13 migliori attrazioni e cose da fare a Lecce

Se il capoluogo di provincia di Lecce non fosse situato in una posizione così remota al tallone dello stivale italiano, la sua abbondanza di architettura barocca la renderebbe una delle città più visitate d'Italia. Gli architetti qui hanno avuto un grande vantaggio perché il calcare giallo dorato locale era, almeno in termini di pietra, morbido come il burro e facile da scolpire in abbellimenti sorprendentemente intricati e dettagliati per le sue chiese e palazzi.

Ovunque cammini per la città, puoi guardare in alto per vedere figure delicate – angeli, volti umani, animali, piante e fantasiosi riccioli – che sostengono balconi, circondano porte e finestre e decorano i capitelli delle colonne.

Lecce ha più di 2000 anni ed è stata fondata dai Messapi dell'Adriatico orientale. Insieme alle attrazioni turistiche di Lecce, è una buona base per esplorare questa regione affascinante e poco visitata. Organizza il tuo viaggio con la nostra lista delle principali attrazioni e cose da fare a Lecce.

1. Basilica di Santa Croce

Basilica di Santa Croce

La magnifica chiesa barocca di Santa Croce ha una facciata riccamente decorata iniziata nel 1548 e completata più di 150 anni dopo. La chiesa stessa fu iniziata nel 1353 ma non fu terminata contemporaneamente alla facciata.

I dettagliati intagli in pietra sul portale, sul rosone e sull'intera facciata della chiesa sono quasi travolgenti. Leoni, aquile, grifoni e figure umane sostengono cornici e germogliano dai capitelli in mezzo a una profusione di frutti, foglie e creature fantasiose.

Anche l'interno è barocco, le colonne che separano la navata dalle navate laterali sormontate da capitelli riccamente ornati e cappelle laterali piene di pietre ornamentali. Attigua a Santa Croce a nord è l'ampia e riccamente ornata facciata del convento dei Celestini, che un tempo apparteneva alla chiesa ma è ora Palazzo del Governo.

Indirizzo: Piazza della Prefettura, Lecce

Sistemazione: Dove dormire a Lecce

2. Cattedrale dell'Assunzione della Vergine

Cattedrale dell'Assunzione della Virgine

Originariamente costruito nel 1144, il duomo di Lecce fu ricostruito nel 1230 e totalmente ricostruito in stile barocco nel 1659-70, momento in cui fu aggiunto il campanile alto 70 metri. Dei due ingressi della cattedrale, quello principale sul lato nord della chiesa è sobrio ed elegante, mentre il portale rivolto verso la piazza è un tripudio di intricati intagli rupestri barocchi che sono offuscati solo dalla facciata di Santa Croce.

L'interno è altrettanto ornato, con soffitti lignei dipinti nella navata centrale e nei transetti. Delle 12 cappelle della chiesa, la più notevole è la Cappella Sant'Oronzo , con quattro statue che circondano una pala d'altare raffigurante il santo patrono della città.

Indirizzo: Piazza del Duomo, Lecce

3. Piazza del Duomo

Piazza del Duomo

L'ampia piazza del Duomo è racchiusa da una serie di edifici notevoli, il principale dei quali è la cattedrale stessa, con il suo alto campanile affusolato. Il più cupo dei due ingressi della cattedrale si affaccia sul Palazzo Vescovile , Palazzo Vescovile, che ha una loggia e intagli ornati intorno alle finestre.

Sulla piazza si affaccia anche il seminario, costruito nel 1701, con facciata decorata e cortile con fontana. Poco più in alto di corso Vittorio Emanuele II si trova la chiesa teatina di Sant'Irene, iniziata nel 1591 e contenente nel transetto destro uno degli altari più grandi della città.

4. Piazza Sant'Oronzo

Piazza Sant'Oronzo

Nel centro di Lecce, la piazza principale, Piazza Sant'Oronzo, segna la fine della Via Appia, la strada romana verso l'Italia meridionale. Vicino a un'alta colonna seicentesca sormontata da una statua del santo patrono della città si trova il Palazzo del Sedile , una loggia costruita nel 1592.

Attiguo alla loggia è il portale della chiesetta di San Marco , fondata nel 1543 e un tempo utilizzata dalla piccola comunità veneziana di Lecce. Sul lato sud della piazza si trovano i resti scavati di un anfiteatro romano del II sec.

5. Anfiteatro Romano

Anfiteatro Romano

L'anfiteatro romano, a lungo sepolto sotto piazza Sant'Oronzo, è stato scoperto nel 1929 e da allora è stato parzialmente scavato. Una parte rimane sepolta sotto gli edifici adiacenti, ma le gradinate e parte del pavimento che sono state scoperte sono ora aperte e utilizzate per spettacoli e concerti.

