15 attrazioni turistiche di prim'ordine a Limassol

Limassol (conosciuta anche come Lemesos) è una città costiera che si estende lungo un ampio tratto di spiaggia. Questo è il centro cosmopolita di Cipro, che unisce senza sforzo la sofisticata modernizzazione con il suo antico passato.

Ristoranti e caffè alla moda si raggruppano intorno al centro storico restaurato, mentre sul lungomare, l'area del vecchio porto confina con un porto turistico elegante e moderno che è diventato un altro popolare centro di ristorazione.

In una posizione perfetta per esplorare le spiagge della penisola di Akrotiri, così come gli splendidi villaggi di montagna che cadono giù per le pendici inferiori della regione di Mandaria e si rannicchiano all'interno del massiccio di Troodos (Monti Troodos) e dell'antica Kourion (l'archeologo numero uno di Cipro sito), Limassol è un'ottima base per i viaggiatori che vogliono temperare il divertimento della spiaggia sabbiosa con un sacco di cultura.

Sfrutta al massimo il tuo tempo mentre sei qui utilizzando questo elenco delle principali attrazioni di Limassol.

Vedi anche: Dove alloggiare a Limassol

Nota: alcune attività potrebbero essere temporaneamente chiuse a causa di recenti problemi di salute e sicurezza a livello globale.

1. L'antica Kourion

Antica Kourion

Uno dei siti archeologici più spettacolari di Cipro, l'antica città-regno di Kourion (a volte si scrive Curium) è in cima alla classifica delle cose da fare della maggior parte dei visitatori.

Kourion è stata abitata fin dal Neolitico, anche se i grandiosi monumenti in mostra risalgono tutti al suo periodo greco-romano.

Il piccolo teatro (con una capienza di 3.500 spettatori) fu costruito nel II secolo e poi ampliato dai romani. È stato completamente ricostruito, essendo stato distrutto da un terremoto nel 4° secolo. Le viste sulle frastagliate scogliere costiere e sul Mar Mediterraneo sono superbe da qui.

Per gli appassionati di mosaico, l'area più interessante dell'antica Kourion è accanto alla Casa di Eustolios, che originariamente funzionava come una magnifica villa privata romana ma fu trasformata in un centro ricreativo pubblico e bagni pubblici durante l'era bizantina.

I pregiati pavimenti a mosaico qui sono eccezionalmente ben conservati. Cerca il mosaico di Achille travestito da donna e il famoso mosaico a quattro pannelli raffigurante una pernice e il dio Ktisis.

Più avanti lungo il bordo della scogliera si trovano le rovine di una basilica bizantina del V secolo, un ninfeo romano (fontana decorata) e ampi resti di bagni pubblici.

Da qui un breve sentiero conduce alla piccola Casa dei Gladiatori , così chiamata per via dei mosaici di un combattimento di gladiatori ancora in situ sul pavimento.

Dopo aver esplorato il sito, dirigiti verso il vicino villaggio di Episkopi (due chilometri a nord-est) per visitare il Museo Kourion . La collezione qui comprende una ricchezza di manufatti più piccoli rinvenuti sia da Kourion che dal Santuario di Apollo.

Ubicazione: 20 chilometri a ovest di Limassol

Mappa della Basilica paleocristiana di Kourion (storica)

Mappa del sito di scavo di Kourion (storica)

2. Centro storico di Limassol

Città Vecchia di Limassol

Il vivace quartiere della città vecchia di Limassol è la parte più interessante della città da esplorare.

In pieno centro, sulla piazza principale, la principale attrazione turistica è il Castello di Limassol , costruito nel XIV secolo sul sito di una precedente costruzione bizantina. Alcune delle fortificazioni precedenti sono visibili appena all'interno delle mura.

È qui che Riccardo Cuor di Leone d'Inghilterra sposò Berengaria e, in seguito, gli ottomani la usarono come base militare.

L'intero interno del castello è ora sede del Museo Medievale di Limassol con un'affascinante collezione di armature, armi, icone religiose e lapidi.

La piazza principale è bordata da caffè e ristoranti sempre pieni di vivaci cose giovani di Limassol.

