15 attrazioni turistiche di prim'ordine a Wellington

Le cose buone sicuramente arrivano in piccoli pacchetti. Prendi Wellington, in Nuova Zelanda, per esempio. Wellington può essere piccola, ma questa minuscola capitale è famosa per la cultura dei caffè funky e le splendide viste. Rannicchiato tra ripide colline ricoperte di foreste e un'ampia distesa di baia che si affaccia sullo Stretto di Cook, Wellington si estende sui pendii e un paio di robuste scarpe da passeggio avvantaggia i visitatori che desiderano esplorare al di fuori del quartiere centrale degli affari.

Fortunatamente, la principale attrazione turistica – il magnifico Museo della Nuova Zelanda (Te Papa) – si trova vicino al lungomare e la pittoresca Wellington Cable Car offre un'alternativa panoramica ed estremamente divertente per salire sulla collina fino al Kelburn Lookout.

A causa della posizione della città, che cattura le condizioni ventose proprio sullo Stretto di Cook, si è guadagnata il soprannome di "Wellington ventosa". Ma non lasciarti scoraggiare. In una giornata estiva con il cielo azzurro non c'è davvero nessuna città più bella della Nuova Zelanda. Per saperne di più su questa entusiasmante destinazione di viaggio, assicurati di leggere il nostro elenco delle migliori attrazioni turistiche di Wellington.

Vedi anche: Dove alloggiare a Wellington

Nota: alcune attività potrebbero essere temporaneamente chiuse a causa di recenti problemi di salute e sicurezza a livello globale.

1. Funivia di Wellington e belvedere di Kelburn

Funivia di Wellington

La storica funivia di Wellington si arrampica su per la collina fino al Kelburn Lookout, accanto ai Giardini Botanici, dal 1912. Questo divertente viaggio di cinque minuti è un'alternativa panoramica (e molto più rilassata) per risalire la ripida collina di Wellington da Lambton Quay nel quartiere centrale del lungomare. Lungo il percorso ci sono viste eccellenti su tutta la città e i fotografi appassionati vorranno sicuramente essere felicissimi con i panorami della città che si presentano davanti a loro una volta a Kelburn Lookout.

Il terminal della funivia di Kelburn ospita anche l'interessante Cable Car Museum , che espone la funivia originale utilizzata sui binari. Un giro in funivia è anche una delle cose migliori da fare di notte a Wellington. Non solo hai la possibilità di ammirare le viste notturne sulla città sotto di te, ma parti del viaggio, compresi i tunnel, sono illuminate da coloratissime luminarie. C'è anche un buon caffè situato in cima all'attrazione del cavo.

Indirizzo: 280 Lambton Quay, Wellington

Sito ufficiale: www.wellingtoncablecar.co.nz/English/Home.html

2. Museo della Nuova Zelanda Te Papa Tongarewa

Museo della Nuova Zelanda (Te Papa Tongarewa) | Matt Chan / foto modificata

Il museo nazionale della Nuova Zelanda è un viaggio immersivo nelle forze naturali che hanno formato il paese, la cultura del popolo Maori che si stabilì qui per la prima volta e la storia sociale sia dei Maori che degli europei che da allora hanno plasmato la nazione.

Il Museo della Nuova Zelanda Te Papa Tongarewa (più comunemente chiamato "Te Papa" dalla gente del posto) ha una ricchezza di mostre da esplorare, dalla Casa del terremoto che simula l'esperienza di essere in un terremoto, alla molto più tranquilla collezione Arts Te Papa , con 11 gallerie di opere d'arte incentrate su artisti della Nuova Zelanda e delle Isole del Pacifico.

Il clou del museo è però la mostra Mana Whenua, che ripercorre la storia dei Maori della Nuova Zelanda con una raffinata collezione di arte e tesori Maori e display multimediali all'avanguardia. Nei locali si trovano anche caffetterie e un negozio e sono particolarmente utili se stai pianificando una lunga visita o stai partecipando a un seminario educativo o a una lezione.

