18 attrazioni turistiche top-rated in Linguadoca-Rossiglione

Leggermente fuori dai sentieri battuti, l'area della Linguadoca-Rossiglione nel sud della Francia cattura i cuori dei turisti con il suo caratteristico fascino mediterraneo e il suo ricco patrimonio culturale. Oltre alle favolose visite turistiche, il clima soleggiato e mite della regione e lo splendido scenario costiero della regione garantiscono una piacevole esperienza di vacanza.

La regione si estende lungo la costa mediterranea della Francia tra la foce del fiume Rodano e i Pirenei. Il paesaggio è caratterizzato da selvagge gole rocciose, vivaci frutteti e colorati giardini. Gli antichi borghi collinari e i castelli in rovina sui dirupi montuosi aggiungono un elemento di romanticismo.

I luoghi da non perdere includono la fiabesca città fortificata di Carcassonne e, più vicino al mare, la vivace città di Montpellier e la mite cittadina di Perpignan. Le località balneari preferite di Cap d'Agde e Port-Camargue offrono spiagge sabbiose e meno affollate rispetto alla Costa Azzurra.

Un festival speciale chiamato "Les Troubadours" celebra il patrimonio culturale unico della Linguadoca-Rossiglione. Il festival presenta la musica dei trovatori medievali in concerti tenuti in splendidi luoghi storici della regione.

Per ulteriori idee sulle cose da fare in questa regione panoramica, consulta il nostro elenco delle principali attrazioni della Linguadoca-Rossiglione.

Vedi anche: Dove alloggiare in Linguadoca

Nota: alcune attività potrebbero essere temporaneamente chiuse a causa di recenti problemi di salute e sicurezza a livello globale.

1. Carcassonne

Carcassonne

Carcassonne sorprende i visitatori con l'immagine reale di una scena da favola. Da lontano, le file di torri turrite e i bastioni merlati creano un'impressione sbalorditiva. Questa città fortificata medievale incredibilmente ben conservata, conosciuta come la Cité de Carcassonne , trasporta i visitatori indietro di alcuni secoli.

La Cité de Carcassonne (La Cité) , dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO, è una cittadella completamente chiusa, arroccata su una collina a cui si accede attraverso imponenti cancelli. I visitatori attraversano un ponte levatoio e si immergono in uno scenario magico: un labirinto di stradine acciottolate strette e tortuose risalenti al Medioevo. Molti degli edifici, delle piazze e dei vicoli hanno mantenuto il loro carattere secolare.

Questo incantevole regno medievale comprende monumenti storici degni di nota. Costruita tra il X e il XIV secolo, la Basilica di Saint-Nazaire et Saint-Celse è un gioiello dell'architettura romanica e gotica apprezzata per le sue spettacolari vetrate. Nel cuore di La Cité si trova il castello Comtal del XII secolo, roccaforte dei Visconti di Carcassonne.

La porta d'ingresso principale a La Cité è l'imponente Porte Narbonnaise con torri turrite risalenti al XIII secolo. Un altro cancello d'ingresso , la Porte d' Au de vicino al castello di Comtal, è apparso nel film Robin Hood .

La Cité è probabilmente la cittadella medievale meglio conservata d'Europa, circondata da tre chilometri di antichi bastioni . Il doppio circuito di mura difensive presenta caditoie, feritoie per frecce e 52 torri di avvistamento. Le fortificazioni, risalenti in parte al 3° e 4° secolo, furono rafforzate da Luigi IX nel 1250 e da Filippo il Temerario nel 1280. L'architetto Viollet-le-Duc contribuì a restaurare i bastioni nel 19° secolo.

Oltre ad esplorare le strade pedonali e i monumenti all'interno di La Cité, i visitatori possono fare una passeggiata panoramica lungo i bastioni. La Promenade des Lices è un sentiero lungo un chilometro tra le doppie mura delle fortificazioni, che offre ampie vedute del paesaggio. È anche possibile vedere in lontananza i Pirenei.

La Cité de Carcassonne si erge sopra la parte bassa della città conosciuta come la " Ville Basse ", che ha anche il suo fascino. I turisti apprezzeranno la selezione di boutique, ristoranti e caffè.

