20 attrazioni turistiche di prim'ordine a Roma

In una città così piena di icone dell'antichità e della fede cristiana, è difficile sapere dove andare prima. Naturalmente, i tuoi interessi regoleranno le tue scelte, ma ci sono alcuni siti che sono punti di riferimento quasi obbligatori dell'Italia e delle principali attrazioni nel mondo, come il Colosseo e il Pantheon.

Un avvertimento: prova a variare le tue esperienze mentre esplori Roma, in modo da non visitare troppi siti antichi o chiese di seguito. E intervalla queste attrazioni più serie con alcune che sono semplicemente icone turistiche: Piazza di Spagna e quel luogo dove tutti i turisti devono andare per lanciare la loro moneta, la Fontana di Trevi.

Roma è così grande che può travolgere, quindi anche il turista più devoto dovrebbe prendersi del tempo per rilassarsi e godersi la dolce vita in un parco o in un caffè sul marciapiede. Potrai scegliere i posti migliori da visitare con questo pratico elenco delle principali attrazioni di Roma.

Vedi anche: Dove dormire a Roma

Nota: alcune attività potrebbero essere temporaneamente chiuse a causa di recenti problemi di salute e sicurezza a livello globale.

1. Il Colosseo e l'Arco di Costantino

Il Colosseo e l'Arco di Costantino

Come la Torre Eiffel sta a Parigi, la sagoma dell'Anfiteatro Flavio sta a Roma. La più grande struttura lasciataci dall'antichità romana, il Colosseo fornisce ancora il modello per i palazzetti dello sport: il design degli stadi di calcio odierni è chiaramente basato su questa pianta ovale romana.

L'edificio fu iniziato da Vespasiano nel 72 d.C., e dopo che il figlio Tito lo ingrandì aggiungendo il quarto piano, fu inaugurato nell'anno 80 d.C. con una serie di splendidi giochi. Il Colosseo era abbastanza grande per spettacoli teatrali, feste, circhi o giochi, che la corte imperiale e gli alti funzionari osservavano dal livello più basso, le famiglie aristocratiche romane al secondo, il popolo al terzo e al quarto.

Accanto al Colosseo si erge il quasi altrettanto familiare Arco di Costantino, un arco trionfale eretto dal Senato per onorare l'imperatore come "liberatore della città e portatore di pace" dopo la sua vittoria nella battaglia di Ponte Milvio nel 312. Le linee sono lunghe e muoviti lentamente, così puoi risparmiare tempo unendoti al tour a piedi di mezza giornata Saltafila: Roma Antica e Colosseo e avere anche una guida esperta.

  • Leggi di più: Visitare il Colosseo: punti salienti, consigli e tour

2. Città del Vaticano

Città del Vaticano

Il Vaticano è lo stato indipendente più piccolo del mondo, con una superficie di meno di mezzo chilometro quadrato, la maggior parte racchiusa dalle mura vaticane. All'interno si trovano il palazzo ei giardini vaticani, la Basilica di San Pietro e Piazza San Pietro , un'area governata dal Papa, capo supremo della Chiesa Cattolica Romana. Questo spazio compatto offre molte cose da vedere, tra i suoi musei e la grande basilica stessa.

All'interno della Basilica di San Pietro si trova il capolavoro di Michelangelo, la Pietà , insieme a statue e altari del Bernini e altri. Il clou indiscusso dei musei vaticani è la Cappella Sistina , il cui magnifico soffitto affrescato è l'opera più famosa di Michelangelo.

Nel Palazzo Vaticano si trovano le Stanze di Raffaello ; gli Appartamenti Borgia ; la Biblioteca Vaticana e numerosi musei che includono la Pinacoteca, il Museo di Arte Secolare, il Museo Etrusco e altri. Le collezioni che puoi vedere in questi coprono di tutto, dalle carrozze papali all'arte del 20° secolo che riflette temi religiosi.

Le code per i biglietti per le principali attrazioni del Vaticano sono incredibilmente lunghe e puoi passare diverse ore ad aspettare in fila. Per risparmiare tempo, acquista in anticipo un tour Saltafila: Musei Vaticani con San Pietro, Cappella Sistina e Upgrade per piccoli gruppi. Questo tour di tre ore ti consente di evitare le lunghe code e di entrare direttamente nei musei con una guida esperta. Le cuffie sono fornite e puoi scegliere tra diversi orari di partenza o passare a un tour serale o per piccoli gruppi.