Indirizzo: 55 Cable Street, Te Aro, Wellington

Sito ufficiale: www.tepapa.govt.nz/pages/home.aspx

3. Museo di Wellington

Museo di Wellington | russellstreet / foto modificata

Considerata una delle migliori cose gratuite da fare a Wellington, i display multimediali all'avanguardia aiutano a riportare in vita la storia della città nel piccolo ma imponente Wellington Museum. Ospitato in un edificio storico preservato che un tempo era uno dei primi grandi magazzini della città, il museo presenta mostre informative e presentazioni di film che ripercorrono la storia marittima di Wellington e l'evoluzione della città.

In particolare, le mostre sul disastro di Wahine del 1968 – l'affondamento del traghetto Wahine vicino al porto di Wellington durante una tempesta ha causato 51 vittime ed è il peggior disastro marittimo della Nuova Zelanda – sono un promemoria serio e premuroso del potere della natura e del legame di Wellington con il essere. C'è anche una galleria molto ben presentata incentrata su miti e leggende Maori.

Merita una visita anche il vicino Pukeahu National War Memorial Park , sede del monumento nazionale del paese a coloro che hanno fallito durante il conflitto. Di particolare interesse è il War Memorial Carillon, una serie di 74 campane che vengono regolarmente suonate nei concerti e vale la pena assistere se stai visitando la città in quel momento.

Ubicazione: 3 Jervois Quay, Wellington

Sito ufficiale: www.museumswellington.org.nz/wellington-museum/

4. L'alveare

L'alveare

L'edificio più iconico di Wellington è The Beehive, sede del parlamento della Nuova Zelanda. Progettato dall'architetto britannico Sir Basil Spence e costruito tra il 1964 e il 1979, l'edificio con la sua forma distintiva è l'opera architettonica che più si ama o si odia della città.

Accanto si trova l'edificio dall'aspetto più classico del Parlamento , costruito nel 1907 in stile edoardiano neoclassico e sede della Camera , dove si tengono i dibattiti parlamentari.

Tutti i giorni dalle 10:00 alle 16:00 si tengono tour gratuiti di un'ora degli edifici del parlamento e ripercorrono la storia parlamentare della Nuova Zelanda, oltre a visitare le importanti sale del governo. Partono dal centro visitatori al piano terra di The Beehive.

I giardini del parlamento intorno agli edifici sono aperti al pubblico e contengono roseti e una statua di Richard John Seddon, primo ministro della Nuova Zelanda tra il 1893 e il 1906.

Indirizzo: Molesworth Street, Wellington

Sito ufficiale: www.parliament.nz

5. Giardino botanico di Wellington

Giardino botanico di Wellington

Creato nel 1868, il Wellington Botanic Garden è un'oasi lussureggiante di 25 ettari che si estende per 25 ettari sulla collina della città, ricca di fiori in fiore e fauna autoctona. Una serie di sentieri si snoda attraverso i giardini, dalle aree boschive di conifere ai traghetti e alle aiuole stagionali. I Lady Norwood Rose Gardens qui sono una delle più belle attrazioni dei giardini botanici, con 110 aiuole di rose che vantano una raffica di varietà diverse.

Lo Space Place at Carter Observatory, con il suo spettacolo al planetario, si trova nella parte orientale dei giardini (vicino al terminal Kelburn della funivia di Wellington), e i giardini ospitano anche la Begonia House con esposizioni di specie di fiori tropicali.

Se possibile, cerca di programmare la tua visita in modo che coincida con uno dei frequenti concerti estivi ospitati qui. Per una giornata divertente, prendi la funivia di Wellington, quindi torna in centro a piedi dopo aver esplorato i giardini.

E se hai tempo a disposizione per un po' più di giardinaggio botanico, visita l'interessante Otari Native Botanic Garden e la Wilton's Bush Reserve , situata nella vicina Wilton, famosa per la sua vita vegetale autoctona.