Dopo aver dato un'occhiata alla storia del castello, dai un'occhiata all'atmosfera moderna della città presso l'innovativa Lanitis Art Foundation (anch'essa sulla piazza principale), ospitata in un vecchio mulino per carrubi e sede di un programma di mostre a rotazione.

Un salto salta e salta a est dalla piazza è l'imponente Cattedrale di Limassol , con una facciata meravigliosamente barocca, mentre in fondo a un vicolo si trova la piccola Grande Moschea , circondata da palme.

3. Castello Kolossi

Castello di Kolossi

Probabilmente il castello più squallido che tu abbia mai visto, il castello di Kolossi fu costruito nel 1210 d.C. dai Cavalieri di San Giovanni. È uno dei posti migliori da visitare sulla strada tra Limassol e l'antica Kourion.

È un bell'esempio di architettura militare e servì come centro del Gran Comando dell'Ordine di San Giovanni di Gerusalemme fino a quando non fu rilevato dall'Ordine dei Cavalieri Templari nel XIV secolo.

Si entra nel castello attraverso un minuscolo ponte levatoio, che ci porta in una grande camera con un affresco decentemente conservato raffigurante la crocifissione di Gesù sulla parete d'ingresso principale. Una stretta scala a chiocciola conduce al secondo livello con due camere scavate nella pietra, e poi al tetto merlato con una vista eccellente sul villaggio di Kolossi sottostante.

Accanto all'edificio principale del castello si trovano le rovine di una fabbrica medievale dove i cavalieri lavoravano la canna da zucchero.

Località: villaggio di Kolossi, 10 chilometri a ovest di Limassol

Mappa del castello di Kolossi (storica)

4. Museo Archeologico

Mosaico al Museo Archeologico di Limassol | Carole Raddato / foto modificata

Proprio dietro i Giardini Municipali di Limassol , si trova il Museo Archeologico della città, che ospita un'interessante collezione di antichità rinvenute nell'area di Limassol che vanno dal Neolitico fino al periodo Romano.

La prima stanza contiene strumenti e ceramiche neolitiche che sono stati scavati a Kourion e Amathus , così come la città stessa. È una dimostrazione sbalorditiva della vasta storia di Cipro che copre un enorme arco di tempo dal 3000 a.C. al 1300 d.C.

La sala due custodisce reperti dell'era greco-romana tra cui uno splendido toro di bronzo e alcune delicate figurine, mentre la sala tre contiene alcuni dei reperti più importanti della zona, tra cui le statue del dio egizio Bes e della dea Artemide rinvenute ad Amathus.

All'esterno, all'interno del piacevole giardino, c'è una meridiana, che un tempo era di proprietà di Lord Kitchener.

Indirizzo: Via Vyronos 5, Limassol

5. Roccia di Afrodite (Petra tou Romiou)

Roccia di Afrodite (Petra tou Romiou)

La tradizione locale dice che questo è il punto in cui la dea Afrodite emerse dalle onde. Oggi è uno dei luoghi più magici dell'isola da visitare al tramonto.

Il nome greco della roccia "Petra tou Romiou" o "Roccia del Greco" è associato alla leggendaria guardia di frontiera bizantina Digenis Akritas. Si dice che tenesse a bada i pirati arabi lanciando loro pietre dalla collina sopra.

Qui due grandi rocce sporgono nel mare, creando uno dei paesaggi balneari più fotografati di Cipro. L'ambientazione è stata fonte di ispirazione per molti poeti e pittori; il più famoso dipinto Nascita di Venere di Boticelli (a Firenze).

Sebbene la spiaggia attuale sia di ciottoli piuttosto che di sabbia, questa è un ottimo ritrovo per i picnic e una tappa obbligata per chiunque si sposti lungo la costa tra Limassol e Paphos.

Ubicazione: autostrada A6, 43 chilometri a ovest di Limassol

6. L'antica Amathus

Antica Amathus

Secondo la mitologia, è qui che il dio Teseo lasciò Arianna incinta dopo la sua battaglia con il Minotauro.

Amathus è stata colonizzata dal 1000 aC circa ed era una delle quattro città-regni originari dell'isola. I primi abitanti qui furono probabilmente micenei, anche se non ci sono prove certe che lo dimostrino. I resti oggi in mostra risalgono principalmente all'epoca romana e bizantina.