3. Il Pantheon

Pantheon

Il Pantheon – il monumento dell'antichità romana meglio conservato – è straordinariamente intatto per i suoi 2000 anni. Questo nonostante papa Gregorio III abbia rimosso le tegole in bronzo dorato e papa Urbano VIII abbia ordinato che il suo tetto di bronzo venisse spogliato e fuso per gettare il baldacchino sull'altare di San Pietro e i cannoni per Castel Sant'Angelo.

Il Pantheon fu ricostruito dopo i danni causati da un incendio nell'80 dC, e la muratura risultante mostra la straordinaria maestria tecnica dei costruttori romani. La sua cupola di 43 metri, suprema conquista dell'architettura d'interni romana, è sospesa senza supporti visibili – ben nascosti all'interno delle pareti – e la sua apertura centrale di nove metri è l'unica fonte di luce dell'edificio.

L'effetto armonioso degli interni è il risultato delle sue proporzioni: l'altezza è uguale al diametro. Sebbene i primi imperatori cristiani proibissero l'uso di questo tempio pagano per il culto, nel 609 papa Bonifacio IV lo dedicò alla Vergine e a tutti i martiri cristiani, e da allora è divenuto luogo di sepoltura dei re d'Italia (Vittorio Emanuele II è nel secondo nicchia a destra) e altri illustri italiani, tra cui il pittore Raffaello.

  • Leggi di più: Visitare il Pantheon a Roma: punti salienti, consigli e tour

4. Foro Romano

Foro Romano

Passeggiare per il foro, ora nel mezzo di una palpitante città moderna, è come fare un salto indietro di due millenni nel cuore dell'antica Roma. Sebbene ciò che sopravvive di questo centro della vita e del governo romano mostri solo una piccola parte del suo originario splendore, le colonne ritte e cadute, i suoi archi di trionfo e i resti delle sue mura ancora impressionano, soprattutto se si considera che per secoli la storia di il Foro è stata la storia dell'Impero Romano e del mondo occidentale.

Qui era incentrata la vita politica e religiosa romana, le corti, i mercati e i luoghi di ritrovo. Dopo il VII secolo gli edifici caddero in rovina e tra i resti antichi sorsero chiese e fortezze. Le sue pietre furono estratte per altri edifici e fu solo nel XVIII e XIX secolo che scavi sistematici portarono alla luce gli antichi edifici da sotto uno strato di terra e macerie di 10 metri.

I punti salienti da non perdere sono il Tempio di Antonino Pio , il Tempio di Castore e Polluce, il Tempio di Saturno , l' Arco di Settimo Severo , la Curia , il Tempio di Vesta e l' Arco di Tito.

5.Fontana di Trevi

fontana di Trevi

Una delle attrazioni turistiche più famose della città, questo capolavoro del 17° secolo è stato immortalato nei film fino a renderlo quasi una visita obbligata. Lanciare una moneta (non tre) nella Fontana di Trevi (Fontana di Trevi) è una tradizione che dovrebbe assicurare il tuo ritorno a Roma.

La fontana più grande di Roma, Fontana di Trevi, è alimentata da un acquedotto fatto costruire originariamente da Agrippa, il grande mecenate dell'arte del I secolo aC, per portare l'acqua alle sue terme. La fontana fu realizzata per papa Clemente XII tra il 1732 e il 1751 da Nicolò Salvi, e costruita contro la parete di fondo del palazzo dei Duchi di Poli.

Raffigura il dio del mare Oceano (Nettuno), con cavalli, tritoni e conchiglie. L'acqua vortica intorno alle figure e alle rocce artificiali, e si raccoglie in una grande vasca, sempre piena di monete.

6. Monumento a Vittorio Emanuele II

Monumento a Vittorio Emanuele II

È ironico che questo grandioso monumento, considerato uno dei simboli nazionali d'Italia, sia raramente ammirato dai romani, a cui piace una torta nuziale o una gigantesca macchina da scrivere. Piaccia o no, la vasta struttura neoclassica corona il Campidoglio, centro simbolo dell'antica Roma, che domina la città successiva attraverso Piazza Venezia.