Durante l'estate, Carcassonne ospita numerosi eventi culturali. Il Festival de Carcassonne presenta spettacoli di danza, musica, teatro e opera da giugno ad agosto. Il 14 luglio, Carcassonne mette in scena un meraviglioso spettacolo di fuochi d'artificio per celebrare il giorno della Bastiglia .

Nei mesi di luglio e agosto, Le Grand Tournoi de Chevalerie consente ai visitatori di vivere un evento che ha avuto origine nel 13° secolo. Questa emozionante rievocazione di un torneo cavalleresco medievale comprende gare di giostre e spettacoli equestri.

Sistemazione: Dove dormire a Carcassonne

Carcassonne Mappa – Attrazioni (Storiche)

2. Montpellier

Fontana delle Tre Grazie e Teatro Nazionale dell'Opera di Montpellier

Con i suoi edifici eleganti, le grandi piazze pubbliche e il clima mite, Montpellier è una delle principali destinazioni turistiche della regione della Linguadoca-Rossiglione. Questa vivace città universitaria appartenne ai re d'Aragona nel 13° secolo, fu sede degli Ugonotti nel 16° secolo ed è ancora un centro di cultura.

La città vanta una ricchezza di gallerie d'arte e musei. Il Musée Fabre (39 Boulevard Bonne Nouvelle) ha un'eccezionale collezione di dipinti di maestri italiani, olandesi e francesi dall'era rinascimentale fino al XIX secolo.

La città stessa è come un museo a cielo aperto. I turisti si diletteranno nel girovagare per le strette strade medievali e le ampie piazze. Da Place de la Comédie , i posti migliori per passeggiare sono la zona pedonale di Rue de la Loge e Rue Foch , fiancheggiata da bei palazzi del XIX secolo che ospitano boutique di abbigliamento alla moda.

La Rue Foch conduce alla Promenade du Peyrou (Place Royale du Peyrou), un parco costruito su terrazze con una vista eccezionale fino al mare. I punti salienti della Promenade du Peyrou sono la statua equestre di Luigi XIV e il neoclassico Château d'Eau (torre dell'acqua).

Il martedì e il sabato mattina si tiene un mercato contadino sul Boulevard des Arceaux (vicino alla Promenade du Peyrou).

All'estremità orientale del centro storico di Montpellier si trova l' Esplanade Charles de Gaulle , una zona meravigliosa per una piacevole passeggiata.

Sistemazione: Dove dormire a Montpellier

  • Leggi di più:
  • Le migliori attrazioni e cose da fare a Montpellier

Mappa di Montpellier – Attrazioni (storiche)

3. Perpignano

Perpignano

A circa 15 chilometri dal mare, Perpignan è una soleggiata cittadina mediterranea caratterizzata da caratteristici edifici dai tetti di tegole rosse e strade fiancheggiate da palme. C'è una netta influenza spagnola a causa della vicinanza ai Pirenei che confinano con la regione spagnola della Catalogna.

Le Castillet , una torre fortificata del XIV secolo, era un tempo la porta d'ingresso principale della città murata medievale. L'unica parte rimasta degli antichi bastioni, Le Castillet è il punto di riferimento più emblematico di Perpignan.

Il Castillet ospita la Casa Pairal , un museo di arte popolare catalana. Il livello più alto della torre di Castillet (a cui si accede salendo 142 gradini) un tempo era un mastio. Oggi i turisti possono salire sulla torre per ammirare viste panoramiche su Perpignan e sui Pirenei in lontananza.

Un'altra attrazione da non perdere è la Cathédrale Saint-Jean-Baptiste , che esemplifica l'architettura gotica meridionale. Costruita nel XIV e XV secolo, la cattedrale ha interni riccamente decorati. Le caratteristiche più notevoli sono le palestre del XVI e XVII secolo, l'altare maggiore in marmo bianco e una celebre scultura di Cristo creata nel 1307.

Arroccato su un promontorio sopra la città vecchia, il Palais des Rois de Majorque offre un esempio stellare di architettura militare medievale. Questa vasta fortezza risale al 1274 ed è stata la residenza di Jacques II, il conte di Roussillon e Cerdagne, nonché del re di Maiorca. Nel XIII secolo Perpignan era la capitale del Regno di Maiorca.