Durante il periodo romano, Amathus era un'importante città portuale, che guadagnava grazie all'esportazione del rame e del legname dell'isola, ma l'età di gloria della città iniziò a sgretolarsi nel corso del IV secolo dopo essere stata vittima di una serie di devastanti terremoti.

Le rovine sono sparse e non c'è molto da vedere come a Kourion . L'elemento più facilmente visibile è l' Agorà dove sono stati ricostruiti un gran numero di pilastri e si possono vedere le vestigia di alcune prime mura.

Sulla collina sovrastante si trovano i resti dell'Acropoli e il Tempio di Afrodite , con l'ingresso segnato da una grande giara di pietra.

Ai piedi della collina c'è una basilica bizantina in rovina.

Ubicazione: 11 chilometri a est di Limassol

7. Santo Monastero di San Nicola dei Gatti

Santo Monastero di San Nicola dei Gatti

La penisola di Akrotiri striscia a sud di Limassol, ricoperta di piantagioni di agrumi e grandi boschi di cipressi e con un lago salato al centro.

Gran parte della penisola fa parte della base sovrana britannica di Akrotiri, anche se percorrendo la sua lunghezza non ci sono molti segni che tu sia passato dal territorio cipriota al territorio britannico.

Proprio sulla punta della penisola si trova il Santo Monastero di San Nicola dei Gatti, fondato nel 325 d.C., anche se gli edifici attuali risalgono al XIII secolo.

Sopra l'ingresso nord si trova una sezione marmorea di epoca medievale raffigurante quattro stemmi.

Il monastero prende il suo nome piuttosto lungo dalla moltitudine di gatti che si estendono per i terreni e furono introdotti per la prima volta dall'Egitto qui nel 4° secolo per cercare di controllare il problema dei serpenti della penisola. Il metodo ha funzionato e invece dei serpenti, il monastero (e Cipro nel suo insieme) è ora invaso dai gatti.

La piccola comunità di suore che vive qui vende le proprie marmellate e miele ai visitatori.

8. Spiagge

spiagge

Per molti visitatori, una vacanza a Limassol significa una cosa: la spiaggia.

Il lungo tratto sabbioso di otto chilometri di Lady's Mile Beach (13 chilometri a sud-ovest di Limassol) si trova sulla sponda orientale della penisola di Akrotiri ed è una delle spiagge locali più famose, con l'interessante paesaggio del lago salato che scorre dietro la riva .

La spiaggia di Kourion (17 chilometri a ovest di Limassol) si trova sotto le possenti rovine dell'antica Kourion e vanta un'ampia distesa di sabbia beige dorata sostenuta da scogliere e i resti di una basilica del VI secolo nelle vicinanze – nel caso abbiate bisogno di una dose di cultura con il tuo prendere il sole.

La spiaggia di Avdimou (27 chilometri a ovest di Limassol) è una lunga spiaggia con un litorale sabbioso, piacevoli nuotate e un piccolo caffè e un molo all'estremità orientale.

Il villaggio di Pissouri (10 chilometri a ovest di Avdimou) ha una spiaggia attraente con una piacevole distesa di sabbia. Il villaggio si trova sulla cima di una scogliera e ha molti graziosi caffè e boutique da visitare quando hai preparato l'azione del castello di sabbia per la giornata.

9. Piatti

Piatti

In alto nel massiccio dei Troodos c'è il piccolo villaggio di Platres, che brulica di visitatori sia locali che stranieri in estate, quando le temperature della costa iniziano a sfrigolare.

Questo è l'ultimo resort in alta collina, che ha trovato il favore per la prima volta durante il periodo coloniale britannico e ha ospitato numerosi famosi fuggiaschi tra cui il re Farouk d'Egitto.

Oggi è un rifugio preferito da escursionisti e amanti della natura attratti dalle lussureggianti e belle montagne di Troodos.

Nonostante l'inizio del turismo, il villaggio ha conservato gran parte del suo carattere tradizionale. Le strade strette sono orlate da robuste case di pietra ben conservate; molti balconi sporgenti scricchiolanti sportivi.

Appena fuori città si trovano le fresche acque delle cascate di Caledonia, mentre chi ha voglia di qualcosa di più di un meandro può infilarsi gli scarponi e percorrere il sentiero in discesa fino al villaggio di Foini o, per qualcosa di più faticoso, l'escursione in salita per il villaggio di Pouziaris .