Indirizzo: 101 Glenmore Street, Wellington

Sito ufficiale: https://wellingtongardens.nz/our-gardens/wellington-botanic-garden/

6. Ecosantuario ZELANDA

ZELANDA Ecosantuario | Sarah-Rose / foto modificata

Dedicato a mostrare gli sforzi di conservazione della Nuova Zelanda e la sua natura e fauna uniche, ZEALAND Ecosanctuary è un eco-santuario urbano di 225 ettari a soli due chilometri dal centro della città. Qui si possono ascoltare e vedere molti degli uccelli nativi del paese, comprese specie in via di estinzione come lo stitchbird, la sella e il takahe, oltre a più di 100 kiwi (che possono essere avvistati durante le visite guidate notturne) e il famoso rettile della Nuova Zelanda , il tuatara.

Ci sono 32 chilometri di sentieri in tutta la riserva che i visitatori possono esplorare, oltre a un museo che documenta la storia naturale del paese. Sono disponibili anche tour diurni e al crepuscolo, insieme a un divertente giro in barca elettrica.

Indirizzo: 53 Waiapu Road, Wellington

Sito ufficiale: www.visitzealandia.com

7. Tour del laboratorio della grotta di Weta

Laboratorio della grotta di Weta | Jeff Hitchcock / foto modificata

I fan dei film classici Il Signore degli Anelli e Lo Hobbit non vorranno perdersi il legame di Wellington con le trilogie di successo di Peter Jackson. Wellington ospita il famoso Weta Workshop del regista, dove sono stati realizzati molti degli oggetti di scena e degli effetti speciali per questi film di successo.

Il modo migliore per vivere questa attrazione cinematografica è a bordo di un Weta Cave Workshop Tour. Questi tour guidati da professionisti offrono uno sguardo affascinante dietro le quinte di come sono stati realizzati questi film, insieme ad altri successi, tra cui Avatar e The Amazing Spider-Man 2 .

Vedrai anche da vicino alcuni dei modelli usati per ritrarre vari personaggi e set cinematografici. Incluso nel tour è il trasporto di andata e ritorno dal centro di Wellington, una guida turistica, la possibilità di chattare con il personale dell'officina e un documentario introduttivo. In loco si trova un ottimo negozio di souvenir.

8. Casa e giardino di Katherine Mansfield

Questa piccola casa di legno nel sobborgo di Thorndon a Wellington è stata la casa d'infanzia dell'autore più famoso della Nuova Zelanda. Katherine Mansfield (1888-1923) è stata una scrittrice di racconti la cui prosa modernista è stata molto influente sia nel suo paese d'origine che all'estero. La maggior parte della scrittura per cui è diventata famosa è stata completata a Londra, dove si è trasferita da adulta ed è stata amica di DH Lawrence e Virginia Woolf.

La casa in cui è nata e cresciuta è stata riportata alla sua condizione originale ed è ora un museo che ospita molti effetti personali di Mansfield, oltre a mobili e arredi tipici della fine del XIX secolo. Sono disponibili visite guidate e in loco è presente un negozio di articoli da regalo.

Indirizzo: 25 Tinakori Road, Wellington

Sito ufficiale: www.katherinemansfield.com

9. Galleria della città Wellington

Galleria della città Wellington | Phillip Capper / foto modificata

Ospitata nell'edificio storico della vecchia biblioteca cittadina, la City Gallery Wellington è stata aperta nel 1980 ed è uno dei principali spazi di arte contemporanea della Nuova Zelanda. Questa galleria luminosa e spaziosa presenta un programma mutevole di mostre temporanee durante tutto l'anno, che espongono opere di artisti locali, dell'isola del Pacifico e internazionali sia famosi che emergenti. Dedicate alle arti visive moderne, le mostre spaziano dalla pittura alla fotografia, alla scultura, alle opere multimediali e alle installazioni artistiche.