Sistemazione: dove alloggiare a Perpignan

Mappa di Perpignan – Attrazioni (storiche)

4. Nimes

Cattedrale di Nîmes

Ai piedi delle Cévennes, Nîmes ha le caratteristiche distintive dell'afa della Francia meridionale: ampie piazze pubbliche con fontane rinfrescanti e caffè all'aperto; vivaci feste tradizionali, comprese le corride; e un'abbondanza di monumenti romani. L'insieme di edifici antichi della città le è valso la designazione del patrimonio mondiale dell'UNESCO .

L' Arènes de Nîmes nel centro della città è uno dei meglio conservati di tutti i 70 anfiteatri romani conosciuti. Questo monumento del I secolo d.C., riccamente decorato, poteva ospitare 24.000 spettatori. Centinaia di scale davano accesso alle file di sedili. Gli eventi culturali si svolgono ancora qui. Les Grands Jeux Romains presenta rievocazioni di combattimenti di gladiatori.

Un altro straordinario monumento romano è la Maison Carrée in Place de la Comédie. In piedi su un podio, questo tempio romano perfettamente mantenuto fu eretto ai tempi di Augusto tra il 20 e il 12 a.C. La Maison Carrée è considerata il santuario meglio conservato dell'antico mondo romano.

Alla fine dell'Avenue J. Jaurès si trovano i tranquilli Jardins de la Fontaine . I giardini neoclassici furono allestiti nel XVIII secolo da Jacques-Philippe Mareschal su richiesta di Luigi XV. All'interno del parco di 15 ettari si trovano le rovine dell'antico tempio romano di Diana , che sorge vicino a una sorgente naturale, e la Tour Magne del III secolo a.C. (torre di difesa).

In un elegante edificio ultramoderno inaugurato nel 2023, il Musée de la Romanité permette ai visitatori di scoprire l'affascinante storia antica di Nîmes. Il museo ha una vasta collezione di reperti archeologici gallo-romani, che forniscono la prova di una città che prosperò qui due millenni fa.

Vicino a Nîmes si trova il Pont du Gard , un imponente acquedotto romano. Questo patrimonio mondiale dell'UNESCO è un capolavoro di ingegneria antica. Con i suoi tre livelli di archi che attraversano il fiume Gard, l'acquedotto alto 50 metri è davvero uno spettacolo mozzafiato da vedere.

Sistemazione: dove alloggiare a Nîmes

  • Leggi di più:
  • Le migliori attrazioni e luoghi da visitare a Nimes

5. Narbona

Narbona

Un tempo importante città romana a causa del vicino porto, Narbonne è una vivace città a circa 15 chilometri dalle spiagge lungo il Mediterraneo. È abbastanza vicino per beneficiare della piacevole brezza marina.

Narbonne è costruita lungo il Canal de la Robine , che è costeggiato da pittoreschi sentieri pedonali alberati. Questo è uno dei posti migliori da visitare in città per una piacevole passeggiata.

Una delle principali attrazioni turistiche è il Palais des Archevêques (Palazzo Arcivescovile). Costruito nel XIII e XIV secolo, questo imponente palazzo gotico ospita il Musée d'Art et d'Histoire con una superba collezione di dipinti, smalti, mobili e maioliche del XIX e XX secolo; e il Musée Archéologique con antichità preistoriche, classiche e medievali.

Adiacente al Palazzo Arcivescovile, la Cathédrale Saint-Just et Saint-Pasteur fu costruita tra il 1272 e il 1340. La cattedrale esemplifica lo stile gotico Rayonnant, uno stile sorprendente nel sud della Francia ma ovviamente ispirato alle grandiose cattedrali del nord della Francia. La cattedrale ha un magnifico coro e squisite vetrate del XIV secolo.

Nel sud-ovest della città si trova la Basilique Saint-Paul del primo gotico (dal XII al XIII secolo). La chiesa rivela alcuni elementi romanici delle prime fasi della sua costruzione.