Gli autobus da Limassol partono tre volte al giorno per Platres.

10. Santuario di Apollo

Santuario di Apollo

Celebrando Apollo Hylates, dio del bosco e protettore dell'antica Kourion, questa rovina del tempio risale all'VIII secolo a.C. al IV secolo d.C.

Gli scavi hanno rivelato altre strutture che un tempo sorgevano sul sito, tra cui un complesso termale, una sala dei pellegrini e un recinto sacro. Oggi, però, i pilastri trionfanti del solitario edificio principale del santuario sono l'unica porzione ben conservata di quello che doveva essere un complesso religioso piuttosto imponente.

I visitatori possono anche vedere la Casa del Sacerdote , dove ci sono i resti di un mosaico. Un percorso lastricato passa poi lungo il portico del Palazzo Sud e scende una scalinata fino a una Palaestra (palazzo sportivo) un tempo utilizzata per i giochi atletici.

Il Santuario di Apollo si trova a soli tre chilometri a ovest dell'antica Kourion ed è meglio visitarlo come parte di un viaggio lì.

Mappa del Santuario di Apollo Hylates (storica)

11. Chiese della Valle del Solea

Chiesa di Panagia Asinou nel villaggio di Nikitari a Cipro

Per una gita di un giorno ammirando alcuni degli affreschi meglio conservati delle chiese sui monti Troodos di Cipro, dirigiti verso la Valle del Solea.

Le cappelle di pietra che punteggiano i pendii boscosi qui sono minuscole e modeste, ma i loro interni sono un tripudio di vibrante arte dell'era bizantina.

Una delle più importanti chiese dichiarate Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO qui è la Panagia Asinou vicino al villaggio di Nikitari. L'intero interno è ricoperto da coloratissimi affreschi di santi e scene bibliche. Alcuni dei primi dipinti qui risalgono al XII secolo.

La Panagia Podithou , appena a nord del villaggio di Kakopetria, fu originariamente costruita come parte di un monastero del XVI secolo. I suoi affreschi del XVI e XVII secolo sono notevoli esempi della successiva arte italo-bizantina, fortemente influenzata dallo stile rinascimentale italiano.

Avrai bisogno del tuo mezzo di trasporto per recarti alle chiese, quindi questa è un'opzione eccellente per un tour in auto. Kakopetria , il villaggio principale della Solea Valley, offre molte opzioni per il pranzo.

12. Villaggio Lofou

Villaggio Lofo

L'adorabile piccola Lofou è tutta viuzze di ciottoli e case con pareti di pietra calcarea e tetti rossi, l'epitome dei villaggi tipici della regione di Mandaria .

Circondato da frutteti e campi da cui spuntano finocchi selvatici, questo luogo tranquillo è l'occasione perfetta per passeggiare senza meta e immergersi nella tradizionale vita cipriota. Le vecchiette si siedono sui gradini della porta spettegolando tra i clic dei ferri da maglia, mentre le capre si nascondono nei vicoli secondari pieni di cestini colorati di gerani e calendule.

La Chiesa di Panagia Chrysolofitissa domina il lato occidentale del paese e si dice sia stata costruita direttamente sul luogo in cui i pastori locali vedevano una luce emanare mentre pascolavano il loro gregge. Indagando su questo fenomeno, i pastori trovarono un'icona della Vergine Maria e costruirono qui la chiesa in suo onore.

Costruito tra il 1854 e il 1872, l'interno vanta pregevoli affreschi raffiguranti la vita di vari santi e un soppalco particolarmente bello.

13. Coirocozia

coirocozia

Choirokoitia è uno degli insediamenti neolitici più importanti al mondo.

Le rovine qui, costituite principalmente dalle fondamenta di case circolari e tombe tutte circondate da un muro difensivo, sono state datate intorno al 6.800-5.250 a.C.

Gli scavi archeologici qui hanno scoperto che ogni casa nell'insediamento aveva un pavimento di terra appiattito, piattaforme rialzate ai bordi per dormire, un camino e un palo centrale per sostenere il tetto. Le case erano costruite vicine e collegate da stretti passaggi attraverso il pendio della collina.