Costruito nel II secolo dC, il teatro ospitava più di 25.000 spettatori. Negli scavi sono state scoperte statue marmoree che un tempo decoravano il palcoscenico, colonne, archi e pavimenti a mosaico marmoreo. Pezzi più grandi sono sul sito e reperti più piccoli sono esposti nel Museo Storico della Città di Lecce nell'ex monastero di Santa Chiara in Via degli Ammirati, non lontano da Piazza del Duomo.

Indirizzo: Piazza Sant'Oronzo, Lecce

6. Museo Faggiano

Quando la famiglia Faggiano iniziò a riparare una conduttura dell'acqua, scoprì molto più di quanto si aspettasse: 2000 anni di storia a strati sotto i pavimenti. Hanno trovato i resti di un convento francescano, una piccola cappella, alloggi utilizzati da un gruppo di Cavalieri Templari, e indicazioni di utilizzo fin dal V secolo aC, quando i greci abitavano in questa zona.

Spesso uno dei figli che hanno aiutato a scavare sarà lì per mostrare ai visitatori, raccontare l'affascinante storia delle scoperte e descrivere i reperti, ma c'è anche una buona dispensa in inglese per sottolineare i punti salienti. C'è un po' di arrampicata su scale strette mentre esplori questa zona sotterranea.

Indirizzo: Via Ascanio Grandi 56, Lecce

7. Castello

Castello

A sud-est di piazza Sant'Oronzo si trova il Castello, fatto costruire da Carlo V nel 1539-48, a pianta trapezoidale. Fu adibito a fortezza per attività militari, ma parte di esso fu adibito anche a teatro. Oggi continua a svolgere un ruolo culturale con i suoi splendidi spazi interni con capitelli scolpiti e vetrate adibiti a spazio espositivo.

Al piano terra si trova l'affascinante Museo della Cartapesta (Museo della Cartapesta) che esplora un artigianato per il quale Lecce è famosa. L'arte, che si sviluppò in Puglia nel XVII secolo, era particolarmente apprezzata per la decorazione delle chiese; vedrai statue in cartapesta e decorazioni del soffitto in molte di esse oggi, e potresti anche vedere negozi e atelier a Lecce dove l'artigianato è ancora praticato.

Indirizzo: Viale 25 Luglio, Lecce

8. Assaggia la cucina leccese

Dolci tradizionali leccesi

Anche se troverai alcuni cibi preferiti quasi ovunque in Italia, ogni regione ha i suoi cibi caratteristici. E all'interno delle regioni troverai anche le specialità delle singole città. A Lecce, cerca la cucina tradizionale salentina, ricca di profumi di erbe mediterranee e influenze arabe provenienti da tutto il mare Adriatico.

La Puglia e il Salento sono famose per i pani: la puccia è un classico dello street food tradizionale, piccole pagnotte rotonde di pasta per pizza usate per i panini; i taralli sono piccoli anelli di pane croccanti (si possono acquistare confezionati, e viaggiano bene come souvenir); Il caciocavallo è un formaggio salato e le orecchiette sono una delle numerose paste tradizionali pugliesi. A Lecce, puoi trovarli nei menu come rècchie, rìcchie o ricchitèddhre .

Speciali a Lecce sono i Panzerotti, una piccola pasta sfoglia ripiena di mozzarella e pomodoro, simile a un calzone, ma fritta invece che al forno. Si trovano soprattutto a Lecce anche i Pasticciotti, tortine di pasta frolla ripiene di crema e spesso una amarena al centro. Le influenze arabe si manifestano in un altro dolce preferito, le Cartellate, una piccola crostata aromatizzata con miele e mandorle o nocciole. Anche questi viaggiano bene da portare a casa.

9.Museo Ebraico

Il palazzo del XVII secolo, nel cuore di quello che un tempo era il quartiere ebraico di Lecce, incorpora una precedente sinagoga del XV secolo. Tra il suo uso come sinagoga e la sua trasformazione in palazzo, fu adibita a chiesa, e vedrai le testimonianze di tutte le sue varie incarnazioni.

Rimangono le piscine che un tempo erano le mikvah (bagni rituali) e il solco che conteneva i testi sacri, così come i resti della chiesa. Le eccellenti guide ti portano attraverso la storia e nelle mostre ben curate intrecciano la storia dell'ebraismo in Puglia dall'epoca medievale ai giorni nostri.

Via Umberto I, 9, 73100, Lecce

10. San Matteo

San Matteo

La chiesa di San Matteo fu costruita nel 1667, seguendo lo stile barocco allora popolare in Italia, ma il suo esterno era diverso da altri, con una facciata profondamente curva fiancheggiata da due colonne. Uno di questi è rimasto incompiuto, dando origine a una leggenda locale sull'intervento del diavolo prima che lo scultore potesse completarlo.