A circa 30 chilometri da Narbonne, in una tranquilla vallata, si trova l' Abbazia cistercense di Fontfroide . La semplice chiesa romanica del XIII secolo e il chiostro sereno dell'abbazia si fondono nel tranquillo ambiente naturale.

Sistemazione: dove alloggiare a Narbonne

6. Uzè

Uzè

La storica città di Uzès si trova oltre i confini della Provenza, a circa 40 chilometri a ovest di Avignone, in un ambiente piacevole sopra la valle boscosa dell'Alzon. I visitatori apprezzeranno l'atmosfera seducente di Uzès, con le sue stradine, i vicoli tranquilli e i viali ombreggiati.

La piazza principale, Place aux Herbes , è ombreggiata da platani frondosi, fiancheggiata da portici e terrazze di caffè all'aperto, e ha al centro un'antica fontana. Il sabato mattina, in questa suggestiva piazza medievale si svolge un mercato.

Altre attrazioni sono lo Château Ducal , costruito in varie fasi dall'XI al XVII secolo, e il Musée Georges Borias , un museo di arte, archeologia e storia, ospitato nell'Ancien Evêché (ex Palazzo Vescovile).

Sistemazione: Dove dormire a Uzès

Mappa di Uzes – Attrazioni (storiche)

7. Aigues Mortes

Aigues-Mortes

Notevole per le sue fortificazioni medievali perfettamente conservate, Aigues-Mortes è circondata da un paesaggio di zone umide e saline. La città si trova a 45 minuti di auto da Arles e il suo valore storico merita il viaggio.

Il re Luigi IX (Saint Louis) sviluppò la città nel 1240 a scopo commerciale e per intraprendere una crociata dal porto vicino. La costruzione dei bastioni ha richiesto più di 30 anni; formano un rettangolo, che ancora circonda completamente il paese. La cinta muraria ha 15 torri e 10 porte d'ingresso.

Il modo migliore per scoprire Aigues-Mortes è passeggiare lungo le mura che iniziano a Porte de la Gardette . Vale anche la pena fare una passeggiata per i vicoli del centro storico per immergersi nell'atmosfera medievale.

A circa due chilometri dalla città fortificata si trova il Salin d'Aigues-Mortes , dove il sale marino viene raccolto in modo artigianale. Il sito dispone di un museo che permette ai visitatori di conoscere il patrimonio della regione della produzione di sale marino che risale all'antica epoca romana.

A meno di 10 chilometri da Aigues-Mortes si trova Le-Grau-du-Roi , un antico villaggio di pescatori che oggi è una moderna località balneare. Prosegui per quattro chilometri più a sud fino alla famosa località di villeggiatura di Port Camargue , con le sue ampie spiagge sabbiose e graziose case di vacanza.

Un'altra località balneare preferita è Saintes-Maries-de-la-Mer situata a circa 30 chilometri da Aigues-Mortes all'interno del Parc Ornithologique du Pont de Gau , un luogo fantastico per il birdwatching, con oltre 300 specie di uccelli.

Il parco ornitologico si trova all'interno del Parc Naturel Régional de Camargue , una Riserva della Biosfera Patrimonio dell'UNESCO che comprende paludi, spiagge e dune di sabbia incontaminate. La regione della Camargue è famosa per i suoi fenicotteri rosa e per i tori della Camargue che si esibiscono nelle tradizionali corride.

Sistemazione: dove alloggiare ad Aigues-Mortes

8. Saint Gilles du Gard

Saint Gilles du Gard

Saint-Gilles du Gard è circondata da un lussureggiante paesaggio pastorale, a circa 20 chilometri da Arles. Questa storica città portuale fa parte della mappa turistica grazie alla sua chiesa abbaziale, patrimonio dell'UNESCO, che risale al XII e XIII secolo.

L' Abbazia di Saint Gilles è uno degli edifici romanici più squisiti del sud della Francia ed era una tappa del percorso di pellegrinaggio medievale Chemin de Saint Jacques a Santiago de Compostela in Spagna. La facciata riccamente decorata presenta la prima rappresentazione dettagliata della Passione nella scultura occidentale.

A pochi passi dalla chiesa si trova la Maison Romane (Casa romanica) del XII secolo, che ospita un museo di storia naturale, archeologia ed etnografia (incentrato sulla cultura regionale). Le finestre del secondo piano si affacciano sui tetti di Saint-Gilles e sulla campagna circostante.

