14 migliori attrazioni turistiche a Siena

Siena si trova sulle pittoresche colline toscane a sud di Firenze, che è stata per gran parte della storia della città il suo principale concorrente per ricchezza e potere. Siena iniziò a prosperare nel XII secolo e raggiunse il suo apice artistico nel XIII e XIV secolo, quando i suoi artisti rivaleggiarono con quelli di Firenze.

Il duomo e i palazzi di Siena, la maggior parte dei quali costruiti con mattoni ricavati dall'argilla rossa locale, sono eccezionali monumenti dell'architettura gotica. Mentre esplori le numerose attrazioni turistiche del bellissimo Centro Storico di Siena, il centro storico, preparati a fare molte passeggiate, la maggior parte in salita, o almeno così potrebbe sembrare.

Per trovare i posti migliori da visitare e le cose da fare, usa questo pratico elenco delle principali attrazioni di Siena.

Vedi anche: Dove dormire a Siena

Nota: alcune attività potrebbero essere temporaneamente chiuse a causa di recenti problemi di salute e sicurezza a livello globale.

1. Cattedrale di Santa Maria Assunta

Cattedrale di Santa Maria Assunta

Da sempre indicato come uno dei principali esempi italiani di architettura gotica, il duomo di Siena deve la sua prima drammatica impressione al genio di Giovanni Pisano, che ne progettò la facciata e scolpì la maggior parte delle statue e dei rilievi che la adornano.

Le strisce alternate di marmo scuro e chiaro che ricoprono gran parte della chiesa e del suo alto campanile contrastano non solo tra loro, ma con il mattone rosso predominante del resto degli edifici senesi.

La cattedrale ha più capolavori e tesori d'arte di molti musei prestigiosi, anzi, molte città intere, con molteplici opere sia di Nicola e Giovanni Pisano, Donatello, Bernini, Lorenzo Ghiberti, Pinturicchio, Iácopo della Quercia, Giovanni di Torino, Vecchietta, e altri.

Le opere che decorano pareti, soffitti e pavimenti, e riempiono le cappelle, la cripta, la biblioteca e il museo costituiscono uno dei più straordinari assemblaggi italiani di affreschi, sculture, sculture in pietra e legno, dipinti, opere d'oro e d'argento, manoscritti miniati, mosaici , e vetrate artistiche.

I punti salienti di questo immenso complesso sono la Biblioteca Piccolomini riccamente affrescata, i rilievi in ​​bronzo di Ghiberti e Donatello nel Battistero di San Giovanni , il pulpito in marmo scolpito del XIII secolo di Nicola Pisano e il pavimento di marmo intarsiato straordinariamente dettagliato nella navata centrale.

Puoi assicurarti di non perdere le opere importanti e risparmiare tempo in fila partecipando a Saltafila: tour a piedi del Duomo di Siena e della città, esplorando il centro storico e il complesso della cattedrale di Siena con una guida locale esperta.

Indirizzo: Piazza del Duomo 8, Siena

Sito ufficiale: http://operaduomo.siena.it/en/

Sistemazione: Dove dormire a Siena

  • Leggi di più:
  • Esplorando la Cattedrale di Santa Maria Assunta a Siena: una guida per i visitatori

2. Piazza del Campo

Piazza del Campo

Elemento centrale del centro storico di Siena, l'ampia distesa di Piazza del Campo è circondata dalle facciate sinuose dei palazzi e dominata dall'elegante Palazzo Púbblico (Municipio) e dalla sua alta e aggraziata torre. La sua unità e armonia ne fanno una delle piazze più belle d'Italia.

All'estremità superiore della piazza in pendenza si trova la Fonte Gaia , una vasca rettangolare riccamente scolpita da Iácopo della Quercia. Creato nel 1419, il capolavoro di della Quercia è stato restaurato nel 1868 e gli originali rilievi marmorei sono stati rimossi per proteggerli. Quelle che vedete oggi sono riproduzioni esatte, ma potete vedere gli originali in mostra al Museo Civico .

L'effetto armonioso della Piazza del Campo è dovuto in gran parte al fatto che le case di fronte al Palazzo Púbblico hanno uno stile simile al palazzo. Particolarmente suggestivo è il Palazzo Sansedoni , costruito dal 1216 al 1339, alla destra della Fonte Gaia.