La galleria è anche uno dei principali centri culturali di Wellington con una serie di conferenze, eventi di incontro con gli artisti, tour, workshop e spettacoli dal vivo che si svolgono durante tutto l'anno. In loco è presente una caffetteria.

Interessante anche per i frequentatori d'arte, la New Zealand Portrait Gallery espone importanti dipinti di neozelandesi, comprese le opere d'arte dei suoi cittadini; di particolare interesse è un ritratto della Regina appositamente commissionato.

Posizione: Piazza Civica Te Ngakau, Wellington

Sito ufficiale: http://citygallery.org.nz/

10. Nairn Street Cottage e Museo del Cottage Coloniale

La più antica casa originale sopravvissuta di Wellington, il Nairn Street Cottage, fu costruita da William Wallis negli anni '50 dell'Ottocento come casa per la sua famiglia. È stato meticolosamente conservato con molti dei mobili e degli arredi originali del 19° secolo della famiglia in atto per ricreare l'atmosfera della vita nell'era pionieristica della Nuova Zelanda, mentre all'esterno si trova un giardino del patrimonio biologico.

L'ingresso alla casa avviene tramite una visita guidata (quattro volte al giorno) che offre ai visitatori un assaggio della Wellington coloniale e descrive in dettaglio la storia della famiglia Wallis che ha vissuto qui per tre generazioni. L'area del giardino è aperta ai turisti tutto il giorno.

Indirizzo: 68 Nairn Street, Wellington

Sito ufficiale: www.museumswellington.org.nz/nairn-street-cottage/

11.La principessa Bay

La baia della principessa | Felipe Skroski / foto modificata

Nove chilometri a sud del centro di Wellington, nel distretto di Houghton Bay, si trova la baia sabbiosa di Princess Bay. Questa distesa di sabbia riparata con numerose piscine rocciose è il luogo preferito per nuotare e fare picnic dalla gente del posto durante i fine settimana nei mesi estivi.

In una giornata limpida, la spiaggia offre viste eccellenti che possono estendersi fino all'Isola del Sud. Un breve sentiero costiero sopra la spiaggia porta a un punto panoramico con viste ancora migliori ed è un popolare territorio per passeggiare nel tardo pomeriggio.

Indirizzo: The Esplanade, Houghton Bay, Wellington

12.Isola Matiu

Isola Matiu | Aidan / foto modificata

Per gli amanti della natura che cercano una vacanza appartata vicino alla città, l'isola di Matiu (conosciuta anche come Somes Island) nel porto di Wellington offre una dose inebriante di paesaggi selvaggi della Nuova Zelanda. Durante l'era preeuropea, l'isola di Matiu, la più grande delle tre isole settentrionali del porto di Wellington, fu occupata dai Maori.

Durante l'era moderna, è stato utilizzato come stazione di quarantena, campo di internamento e installazione militare fino a quando non è stato ceduto al Dipartimento di Conservazione della Nuova Zelanda come riserva naturale.

Sia per gli escursionisti che per i pernottanti, l'isola ha una serie di brevi sentieri escursionistici fino al suo punto più alto, con postazioni di cannoni della seconda guerra mondiale, e attorno al suo perimetro, il tutto con viste eccellenti sulla terraferma. Regolari traghetti giornalieri partono da Queens Wharf per l'isola e un campeggio ospita i pernottamenti.

13. Zoo di Wellington

Zoo di Wellington | Patrick Quinn-Graham / foto modificata

Lo zoo di Wellington è lo zoo più antico della Nuova Zelanda. Fondato nel 1906, è noto per i suoi sforzi di conservazione. Se hai dei piccoli al seguito, questo è un posto eccellente per vedere da vicino parte della fauna selvatica della Nuova Zelanda, in particolare animali timidi come l'uccello kiwi (l'emblema nazionale del paese) e il rettile tuatara.

Ci sono anche molti recinti ben tenuti per animali provenienti da tutto il mondo, tra cui l'orso del sole malese, insieme a giraffe, scimmie, scimpanzé, gibboni, suricati e grandi felini. L'ospedale degli animali dello zoo, noto come The Nest, può essere visitato per vedere il lavoro del personale veterinario dello zoo.