Costruita tra il 1885 e il 1935, è un monumento al re Vittorio Emanuele II, primo re dell'Italia Unita, qui rappresentato in una statua equestre. In Italia si trova la tomba del milite ignoto, insieme a un museo dell'Unità d'Italia. Un ascensore ti porterà sulla terrazza più in alto per una vista a 360 gradi di Roma.

Indirizzo: Piazza Venezia, Roma

7. Centro Storico e Piazza di Spagna

Piazza di Spagna

Dai un'occhiata a una mappa turistica di Roma e vedrai un'area così piena di cose da fare che è difficile leggere i nomi delle strade. Questo è il Centro Storico, il centro storico di Roma, con così tante chiese ricche di opere d'arte, palazzi splendenti e piazze animate che potresti trascorrere l'intera vacanza passeggiando per le sue antiche strade e vicoli.

Trascorri un po' di tempo solo per assorbire l'atmosfera del quartiere invece di passare da uno dei suoi luoghi imperdibili all'altro. Insieme a Piazza Navona , Fontana di Trevi e Basilica di Santa Maria Maggiore , fermati in chiese meno conosciute, come Santa Maria del Popolo , dove troverai opere del Bernini e del Caravaggio.

Sosta a Piazza di Spagna, rampa di scale irregolari e pianerottoli che portano alla chiesa francese di Trinità dei Monti. Le scale prendono il nome da Piazza di Spagna , la piazza alla loro base e una delle piazze più tipiche di Roma. Le scale sono state a lungo il ritrovo preferito dei turisti.

La fontana a forma di barca ai piedi di Piazza di Spagna è conosciuta come la Barcaccia e fu realizzata da Pietro Bernini, padre del grande architetto barocco Gian Lorenzo Bernini. Via Condotti , che porta a sud-ovest da Piazza di Spagna, è la via dello shopping più alla moda di Roma, dove il Caffè Greco è famoso per gli artisti, scrittori e musicisti che l'hanno frequentato.

Indirizzo: Piazza di Spagna, Roma

8. Santa Maria Maggiore

Santa Maria Maggiore

Una delle chiese più maestose di Roma, Santa Maria Maggiore si trova qui da quando Papa Liberio nel IV secolo ebbe una visione della Vergine che gli ordinò di costruire una chiesa dove il giorno successivo cadde la neve. Nonostante fosse agosto, la mattina successiva nevicò sul colle Esquilino, quindi qui fu costruita la grande basilica.

Qui si celebra ogni giorno la messa sin dal V secolo. Le tre navate del suo interno, lungo 86 metri, sono separate da 40 colonne di marmo e quattro di granito, e l'abside aggiunta nel XIII secolo è rivestita di mosaici di temi dell'Antico e del Nuovo Testamento, capolavori dei famosi mosaicisti romani.

I mosaici più antichi di Roma, risalenti al IV secolo, decorano le pareti superiori e il pavimento è intarsiato con pietre colorate nello stile degli esperti artigiani del Lago di Como del XII secolo. Sul soffitto a cassettoni brilla il primo oro arrivato in Italia dalle Americhe. Qui sono sepolti due papi; è una delle quattro basiliche papali di Roma, importante luogo di pellegrinaggio.

Indirizzo: Piazza di Santa Maria Maggiore, Roma

9. Piazza Navona

Piazza Navona

Piazza Navona, una delle piazze barocche più caratteristiche di Roma, conserva ancora la sagoma dello stadio romano fatto costruire qui dall'imperatore Domiziano. Fu ancora utilizzato per feste e corse di cavalli durante il Medioevo, e fu ricostruito in forme barocche dal Borromini, che progettò anche la magnifica serie di palazzi e la chiesa di Sant'Agnese, sul lato ovest.

La sua facciata, il campanile e la cupola evidenziano il modo in cui l'architettura barocca intreccia superfici convesse e concave, timpani, finestre, colonne e pilastri in un disegno unitario. Nella cripta di Sant'Agnese si trovano Il Miracolo di Sant'Agnese del 1653 di Alessandro Algardi ei resti di un pavimento musivo romano. Sant'Agnese ha fornito un modello per le chiese barocche e rococò in Italia e altrove.