3. Palazzo Pubblico e Museo Civico

Palazzo Pubblico e Museo Civico

Formando quasi un intero lato di Piazza del Campo, il municipio gotico fu costruito tra la fine del XIII e l'inizio del XIV secolo. La facciata in travertino e mattoni è evidenziata da file di eleganti finestre e cornici di archi a tutto sesto e sormontate da merlature.

Lo stemma bianco e nero di Siena, detto la Balzana, è ripetuto negli archi sopra le finestre. Sotto la sua sommità merlata vi è un tondo con il monogramma di Cristo (IHS), in riconoscimento di San Bernardino da Siena (1380-1444), che predicò in Piazza del Campo . Al centro del primo piano si trova lo stemma dei Medici, che governarono Siena nel XVI secolo come Granduchi di Toscana.

L'interno del Palazzo Púbblico è straordinariamente ben conservato, con affreschi di scuola senese che offrono uno spaccato delle menti delle fiere famiglie borghesi della Siena del XIV e XV secolo. Nella Sala della Pace, affreschi di Ambrogio Lorenzetti raffigurano Buon Governo e Cattivo Governo con vedute di Siena.

Nella Sala del Mappamondo è un magnifico affresco intitolato Maestà , di Simone Martini. Attigua a questa sala è la cappella con affreschi di Taddeo di Bártolo. I piani superiori ospitano il Museo Civico , con disegni, dipinti e altri documenti della storia cittadina, dipinti rinascimentali ed esempi di argenteria rinascimentale e barocca. Su una loggia superiore si trova la scultura originale della Fonte Gaia .

Indirizzo: Piazza del Campo 1, Siena

4. Torre del Mangia

Torre del Mangia

A un'estremità del Palazzo Pubblico si erge la snella Torre del Mangia di 102 metri, una delle torri medievali concepite più audacemente. Lo stretto fusto in muratura si eleva su una piattaforma merlata con mensole di sostegno e sovrastruttura in travertino. Fu costruito tra il 1338 e il 1348 da due fratelli, Minuccio e Francesco di Rinaldo.

Puoi salire le diverse centinaia di gradini fino alla piattaforma per ammirare ampie vedute della città e delle colline toscane. La Cappella di Piazza , in stile rinascimentale, ai piedi della torre fu costruita nel 1352 in ringraziamento per la liberazione del paese dalla peste del 1348.

Indirizzo: Piazza del Campo, Siena

5. Il Palio (Corsa di cavalli)

Il Palio | Janus Kinase / foto modificata

Anche se non sei a Siena il 2 luglio o il 16 agosto, le date delle due gare del Palio di ogni estate, sei sicuro di imbatterti in qualche accenno o segno di esso. Striscioni e souvenir raffiguranti le mascotte delle varie contradi – le associazioni di quartiere in competizione – sono in ogni negozio di souvenir, e si possono vedere sulle case o davanti ai circoli di contrada.

Nei giorni del Palio, la corsa vera e propria si svolge in Piazza del Campo , quando 10 cavalli e i loro cavalieri senza sella, si contendono il pallio, uno stendardo in seta. I fantini non devono essere per forza a cavallo al traguardo; il premio è per il cavallo che lo attraversa per primo.

Ad aumentare l'eccitazione della giornata – più simile a un pandemonio – ci sono sfilate di bande in costume, dimostrazioni di lancio di bandiere, persino cavalieri completamente armati che cavalcano per le strade strette a cavallo, a ricordare che questa corsa iniziò nel 1500.

Ogni contrada ha il proprio oratorio – cappella riccamente decorata – e spesso anche musei, che potresti trovare aperti mentre esplori Siena. Se hai intenzione di essere lì nei giorni del Palio o nelle vicinanze, assicurati di effettuare tutte le prenotazioni con largo anticipo, poiché gli alloggi sono scarsi ovunque intorno a Siena.

Sito ufficiale: http://www.ilpalio.org/palioenglish.htm

6. Pinacoteca Nazionale (Galleria Nazionale)

Pinacoteca Nazionale | carulmare / foto modificata

La Pinacoteca Nazionale occupa uno dei palazzi più eleganti di Siena, il merlato Palazzo Buonsignori tardogotico, costruito all'inizio del XV secolo. La Pinacoteca offre un'ottima panoramica della pittura senese dal XII al XVI secolo, con dipinti di quasi tutti i pittori operanti a Siena.