Saint-Gilles du Gard è una comoda base per esplorare il vicino Parc Naturel Régional de Camargue (a soli 14 chilometri di distanza). È anche facilmente raggiungibile in auto da Arles (a meno di 20 chilometri di distanza).

Sistemazione: Dove alloggiare a Saint-Gilles du Gard

9. Bézier

Béziers

Nell'antichità, Béziers era un'attiva colonia militare romana. Il paese gode di una posizione dignitosa su un pendio che domina il Canal du Midi. Béziers ha due interessanti chiese storiche: l' Eglise Sainte-Madelein e (Eglise de la Madeleine), originariamente romanica ma successivamente modificata in stile gotico e poi barocco, e la Basilique Saint-Aphrodise del XII-XIV secolo, che contiene un 3° sarcofago del secolo.

Nel centro della città vecchia si trova l' Hôtel de Ville (municipio) del XVIII secolo. Su un'altura a pochi minuti a piedi si trova la Cathédrale Saint-Nazaire et Saint-Celse , una rara chiesa fortificata del XII-XIV secolo, con torri massicce e un grande rosone sul fronte ovest.

Proseguendo verso nord, fino a Rue du Capus, si trova il Musée des Beaux-Arts ospitato nell'Hôtel Fayet, un palazzo storico che risale all'epoca medievale ma fu ricostruito nei secoli XVII e XVIII. Questo superbo museo di belle arti è rinomato per la sua vasta collezione di dipinti del XIX secolo, tra cui opere di Corot, Delacroix e Géricault.

All'estremità meridionale della città, appena fuori le mura medievali, l' Eglise Saint-Jacques risale in parte al XII secolo. Nelle vicinanze si trovano le rovine di un antico anfiteatro romano (in Rue des Anciennes Arènes).

Più lontano, quattro chilometri a ovest della città, il sito archeologico di Oppidum d'Ensérune rivela i resti di un insediamento ibero-greco del IV e III secolo a.C.

Sistemazione: dove alloggiare a Béziers

10. Villefranche-de-Conflent

Villefranche-de-Conflent | Ben / fotomodificato

All'incrocio dei fiumi Cady e Têt, il villaggio storico di Villefranche-de-Conflent è elencato come uno dei Plus Beaux Villages de France (villaggi più belli di Francia). La città fortificata medievale era un tempo un'importante tappa del pellegrinaggio a Santiago de Compostela in Spagna.

Sopra la città si trova un'imponente cittadella, patrimonio dell'UNESCO, con fortificazioni ricostruite da Vauban nel XVII secolo. All'interno dei bastioni ci sono stradine suggestive; eleganti case del XV, XVI e XVII secolo; boutique artigianali e altri negozi invitanti.

Un'altra attrazione del villaggio è l' Eglise Saint-Jacques , costruita tra il XII e il XIII secolo. La chiesa presenta uno squisito santuario con notevoli dipinti di Saint Pierre e Saint Antoine.

Villefranche-de-Conflent si trova a 50 chilometri a ovest di Perpignan nel Parc Naturel Régional des Pyrénées Catalanes (Parco Naturale Regionale dei Pirenei Catalani). La città è una buona base per visitare l'alta montagna della Cerdagne Valley con i suoi paesaggi variegati.

A sud di Villefranche-de-Conflent si trova il villaggio di Corneilla-de-Conflent , ai piedi del monte Le Canigou. Il piccolo villaggio ha un'antica chiesa, la Chiesa Notre-Dame de Corneilla , che risale all'inizio dell'XI secolo e fu in seguito incorporata in un monastero. Il portale della chiesa presenta un timpano finemente scolpito e l'interno è riccamente decorato.

Sistemazione: Dove dormire a Villefranche-de-Conflent

11. Imposta

Sete

Ai piedi del Mont Saint-Clair, la suggestiva città di Sète è attraversata da numerosi canali. Dopo che Narbonne e Aigues-Mortes furono tagliate fuori dal mare a causa dell'accumulo di sabbia, Sète divenne il principale porto per il commercio con il Nord Africa. Oggi è un importante porto peschereccio e commerciale.