Il sito ha quattro aree principali. La prima area contiene resti significativi di fondamenta di case tra cui una casa più grande fino a nove metri di diametro. La seconda area, più a monte della strada, ospita le case B e C, dove gli archeologi hanno portato alla luce numerosi luoghi di sepoltura.

L'area 3 ha di nuovo diverse fondamenta di case, inclusa la casa F, che conteneva 26 sepolture. L'area finale è all'estremità del sito, su per la collina. Da qui si possono vedere i resti delle mura difensive ed è possibile avere un'idea più chiara del sito nel suo insieme, altrimenti piuttosto confuso.

Per il profano, il sito può essere leggermente deludente poiché le basi sono tutto ciò che rimane, ma il significato di Choirokoitia non può essere sottovalutato. Il lavoro degli archeologi qui ha prodotto numerosi reperti, tra cui ceramiche decorate e manufatti che dimostrano che questa cultura neolitica era altamente sofisticata.

La maggior parte dei reperti può essere vista nel Museo di Cipro a Nicosia.

Insediamento neolitico, mappa di Khirokitia (storica)

14. Monastero di Kykkos

Monastero di Kykkos

Questo monastero greco-ortodosso, a circa 74 chilometri a nord di Limassol, è uno dei più importanti di Cipro. Fu costruito sotto il comando dell'imperatore bizantino Alessio I dopo che un asceta eremita locale ricevette la visione di un'icona della Vergine Maria dipinta da San Luca che arrivava a Cipro da Costantinopoli (l'odierna Istanbul) e convinse un governatore locale a recarsi presso il bizantino capitale per raccoglierlo.

Il governatore, che soffriva di una malattia, guarì una volta completata la sua missione e convinse l'imperatore a costruire una chiesa vicino alla grotta dell'eremita.

Oggi, quella stessa icona occupa un posto d'onore all'interno del monastero nonostante la maggior parte della struttura originale del monastero sia stata distrutta da un incendio. L'attuale edificio risale al 1831.

Accanto al monastero si trova un interessantissimo Museo Bizantino, che custodisce un'importante collezione di manufatti religiosi di proprietà del monastero. C'è una grande quantità di iconografia, manoscritti e arte religiosa qui.

Sia il Monastero di Kykkos che il Museo Bizantino si trovano a 20 chilometri a ovest del villaggio di Pedoulas nel massiccio di Troodos.

15. Villaggio di Pedoulas

Villaggio Pedoulas

Pedoulas è rannicchiato nella Valle Marathasa del Massiccio di Troodos ed è sede di numerose attrazioni culturali tra cui la Chiesa dell'Arcangelo Michele , patrimonio dell'UNESCO, un fantastico Museo Bizantino e un Museo del Folklore .

La chiesa è l'attrazione turistica più famosa del paese e risale al 1474 con pregevoli affreschi di scene bibliche all'interno. Il Museo Bizantino è dedicato alle icone religiose con numerosi pezzi riccamente decorati in mostra.

Per approfondire la cultura tradizionale cipriota, dirigiti accanto al Museo del Folklore, che ospita mostre sulla storia e sullo stile di vita distintivo della gente del posto della Valle di Marathasa nel corso dei secoli.

Dove alloggiare a Limassol per visite turistiche

Consigliamo questi eccellenti hotel e pensioni a Limassol, con facile accesso alla spiaggia:

  • Amathus Beach Hotel Limassol : Questo lussuoso resort sulla spiaggia offre camere eleganti, numerosi ristoranti, giardini privati, una meravigliosa spa e un miniclub.
  • Crowne Plaza Limassol: per un hotel di fascia media sul mare, questa è un'ottima scelta. Situata vicino al lungomare e al centro storico, la struttura dispone di piscine interne e all'aperto, numerosi ristoranti e camere spaziose.
  • Poseidonia Beach Hotel : Questo conveniente hotel fronte mare è stato recentemente rinnovato. Dispone di camere moderne, piscine multiple, spa e palestra.
  • Case tradizionali di Apokryfo: la posizione del villaggio di Lofou, lo stile tradizionale della fattoria, gli appartamenti e le camere spaziose, i padroni di casa amichevoli, la piscina e il ristorante sono ciò che puoi aspettarti di trovare qui.

Mappa di Limassol – Attrazioni (storiche)