I più notevoli sono la Resurrezione di Lazzaro e l' ingresso in Gerusalemme del XIII secolo di Guido da Siena, la Vergine col Bambino e la Madonna dei Francescani di Duccio di Buoninsegna, la Madonna in trono e Annunciazione di Ambrogio Lorenzetti del XIV secolo, il Giovanni Battista di Pietro Lorenzetti e l' Allegoria del peccato e Salvezza e Sacra Famiglia di Pinturicchio. Cerca i cartoni del Beccafumi per gli intarsi marmorei sul pavimento della cattedrale.

Indirizzo: Via San Pietro 29, Siena

7. Il facciatone

Il facciatone

Una delle cose più insolite da fare a Siena è salire in cima al Facciatone , la facciata incompiuta della cattedrale che non fu mai costruita. A metà del 14° secolo i senesi progettarono e diedero inizio ai lavori di ampliamento per creare una nuova navata, lunga 100 metri, lasciando la navata originaria (quella che vedi ora) come transetto di questa gigantesca chiesa.

Ma la costruzione rallentò con l'inizio della peste e la conseguente recessione economica, fermandosi infine con la scoperta di problemi di stabilità con le porzioni già completate. Alla fine, i piani furono abbandonati, lasciando solo la facciata incompleta e splendide viste su Siena.

La salita in cima, su una stretta scalinata circolare, e l'esperienza vertiginosa sulla piattaforma in cima non sono per chi non ha una buona testa per le altezze, ma la vista della cattedrale e della campagna senese e toscana è incomparabile.

Indirizzo: Piazza del Duomo 8, Siena

Sito ufficiale: http://operaduomo.siena.it/en/

8. San Domenico

San Domenico

La Chiesa di San Domenico, severo edificio in muratura in stile gotico cistercense, fu originariamente edificata nel 1226 ma fu rimaneggiata e ampliata; il campanile merlato, in uno stile del tutto estraneo all'architettura cistercense, fu eretto nel 1340. La navata centrale non ha navate laterali, un coro rettangolare chiuso e un transetto sorprendentemente alto e spazioso che si apre su una coppia di cappelle che fiancheggiano il coro.

La mancanza di decorazioni migliora l'impressione di spazio. Una cappella a volta fuori dalla navata ha la prima somiglianza conosciuta di Santa Caterina da Siena, un affresco di Andrea Vanni dipinto intorno al 1400.

La Cappella di Santa Caterina , sulla parete destra della navata, contiene due capolavori del Sodoma del 1525, L'estasi di Santa Caterina e Santa Caterina svenuta , e un tabernacolo marmoreo del 1446 di Giovanni di Stéfano con la testa del Santo, che morì e fu sepolto nella Chiesa di Santa Maria sopra Minerva a Roma.

Sull'altare maggiore due angeli reggono un candelabro, opera di Benedetto da Maiano. Affreschi e pitture murali di Matteo di Giovanni si trovano nelle cappelle laterali fuori dal coro. Sotto l'abside di San Domenico si trova la Fonte Branda, fontana citata già nel 1081.

Indirizzo: Piazza San Domenico, Siena

9. San Francesco

San Francesco

La Chiesa gotica di San Francesco fu iniziata dall'ordine francescano nel 1326 ma non fu completata fino al 1475. Come San Domenico , San Francesco mostra lo stile architettonico degli ordini mendicanti, con una navata a navata unica e senza abside all'estremità orientale. E anche come San Domenico, il suo campanile fu aggiunto molto più tardi, nel 1765.

L'interno, con il suo tetto in legno a vista, è dipinto a fasce alternate di bianco e nero che ricordano il rivestimento marmoreo della cattedrale, ed è ravvivato dagli stendardi delle antiche corporazioni artigiane.

Nel transetto sinistro si trovano un magnifico affresco della Crocifissione, dipinto intorno al 1330 da Pietro Lorenzetti, e gli affreschi di San Ludovico di Tolosa e il Martirio dei Francescani a Ceuta di Ambrogio Lorenzetti.