Il Vieux Port (Porto Vecchio) risale al tempo di Luigi XIV. Dalla Môle St-Louis si gode di una splendida vista sulla città e sul Mont Saint-Clair.

Il rinomato evento Jazz à Sète si svolge ogni anno a luglio. Il festival di alto livello presenta un variegato programma di spettacoli, tra cui swing, blues e jazz contemporaneo.

Sistemazione: Dove dormire a Sète

12. Ceret

Antico ponte a Céret

Céret è una graziosa cittadina di artisti a circa 32 chilometri a sud-ovest di Perpignan, in un delizioso ambiente di campagna. All'inizio del XX secolo, lo scultore catalano Manolo e il compositore Déodat de Sévérac hanno ispirato molti artisti famosi a venire a Céret, trasformando la città in una colonia di artisti.

Il Musée d'Art Moderne oggi possiede molte opere d'arte moderna tra cui opere di Matisse, Chagall, Maillol, Dalí, Miró e Picasso. Il monumento ai caduti del museo è stato progettato da Maillol.

Sistemazione: dove alloggiare a Céret

13. Amélie les Bains

Amélie les Bains

Immersa nell'idilliaca Tech Valley (12 chilometri da Ceret), la città termale di Amélie les Bains prende il nome dalla moglie di Louis-Philippe. Le acque minerali delle sorgenti naturali sono state lodate per il loro valore salutare fin dall'epoca romana. I resti delle antiche terme romane sono visibili nel moderno stabilimento termale .

Il paese ha anche una chiesa storica che risale al X secolo. Una grande attrazione turistica di Amélie-les-Bains è il vivace Festival Internazionale del Folklore (Festival Folklorique International). Questo festival annuale di una settimana nel mese di agosto mette in mostra danze folcloristiche e musica da tutto il mondo.

Amélie les Bains è anche un punto di partenza ideale per un viaggio nella Valle di Mondony , a circa otto chilometri a sud-est, che ha un percorso escursionistico a Roc de France vicino a Montalba a 1.450 metri. Questa salita avanzata dura circa tre ore e offre panorami gratificanti.

Sistemazione: Dove dormire ad Amélie les Bains

14. Arles-sur-Tech

Chiostro del convento, Arles-sur-Tech

La vetta del Puig de l'Estelle offre uno scenario pittoresco alla cittadina di Arles-sur-Tech. La città è immersa in un incantevole ambiente naturale, tre chilometri a sud-ovest di Amélie-les-Bains.

La città si è sviluppata intorno a un'abbazia carolingia, l' Abbaye Sainte-Marie , fondata nell'VIII secolo. La chiesa romanica dell'abbazia è ben conservata e contiene antichi sarcofagi, uno dei quali risale al IV secolo. Il chiostro del primo gotico della chiesa del XIII secolo è magnifico. (Per trovare il chiostro, entra dalla navata nord della chiesa.)

Vicino all'abbazia si trova la chiesa parrocchiale del paese, l' Eglise Saint-Sauveur , con una maestosa torre e un interno decorato. La chiesa è aperta solo per concerti di musica e alcune cerimonie religiose.

15. Saint-Martin-du-Canigou

Abbaye Saint-Martin-du-Canigou

Con un'altezza di 2.785 metri, Le Canigou è una delle vette più alte dei Pirenei orientali e offre ampie vedute del paesaggio. Questa montagna si vede sullo sfondo di Saint Martin-du-Canigou, un piccolo villaggio a otto chilometri da Villefranche-de-Conflent . I visitatori saranno deliziati dallo scenario sublime della città e dalla sua storica abbazia.

In piedi su un precipizio che domina la Vallée du Cady, l' Abbaye Saint-Martin-du-Canigou offre un ambiente stimolante per la preghiera e la meditazione. L'abbazia romanica dell'XI secolo ospita la comunità evangelica Communauté des Beatitudes . Pellegrini e turisti possono visitare l'abbazia con visite guidate. È anche possibile assistere alla Messa o partecipare a un ritiro spirituale.