Sebbene Borromini progettò la piazza e le sue facciate circostanti, fu il suo arcirivale, Bernini, a crearne il fulcro, la bellissima fontana barocca, Fontana dei Fiumi . La vivace fontana rappresenta i quattro fiumi allora ritenuti i più grandi di ciascuno dei continenti conosciuti, con figure che personificano il Nilo, il Gange, il Danubio e il Rio de la Plata attorno al grande bacino, ciascuno accompagnato da piante e animali delle rispettive regioni .

Le altre due fontane della piazza sono la cinquecentesca Fontana del Moro davanti a Palazzo Pamphili, eretta da Giacomo della Porta, e l'ottocentesca Fontana del Nettuno con la sua figura di Nettuno. Oggi la piazza è piena di romani, turisti, artisti di strada, chioschi di souvenir, caffè e, nel mese di dicembre, uno dei migliori mercatini di Natale di Roma.

Nelle vicinanze, tra la Piazza e il Pantheon , la chiesa di San Luigi dei Francesi custodisce tre grandi dipinti del Caravaggio della fine del XVI secolo.

10. Piazza del Popolo e Santa Maria del Popolo

Piazza del Popolo

Situata simmetricamente all'apice di un triangolo di strade che comprende Via Corso, la principale via dello shopping di Roma, Piazza del Popolo è stata progettata all'inizio del XIX secolo come ingresso nord del centro cittadino. Al suo centro, l'obelisco egizio, detto Flaminio, si erge sopra una fontana, da cui quattro leoni di marmo bianco sgorgano ventagli d'acqua in quattro vasche rotonde di travertino.

Di fronte a un lato come immagini speculari su entrambi i lati di Via Coorso si trovano le chiese gemelle di Santa Maria dei Miracoli e Santa Maria in Montesanto, e sul lato opposto della grande piazza si trova la Basilica Agostiniana di Santa Maria del Popolo.

All'interno si trovano affreschi del Pinturicchio e due tombe di Andrea Sansovino nel coro e due belle cappelle. La Cappella Chigi fu progettata da Raffaello nel 1515 e la Cappella Cesari custodisce due importanti dipinti del Caravaggio.

Accanto alla basilica, sali i gradini della Terrazza del Pincio per ammirare la piazza e tutta la città di Roma.

11. Colle Palatino

Lo Stadio di Domiziano sul Palatino

Posizionato strategicamente a 50 metri sopra il Tevere, il Palatino mostra le testimonianze del primo insediamento di Roma: i tagli rupestri rinvenuti davanti al Tempio di Cibele mostrano l'attività umana già nel IX secolo aC. In seguito, questo fu il luogo prescelto dagli imperatori e dalle grandi famiglie aristocratiche per i loro palazzi.

I Giardini Farnese furono allestiti sulla collina nel XVI secolo per il cardinale Alessandro Farnese, un parco di piacere di terrazze, padiglioni, prati, aiuole, alberi e fontane concepito come una sorta di scenografia per incontri sociali.

I punti salienti del Palatino sono la Casa di Livia (moglie di Augusto), il Criptoportico semisotterraneo , la Domus Flavia , la Domus Augustana e, soprattutto, le Terme di Settimio Severo. Il Palatino è un luogo incantevole da esplorare, che combina un parco con magnifiche e imponenti rovine dell'antica Roma.

12. Galleria e Giardini di Villa Borghese

Galleria Borghese e Giardini

Uno dei parchi più grandi di Roma, i Giardini Borghese contengono una serie di attrazioni che includono due musei, il più importante dei quali è Villa Borghese . Costruita come villa per feste e per ospitare la collezione d'arte Borghese, la galleria contiene dipinti, sculture, mosaici e rilievi, la maggior parte dal XV al XVIII secolo, e comprende opere di Raffaello, Tiziano, Caravaggio e Rubens .

Altrove nel parco, Villa Giulia fu costruita come residenza estiva per il papa Giulio III del XVI secolo e ospita il Museo Etrusco . Altre ville provengono dall'Esposizione Universale che si tenne a Roma nel 1911.