Indirizzo: Piazza San Francesco, Siena

10. Santa Maria della Scala (Santa Annunziata)

Santa Maria della Scala (Santa Annunziata)

Attigua all'Ospedale di Santa Maria della Scala, di fronte alla cattedrale, la Chiesa della Santíssima Annunziata è meglio conosciuta come Santa Maria della Scala. Costruita alla fine del Duecento, fu radicalmente ricostruita alla fine del Quattrocento da Francesco di Giorgio Martini, con la decorazione dell'abside e il soffitto a cassettoni.

Nel 1730 fu dipinto da Sebastiano Conca il grande affresco che riempie l'abside, raffigurante i malati in attesa di guarigione miracolosa presso la Piscina di Bethesda, adeguata alla missione della chiesa come parte di un ospedale. Sull'altare maggiore è un pregevole Cristo risorto in bronzo di Lorenzo Vecchietta, datato e firmato dall'artista nel 1476, capolavoro della scultura rinascimentale spesso paragonato ad opere di Donatello.

L'ospedale, adibito a museo, conserva anche alcuni importanti affreschi. È stato uno dei primi ospedali d'Europa ed è uno dei più antichi al mondo ancora sopravvissuti.

Indirizzo: Piazza del Duomo 2, Siena

Sito ufficiale: http://www.santamariadellascala.com/en/

11. Santuario di Santa Caterina

Santuario di Santa Caterina

In tutte le chiese della città e altrove, troverai riferimenti a Santa Caterina da Siena, una delle sante più amate della chiesa cattolica romana. Figlia di un tintore senese di nome Benincasa, Caterina convinse papa Gregorio XI a tornare da Avignone a Roma nel 1377.

La più nota delle sue visioni fu il suo "matrimonio mistico" con Cristo Bambino, un tema preferito dai pittori. La prima sua somiglianza conosciuta è in un affresco di Andrea Vanni nella Chiesa di San Domenico , dipinto intorno al 1400, solo 20 anni dopo la sua morte. La sua casa d'infanzia è ora venerata come il Santuario di Santa Caterina. Il bel portale rinascimentale reca l'iscrizione latina "Sponsae Kristi Catherinae Domus" (Casa di Caterina, Sposa di Cristo).

Indirizzo: Via Santa Caterina, Siena

12. Santa Maria dei Servi

Santa Maria dei Servi

All'estremità sud-est del centro storico, la Chiesa di Santa Maria degli Servi, originariamente edificata nel XIII secolo, fu rimaneggiata nel XV-XVI secolo secondo lo stile dell'epoca. La semplice facciata fu lasciata incompiuta; il campanile romanico, come quello della cattedrale, ha quattro strati di finestre, che aumentano di numero ad ogni livello per farlo sembrare rastremato nella parte superiore.

Notevoli opere d'arte all'interno sono la Madonna del Bordone del 1261 di Coppo di Marcovaldo e il famoso affresco del XIV secolo, La strage degli innocenti, di Pietro Lorenzetti nella seconda cappella del transetto sud. Sull'altare si trova la Madonna del Pópolo di Lippo Memmi, del 1317 circa. Non lontano dalla chiesa si trova l'imponente Porta Romana, una porta del 1327 nella cinta muraria della città vecchia.

13. Oratorio di San Bernardino

Accanto alla Basilica di San Francesco, a circa 10 minuti a piedi dal Duomo e compreso con il Duomo e diverse altre chiese dei passi dell'Acropoli, l' Oratorio di San Bernardino fu edificato nel XV secolo sul luogo dove il frate francescano San Bernardino da Siena predicava spesso.

Al piano terra si trovano dipinti databili dal XIII al XIX secolo provenienti da altre chiese della diocesi di Siena, facenti parte del Museo Diocesano . Il soffitto a volta, affrescato a rappresentare un cielo azzurro tempestato di stelle, risale al XVI secolo.

Più inestimabili dipinti religiosi si trovano al piano superiore, di artisti come Sano di Pietro, Pietro Lorenzetti e Jacopo della Quercia. Ma il clou è la cappella, le cui pareti sono ricoperte da magnifici affreschi del XVI secolo di Sodoma, Domenico Beccafumi e Girólamo del Pacchia, che mostrano scene della vita della Vergine e di vari santi.

