era un tempo sede di un complesso religioso più grande, tutto costruito nel X secolo dal re Gagik Artzruni durante il suo regno sul regno armeno di Vaspurkan.

All'interno della chiesa si possono vedere frammenti di affreschi non particolarmente ben conservati, ma qui il pezzo forte è la facciata della chiesa. Le pareti esterne sono ricoperte da intagli in rilievo in pietra intricati e sorprendentemente conservati che raffigurano una serie di storie dell'Antico Testamento. La facciata della chiesa è considerata uno dei più importanti esempi sopravvissuti di opere d'arte armene.

L'isola è accessibile da barche turistiche, che effettuano viaggi di andata e ritorno dal porto di Akdamar, vicino al villaggio di Gevaş sulla sponda meridionale del lago (45 chilometri a ovest di Van).

Le barche partono solo quando sono piene, quindi può essere una buona idea fare un giro da Van per garantire più passeggeri e ridurre i tempi di attesa. Durante l'inverno e l'inizio della primavera, quando il turismo di Van si ferma, le partenze in barca turistica sono praticamente inesistenti e molto probabilmente dovrai noleggiarne una privatamente.

9. Isola dei piccioni

Castello di Kusadasi, Isola dei Piccioni

Costruito a guardia del porto durante l'era bizantina, il castello di Kuşadası si trova sull'isola dei piccioni (Güvercin Adası) appena al largo della località turistica di Kuşadası.

Oggi è il punto di riferimento più importante lungo il lungomare e uno dei pochi luoghi storici da visitare in una città normalmente associata a crociere e pacchetti vacanze sabbia e sole.

Il castello che vedi oggi risale principalmente all'era ottomana, quando le sue fortificazioni furono ampliate e restaurate mentre il porto prosperava come un importante collegamento nel commercio mediterraneo.

L'isola è accessibile da una strada rialzata dalla riva. Sull'isola, un sentiero traccia il percorso delle mura del castello, mentre l'interno è stato trasformato in un parco con pannelli informativi sparsi lungo i sentieri che offrono descrizioni dettagliate della flora e della fauna endemiche nell'area di Kuşadası.

È un luogo ideale per una passeggiata al tramonto, ammirando i bastioni e le viste sulla costa.

10. Isola di Kekova

Rovine della Licia nell'acqua tra Kaleköy e l'isola di Kekova

Le persone si dirigono verso l'isola di Kekova non per l'isola stessa, ma per ciò che si trova nell'acqua lungo la sua costa.

Gite in barca e in kayak di mare vengono qui per vedere i resti sommersi dell'antica Dolchiste (denominata oggi semplicemente "la città sommersa") distrutta da un terremoto nel 2° secolo.

L'intera area circostante è affascinante da esplorare e uno dei tratti di costa più sorprendentemente belli della Turchia.

Tombe parzialmente sommerse punteggiano le acque del porto del villaggio di Kaleköy, proprio di fronte all'isola. Mentre la stessa Kaleköy è sormontata da una fortezza e disseminata delle rovine dell'antica Simena.

La maggior parte delle persone arriva con tour organizzati a Kaş, (33 chilometri a ovest), ma c'è anche una manciata di boutique hotel e pensioni sia a Kaleköy che nel vicino villaggio portuale di Üçağız (quattro chilometri a ovest) se stai cercando una ritiro.

Per svegliarsi con una vista sull'isola di Kekova, Ankh Pansion si trova proprio sul lungomare di Kaleköy. Questa accogliente pensione a conduzione familiare dispone di camere semplici ma confortevoli con balconi che offrono viste da milioni di dollari e offre kayak gratuiti per gli ospiti per esplorare questo tratto di costa.

11. Kizkulesi

La Torre di Maiden

Uno dei punti di riferimento più riconoscibili di Istanbul, Kızkulesi (Torre della fanciulla) è una piccola torre che si trova su un isolotto dove lo Stretto del Bosforo incontra il Mar di Marmara.

L'edificio attuale risale al 18° secolo, ma una torre fu costruita qui per la prima volta in epoca bizantina e fu usata come parte delle difese di Costantinopoli a guardia dei corsi d'acqua della città. Oggi, la torre contiene un bar-ristorante in loco, che merita una visita semplicemente per godersi le iconiche viste sulla città della torre.

Le barche partono dalla riva proprio di fronte all'isola a Üsküdar, nella parte asiatica di Istanbul. Puoi ammirare la vista della torre stessa dai caffè che circondano la biglietteria del battello.

12. Gita di un giorno all'isola greca di Kastellorizo ​​​​(Meis)

Fronte del porto di Meis (Kastellorizo).

Sebbene sia un'isola greca (chiamata con il nome greco Kastellorizo ​​​​al di fuori della Turchia), la maggior parte dei visitatori di Meis sono gitanti di un giorno dalla Turchia a causa della posizione dell'isola appena al largo della località turistica di Kaş.

Il villaggio color pastello dell'isola, che abbraccia il porto, è una delizia fotogenica, ma la maggior parte delle persone che sbarcano dal traghetto sono qui per fare una gita in barca per vedere e nuotare all'interno della grotta blu sulla costa dell'isola.

Per qualcosa di più attivo, ci sono anche sentieri escursionistici attraverso l'interno collinare dell'isola, con viste mozzafiato e alcune antiche rovine di chiese lungo il percorso.

I traghetti giornalieri di andata e ritorno per Meis partono dal porto di Kaş, tutto l'anno. Non dimenticare che devi portare con te il passaporto al momento dell'acquisto del biglietto.

Kaş ha un'enorme quantità di alloggi, che vanno dalle pensioni a conduzione familiare alle eleganti opzioni di boutique hotel. L'Hotel Sonne è un'accogliente opzione di fascia media, a pochi passi dal porto, con viste panoramiche sul Mediterraneo fino a Meis dalla sua terrazza, camere moderne con balcone e una delle migliori colazioni della città.