Il parco è un giardino paesaggistico all'inglese, con sentieri e laghetti dove è possibile noleggiare barche a remi. Puoi anche noleggiare biciclette o un surrey per esplorare il parco. C'è un buon zoo, il Bioparco di Roma , con recinti naturalizzati e un sentiero in miniatura che collega le sue varie sezioni. Molte delle sue attrazioni attireranno i bambini, inclusi parchi giochi, passeggiate sui pony nel fine settimana e spettacoli di burattini occasionali.

Indirizzo: Piazzale del Museo Borghese, 5

13. Museo Nazionale di Castel Sant'Angelo

Castel Sant'Angelo

Iniziato nel 135 d.C. come mausoleo per l'imperatore Adriano e la sua famiglia, Castel Sant'Angelo è una massiccia struttura a forma di tamburo che si affaccia sul Tevere vicino al Vaticano. Nei millenni della sua esistenza, Castel Sant'Angelo è stato adibito a residenza pontificia e fortezza, e più recentemente a Museo Nazionale.

Nel 271 d.C., l'imperatore Aureliano approfittò della sua posizione a guardia degli accessi settentrionali alla città e la incorporò nel suo nuovo sistema di mura che circondavano la città. Come bastione proteggeva la città dagli attacchi dei barbari e nel medioevo era diventata una consistente fortezza. In tempo di pericolo, i papi fuggirono qui attraverso un corridoio sopraelevato segreto, il Passetto di Borgo , e depositarono le loro ricchezze più preziose nel tesoro del castello.

I visitatori raggiungono il castello attraverso un ponte pedonale fiancheggiato da statue di angeli (del Bernini) e salgono ai suoi cinque piani su una rampa a chiocciola. Ai suoi vari livelli si trovano le celle delle carceri, una vasta collezione di armi e gli appartamenti papali splendidamente decorati e ricoperti da affreschi rinascimentali. In cima c'è una terrazza con vista mozzafiato sulla città.

Indirizzo: Lungotevere Castello 50, Roma

14. Museo Capitolino

Statua al Museo Capitolino

Due palazzi in Piazza del Campidoglio ospitano la più antica collezione d'arte pubblica d'Europa, fondata nel 1471. Dedicata principalmente a sculture provenienti da tutto il mondo antico, i punti salienti dei suoi tesori includono il realistico bronzo ellenistico Ragazzo con una spina ; Venere Capitolina , da un originale del IV secolo aC di Prassitele ; una statua equestre romana di Marco Aurelio alta 4,24 metri; una scultura romana della Gallia morente ; e la Lupa Capitolina , opera etrusca del VI secolo a.C.

Sculture più "moderne" includono una testa di Medusa, dello scultore barocco del XVII secolo Gian Lorenzo Bernini. Sebbene il Museo Capitolino sia meglio conosciuto per la sua eccezionale collezione di sculture classiche, la sua Pinacoteca Capitolina espone dipinti di Tiziano, Veronese e Rubens, insieme all'avvincente Giovanni Battista di Caravaggio.

Indirizzo: Piazza del Campidoglio, Roma

Sito ufficiale: http://www.museicapitolini.org

15. Terme di Caracalla

Terme di Caracalla

Completati da Caracalla nel 216, questi erano molto più che bagni pubblici. Erano un centro sportivo completo, con bagni caldi e freddi, una piscina, saune secche e di vapore, ginnastica e impianti sportivi, sale sociali, giardini, biblioteche, parrucchieri e negozi.

La massiccia ed imponente struttura copriva una superficie di 300 mq, un complesso di giganteschi saloni le cui cupole e volte erano sostenute da enormi colonne e pilastri. Poteva ospitare 1.500 persone alla volta. I pavimenti e le pareti erano ricoperti di marmi, mosaici e affreschi; anche in rovina il loro splendore è ancora evidente.

Indirizzo: Via delle Terme di Caracalla 52, Roma

16. San Giovanni in Laterano (Basilica di San Giovanni in Laterano)

San Giovanni in Laterano (Basilica di San Giovanni in Laterano)

Come ci si potrebbe aspettare per la chiesa episcopale del Papa, San Giovanni in Laterano è una delle chiese più imponenti di Roma. Dopo secoli di rimaneggiamenti, conserva ancora la sua forma originaria dell'età di Costantino, quando fu edificato.