Indirizzo: Piazza San Francesco, Siena

14. Palazzo Salimbeni

Palazzo Salimbeni

Le facciate di tre palazzi circondano Piazza Salimbeni , con al centro il gotico Palazzo Salimbeni del XIV secolo. La piazza stessa era il giardino del palazzo, ma a metà del 1800 fu creata la piazza e Palazzo Salimbeni fu aggiornato all'allora popolare stile neogotico.

Il Palazzo Salimbeni è oggi occupato dalla sede di una delle banche più antiche d'Italia, il Monte dei Paschi di Siena fondato nel 1472. Le sue collezioni d'arte sono raramente aperte al pubblico.

Alla destra di Palazzo Salimbeni si trova il Palazzo Spannocchi , costruito dall'architetto Giuliano da Maiano per Ambrogio Spannocchi, tesoriere di Papa Pio II. Davanti a questo elegante edificio rinascimentale si aprono le logge aggiunte nel 1880 da Giuseppe Partini, che realizzò la piazza e ristrutturò Palazzo Salimbeni.

Indirizzo: Piazza Salimbeni, Siena

Dove dormire a Siena per visite turistiche

Consigliamo questi affascinanti hotel vicino al centro storico di Siena e alla splendida campagna toscana, a breve distanza dai migliori luoghi da visitare a Siena:

  • Hotel di Lusso: Il Relais degli Angeli è un boutique hotel nel centro storico, a pochi passi da Piazza del Campo. L'arredamento è elegante, con soffitti affrescati, e la colazione inclusa comprende specialità locali.

    In un magnifico palazzo del 17° secolo, il Grand Hotel Continental Siena – Starhotels Collezione è l'unico boutique hotel 5 stelle del centro storico, e le sue eleganti camere e suite sono caratterizzate da soffitti affrescati, mobili antichi e opere d'arte originali. I servizi di lusso includono il servizio di parcheggio e riconsegna auto, il concierge e il servizio in camera 24 ore su 24.

    Residenza d'Epoca Palazzo Borghesi è una casa nobiliare del XIV secolo riccamente decorata, con soffitti a volta e affrescati e splendidi lampadari in vetro di Murano. Vicino al Duomo ea Piazza del Campo, le sue quattro camere sono arredate con mobili originali d'epoca e comfort modernissimi. La ricca colazione, servita nella fresca sala, è a base di prodotti locali di stagione.

  • Hotel di fascia media: L'Hotel Santa Caterina a 3 stelle è piccolo e accogliente, in una villa patrizia del 18° secolo ristrutturata vicino a una delle porte medievali della città. La generosa colazione gratuita viene servita sulla terrazza con vista mozzafiato sulla campagna o nella sala da pranzo con vetrate che si affaccia sugli splendidi giardini.

    A soli 15 minuti a piedi dal centro storico, il Palazzo di Valli 3 stelle si affaccia su una vista mozzafiato sulla campagna. Le camere e le aree pubbliche sono arredate in modo confortevole ed elegante e molte camere hanno soffitti affrescati. Sia il parcheggio che la colazione calda sono inclusi, e sono presenti una reception aperta 24 ore su 24 e un servizio di portineria.

    Il confortevole B&B I Tetti di Siena dispone di camere arredate in modo semplice, molte con balcone con vista sul centro città e sulla cattedrale, a soli cinque minuti a piedi. Una colazione continentale a buffet è inclusa.

  • Hotel economici: A circa 10 minuti a piedi dalla cattedrale, l'Hotel Athena è facilmente raggiungibile in auto e offre un parcheggio privato. Gli ospiti godono di una vista panoramica sulle colline toscane dalla sua terrazza e da alcune camere. Un ristorante serve piatti tipici senesi e la colazione americana a buffet inclusa viene servita tutti i giorni fino alle 11:00.

    La villa che ospita l'Hotel Garden risale al 1700 e comprende un proprio ristorante tradizionale con vista sulla campagna toscana. Un parco ombreggiato, giardini di rose e una piscina all'aperto, oltre alla disponibilità di camere più grandi, ne fanno un luogo attraente per le famiglie con bambini.

Mappa Siena – Attrazioni (Storiche)