Nelle vicinanze si trova il paesino di Casteil, arroccato su una rupe a 1.094 metri di altitudine. Una delle principali attrazioni turistiche è il Parc Animalier de Casteil , uno zoo con ampi recinti che consentono agli animali di vagare liberamente.

16. Cap d'Agde

Cap d'Agde | Pepe Martin (Mrio Jos… / foto modificata

Questa famosa località balneare, a meno di 30 chilometri da Béziers, è ben progettata per accogliere i visitatori durante la stagione delle vacanze. Ci sono molti moderni hotel sul mare e le spiagge sabbiose hanno eccellenti strutture pubbliche.

A quattro chilometri dalla costa si trova Vieux Agde , una piacevole cittadina lungo il fiume con stradine acciottolate e interessanti monumenti storici. La Cathédrale Saint-Etienne è un'insolita cattedrale romanica costruita in pietra vulcanica nera. Originariamente fu costruito in epoca carolingia (IX secolo) e fortificato con mura difensive e un mastio nel XII secolo.

In un hôtel particulier (palazzo) rinascimentale al centro della Vieux Agde, il Musée Agathos Jules Baudou espone un'eccellente collezione di dipinti, tra cui arte popolare e arte religiosa. Questo museo di prim'ordine (etichettato " Musée de France ") espone anche mobili in stile Art Nouveau; costumi tradizionali locali e decorazioni per la casa; e oggetti recuperati dall'archeologia subacquea.

Sistemazione: dove alloggiare a Cap d'Agde

17. Prade

Prade | Jean-Pierre Dalbra / foto modificata

Il pittoresco villaggio di Prades si trova ai piedi del monte Le Canigou nella valle del Têt. A circa 44 chilometri da Perpignan, Prades fa parte del Parc Naturel Régional des Pyrénées Catalanes (Parco Naturale Regionale dei Pirenei Catalani) ed è culturalmente legato alla vicina regione spagnola della Catalogna.

La città vanta un'interessante chiesa gotica, l' Eglise Saint-Pierre , che risale principalmente al XVII secolo. La chiesa fu costruita sul sito di una chiesa romanica del XII secolo, di cui rimane solo il campanile. Opere degne di nota create da artisti catalani includono l'altare barocco di Joseph Sunyer e le pitture murali di Léo Polge.

Il famoso violoncellista Pablo Casals (1876-1973) visse in esilio a Prades. In omaggio a Casals, la città ospita ogni anno un festival di musica da camera, il Festival Pablo Casals . Tenuto in luglio e agosto, il festival presenta musica da camera classica come brani di Mozart, Bach, Beethoven, Haydn e Debussy, oltre ad alcuni brani contemporanei.

Molti dei concerti del Festival Pablo Casals si tengono nella vicina comunità di Codalet (a otto chilometri da Prades) presso l' Abbaye Saint Michel de Cuxà , una bella chiesa del primo romanico con una navata del X secolo e un suggestivo campanile dell'XI secolo . Il santuario offre un'acustica eccezionale.

18. Cerbero

cerbero

Questo tranquillo villaggio sul mare si trova vicino al confine tra Francia e Spagna. Cerbère dista solo sei chilometri dalla città catalana di Portbou e condivide alcune delle tradizioni della Catalogna. La principale attrazione turistica di Cerbère è la sua piccola spiaggia protetta.

I vacanzieri apprezzeranno anche la piacevole piazza cittadina e il pittoresco lungomare fiancheggiato da caffè e ristoranti. Per ammirare la bellezza del paesaggio, viaggia a sud-ovest della città fino a Cap Cerbère , un aspro promontorio con viste eccezionali sulla costa spagnola.

Cerbère è facilmente raggiungibile in treno. Da Perpignan, il viaggio in treno dura solo 37 minuti. È anche possibile prendere un treno da Cerbère a Barcellona in Spagna, che impiega meno di tre ore.