L'interno è a navata unica ellittica circondata da cappelle separate dalle statue dei 12 Apostoli. La quinta cappella a sinistra conserva una notevole statua veneziana della Pietà in legno policromo del XVII secolo e la terza una statua in cartapesta. Il soffitto a volta è dipinto e l'altare maggiore è straordinariamente decorato.

Indirizzo: Via dei Perroni, Lecce

11. Santi Nicolò e Cataldo

Santi Nicolò e Cataldo

A nord-ovest della Porta di Napoli , arco trionfale eretto nel 1548, si trova la chiesa dei Santi Nicolò e Cataldo, fondata dal conte normanno Tancredi di Sicilia nel 1180. Al centro della sua facciata barocca, aggiunta nel 1716, si trova la superbo portale romanico della chiesa originaria.

Intorno al portale più antico ci sono più statue dei restauri del 18° secolo, ma l'interno mantiene gran parte del primo stile gotico francese, con bellissimi capitelli scolpiti e archi ogivali. Gli affreschi risalgono dal XV al XVII secolo.

Indirizzo: Campo Santo, Lecce

12. Otranto

Otranto

Sulla costa appena a sud di Lecce, il piccolo paese di pescatori di Otranto si trova su una bellissima baia. Porto anticamente chiamato Hydrus, Otranto fu distrutta dai Turchi nel 1480. L'attuale castello fu edificato nel 1495-98 in seguito all'attacco. Da qui, avrai una bellissima vista sullo Stretto di Otranto fino alle montagne dell'Albania.

La cattedrale della Santissima Annunziata , iniziata nel 1080, contiene antiche colonne con capitelli del XII secolo, una cripta a cinque navate e un unico pavimento a mosaico del XII secolo. Molto ben conservato, mostra i mesi dell'anno e soggetti eroici.

In una traversa della parte alta del paese si trova la chiesetta di San Pietro , del X e XI secolo con cupola bizantina e affreschi raffiguranti santi e scene della vita di Cristo.

13. Gallipoli

Gallipoli

Il porticciolo di Gallipoli si trova in posizione pittoresca su un isolotto roccioso del Golfo di Taranto ed è collegato da un ponte con il suo moderno borgo sulla terraferma. All'estremità orientale del ponte c'è una fontana che si pensa sia di origine greca eretta qui nel 1560. Il vecchio porto peschereccio si trova vicino alla fontana.

Oltre il ponte si trova il castello , costruito nel 14° secolo e ricostruito nel 16° secolo. Conserva ancora le sue quattro torri angolari e le sue sale sono utilizzate per mostre ed eventi culturali. Il centro storico è un groviglio di stradine e viuzze strette e tortuose risalenti alla dominazione moresca del 900, e al suo interno si trova la Cattedrale di Sant'Agata .

Iniziata nel 1629, è in stile architettonico barocco e presenta bellissimi stalli del coro e un altare maggiore in marmi policromi. Il Museo Civico ha collezioni stranamente assortite che coprono di tutto, dalla vita marina agli strumenti musicali, insieme a un raro sarcofago di età messapica, intorno all'VIII secolo a.C.

Dove dormire a Lecce per visite turistiche

Hotel di lusso e di fascia media :

  • Nel cuore di Lecce, a pochi passi dal centro storico, Torre del Parco – Dimora Storica 1419 si trova in una fortezza medievale del XV secolo. Le camere Luxury sono arredate con mobili antichi e dotate di tutti i comfort moderni; ci sono piatti cucinati su ordinazione per la colazione e un buffet.
  • Sempre in una struttura storica, il Patria Palace Hotel a cinque stelle si trova in un palazzo nobiliare barocco di fronte alla Basilica di Santa Croce nel centro storico, a cinque minuti a piedi dalla cattedrale e da altri luoghi da visitare. Alcune camere si affacciano sulla basilica; c'è una terrazza sul tetto.
  • Chi viaggia in auto ed è restio ad affrontare le vie del centro storico potrebbe preferire l'8piuhotel, con parcheggio gratuito incluso come allettante in più. È una bella passeggiata di 15 minuti dal centro città e altri 15 dalle attrazioni storiche, ma i taxi sono abbondanti. Le camere eleganti e contemporanee sono ben arredate; la colazione è inclusa.

Hotel economici:

  • Ognuna delle 30 eleganti e moderne camere dell'Eos Hotel è diversa, progettata nel 2008 da giovani architetti e designer nell'ambito di un concorso. Si trova a circa 15 minuti a piedi dal centro storico.
  • In pieno centro storico, a circa 250 metri da Piazza Sant'Oronzo, Dimora San Biagio Suites & Apartment dispone sia di camere che di suite con cucina. La colazione continentale a buffet è inclusa.
  • Palazzo Massari è stato inaugurato nel 2017 in un antico edificio ben ristrutturato, vicino alla stazione ferroviaria ea due minuti a piedi dal centro storico. Dispone di ascensore e terrazza, e la colazione è inclusa.