Altre cose divertenti da fare qui includono discorsi quotidiani sugli animali, esperienze di alimentazione, incontri con creature, esplorazione dei parchi giochi di avventura e persino pigiama party allo zoo.

Indirizzo: 200 Daniell Street, Newton, Wellington

Sito ufficiale: https://wellingtonzoo.com/

14. Monte Victoria

Vista dal Monte Vittoria

Immediatamente a est del centro città si trova il Monte Victoria. Con un'altezza di 196 metri, questa vetta offre viste fantastiche sul paesaggio urbano, anche se può essere estremamente ventosa in cima. Una strada stretta e tortuosa, segnalata "Lookout", corre da Oriental Bay al Byrd Memorial sotto la piattaforma panoramica.

Dalla terrazza sulla sommità si gode un magnifico panorama dell'ampia città, del porto e dello Stretto di Cook in una direzione e di Kelburn Park con gli edifici universitari nell'altra. Il Byrd Memorial commemora l'aviatore americano Richard Byrd, che nel 1929 fece il primo volo sopra il Polo Sud dalla sua base in Nuova Zelanda.

Ubicazione: accesso da Kent Terrace, Wellington

15. Lungomare di Wellington

Lungomare di Wellington

L'area del lungomare di Wellington è un quartiere attraente proprio nel fulcro della città centrale. Sia Queen's Wharf che Frank Kitts Park sono circondati da begli edifici, tra cui il Civic Center e il Museum of New Zealand. Da Frank Kitts Park, c'è una buona vista del porto di Wellington e il parco ospita un mercato ogni sabato. Ci sono molti caffè e ristoranti in questa zona, quindi è un ottimo posto per una sosta mentre si passeggia nel centro della città.

Indirizzo: Jervois Quay, Wellington

Dove alloggiare a Wellington per visite turistiche

Ti consigliamo di prendere in considerazione questi hotel in posizione centrale a Wellington, situati vicino al porto e a famosi musei e attrazioni:

  • Hotel di lusso : Il lussuoso InterContinental Wellington offre sistemazioni a 5 stelle in una posizione eccellente con vista sul porto. Vanta menù di cuscini, personale di portineria meraviglioso e servizio di parcheggio e riconsegna auto. Una buona dose di lusso può essere goduta anche al Bolton Hotel, che offre una serie di suite più grandi con camere da letto separate, aree soggiorno e angolo cottura, nonché una piscina coperta e un parcheggio con servizio di ritiro e riconsegna auto. Controlla anche la disponibilità al QT Wellington , un divertente luogo in stile boutique che offre camere e suite di classe, un ristorante elegante e una palestra.
  • Hotel di fascia media : L'U Residence Hotel offre sistemazioni in appartamenti contemporanei in stile boutique con angolo cottura, padroni di casa cordiali, un'atmosfera genuina come una casa lontano da casa, oltre a letti confortevoli. Il Copthorne Hotel Wellington Oriental Bay è un'altra buona scelta e offre viste sull'acqua, una piscina coperta e il servizio in camera 24 ore su 24. Vale anche la pena considerare il Novotel Wellington , situato nel cuore del quartiere degli affari e dotato di camere moderne e luminose, viste sul porto e un centro fitness.
  • Hotel economici: Il Cambridge Hotel è un hotel economico di buona qualità situato in un edificio del 1883 con dormitori, bagni in comune e una cucina in comune. Il brillantemente chiamato Dwellington è un'ottima scelta per chi ha un budget limitato e dispone di camere in stile ostello distribuite su due antiche dimore storiche, oltre a un'ottima colazione continentale gratuita. Vale la pena dare un'occhiata anche alle sistemazioni economiche del The Marion Hostel. Dispone di camere in stile dormitorio con luci di lettura, schermi per la privacy e biancheria.

Mappa di Wellington – Attrazioni (storiche)