Sistemazione: Dove dormire a Cerbère

Dove alloggiare nella Linguadoca per visite turistiche

Diverse destinazioni in questo elenco sono buone basi per esplorare la Linguadoca. Beziers si trova al centro della regione. All'estremità orientale si trovano le città di Montpellier e Nimes, e all'estremità meridionale, vicino alle spiagge di Cap d'Agde e Port-Camargue, si trova Perpignan. Più a nord si trovano Narbonne e la città fortificata di Carcassonne. Ecco alcuni hotel molto apprezzati nelle bellissime città della regione:

  • Hotel di lusso : all'interno dei bastioni di Carcassonne (La Cité) vicino alla Basilica Saint-Nazaire, l'Hôtel de la Cité Carcassonne-MGallery a cinque stelle dispone di una piscina all'aperto, un giardino, un centro termale di lusso e un ristorante gastronomico stellato Michelin. Alcune delle camere si affacciano sui bastioni di Carcassonne o sulle pittoresche strade medievali.

    Vicino al centro storico di Montpellier, il Pullman Montpellier Centre Hotel è facilmente raggiungibile a piedi dal Musée Fabre e da Place de la Comédie. Questo hotel a quattro stelle dispone di camere moderne e di una terrazza panoramica all'aperto con piscina e ristorante gourmet mediterraneo.

    All'interno della Cité de Carcassonne, il Best Western Hotel Le Donjon a quattro stelle è ospitato in tre diversi edifici vicino allo Château Comtal e alla Basilique Saint-Nazaire. I servizi includono concierge, ristorante e giardino.

  • Hotel di fascia media: in un elegante palazzo situato nel centro di Beziers, l'hotel a quattro stelle L'Hôtel Particulier Beziers dispone di camere eleganti in stile contemporaneo e di un rigoglioso giardino con piscina.

    L'Hôtel de l'Amphithéatre è ben situato nel centro storico di Nîmes, a soli 50 metri dall'Arènes (anfiteatro romano). Questo affascinante boutique hotel a tre stelle occupa due hôtels particuliers (palazzi) ristrutturati che risalgono al 17° e 18° secolo.

    L'Hôtel la Résidence a tre stelle si trova in una strada tranquilla, a un isolato dalla cattedrale, nel centro di Narbonne, vicino ai sentieri lungo il Canal de la Robine. Situato in un palazzo del 19° secolo, l'hotel è decorato in stile tradizionale, con tocchi di stile contemporaneo.

  • Hotel economici: il boutique a tre stelle Nyx Hôtel offre camere eleganti e confortevoli a un prezzo accessibile. Dall'hotel, è a circa 15 minuti a piedi da Le Castillet e leggermente più lontano dalla Cathédrale Saint-Jean-Baptiste.

    Situato vicino alla stazione ferroviaria di Nîmes, l'Ibis Budget Nîmes Centre Gare si trova a pochi passi dalle Arènes de Nîmes e da altre attrazioni turistiche del centro storico. L'hotel dispone di reception aperta 24 ore su 24 e parcheggio a pagamento.

    L'Hôtel des Poètes offre sistemazioni semplici vicino al centro storico di Béziers ea pochi passi in salita dalla stazione ferroviaria. Situato in una tranquilla strada alberata, questo caratteristico hotel a due stelle si affaccia su un parco con un laghetto.

Suggerimenti e tour: come sfruttare al meglio la tua visita nella regione della Linguadoca-Rossiglione

La regione della Linguadoca-Rossiglione potrebbe non essere così conosciuta come la vicina regione della Provenza, ma ha un paesaggio assolato simile e una ricchezza di attrazioni culturali. Per ottenere il massimo dalla tua visita ai centri storici della regione, ti consigliamo di fare delle visite guidate. Di seguito sono riportati i tour popolari di Carcassonne e Montpellier guidati da guide esperte:

  • Tour a piedi di Carcassonne : il tour guidato privato di Carcassonne rivela gli splendori dell'antica città murata con un'escursione di due ore. Farai una passeggiata lungo i bastioni e per le stradine acciottolate; visitare il castello Comtal; e ammira la Basilica di Saint-Nazaire, con le sue gloriose vetrate del XIII secolo.
  • Tour in Segway di Montpellier : molti turisti si divertono a vedere le attrazioni di Montpellier girando su un Segway a due ruote. Il tour di due ore in Segway di Montpellier consente ai visitatori di attraversare la città e fermarsi nelle principali attrazioni come la Promenade du Peyrou, il Musée Fabre e Place de la Comédie.