La sua facciata, invece, è un abbellimento prettamente barocco e un bell'esempio di quel periodo. Insieme ai mosaici nell'abside, assicurati di notare il bellissimo soffitto ligneo del XVI secolo. Se il battistero ottagonale, San Giovanni in Fonte , sembra un po' familiare è perché ha fornito il modello per quelli successivi in ​​tutta Europa.

Costruito da Costantino, è il più antico battistero cristiano del mondo. Dall'altra parte della piazza, nella chiesa della Scala Santa, si trova la Scala Santa, 28 gradini che si ritiene siano stati portati a Roma nel IV secolo da Sant'Elena, dal palazzo di Pilato a Gerusalemme.

17. Le Catacombe e la Via Appia Antica (Via Appia Antica)

Le Catacombe e la Via Appia Antica | Steve Collis / foto modificata

Le Catacombe di San Callisto (San Callisto) e di San Sebastiano , entrambi luoghi di sepoltura sotterranei della Via Appia Antica, sono estese – San Callista occupa un'area di 300 per 400 metri – con intricate reti multistrato di passaggi e camere scavato nel tufo tenero. Oltre alle tombe, San Callisto ha sei cappelle sacramentali, costruite tra il 290 e il 310, con affreschi sia pagani che paleocristiani.

Nella Cripta Papale si trovano le tombe della maggior parte dei Papi martiri del III secolo identificati da iscrizioni greche. San Sebastiano, una delle sette chiese di pellegrinaggio di Roma, fu costruita nel IV secolo sul sito di antichi cimiteri e catacombe che, insieme alle fondamenta di una basilica costantiniana, possono essere esplorate.

Le camere tombali sono su più livelli con pregevoli pitture, decorazioni a stucco e iscrizioni risalenti al I secolo d.C. Sebbene si pensi che resti venerati siano stati portati qui per essere custoditi durante le persecuzioni, questi erano cimiteri, non nascondigli per i cristiani.

Poco a ovest della Via Appia Antica, non lontano dalle catacombe di San Callisto, le Catacombe di Domitilla sono le più grandi e tra le più imponenti di Roma, con 15 chilometri di sotterranei e cunicoli e una completa basilica sotterranea.

Dedicata ai santi martiri ivi sepolti, Nereo e Achilleo, la basilica fu meta di pellegrinaggi fino al medioevo. Nelle sue gallerie sopravvivono più di 80 tombe dipinte e un affresco del II secolo dell'Ultima Cena .

Fuori Porta San Sebastiano, l' Arco di Druso è vicino all'inizio della Via Appia Antica, una delle più antiche e importanti delle autostrade romane, costruita intorno al 300 aC e estesa al porto di Brindisi intorno al 190 aC.

Parallelamente alla strada si trovano i resti di alcuni acquedotti che rifornivano d'acqua la città, e tra i cipressi lungo i suoi lati si trovano resti di tombe appartenenti a famiglie aristocratiche romane. La più importante di queste è la tomba del I secolo di Caecilia Metella e suo marito.

Indirizzo: Via Appia Antica, Roma

Sito ufficiale: www.catacombe.roma.it

18. Palazzo Doria Pamphilj

Palazzo Doria Pamphilj

La più bella collezione d'arte privata di Roma è esposta nelle magnifiche gallerie barocche, nelle sale di rappresentanza e nella cappella di Palazzo Doria Pamphilj. Rappresentando opere di maestri europei dal XV al XVIII secolo, le collezioni comprendono dipinti di Filippo Lippi, Brueghel il Vecchio, Correggio e Raffaello, insieme a grandi opere di Caravaggio ( Riposo nella fuga in Egitto) e Tiziano ( Salomè con la testa di Giovanni Battista).

Il Ritratto di Innocenzo X di Velázquez è uno dei punti salienti della collezione. Un'altra immagine dello stesso Papa è una scultura del Bernini. Il palazzo stesso quasi eclissa i suoi contenuti, con soffitti affrescati e decorazioni barocche; una buona audioguida in inglese anima il tour. I giardini sono bellissimi, con un parterre a motivi intricati con elementi labirintici.

Indirizzo: Via del Corso 305, Roma

19. Chiesa di San Clemente

Mosaico nella Chiesa di San Clemente

Una delle chiese più antiche di Roma e con l'abside più splendidamente decorata della città, ricoperta di mosaici di scene dell'Antico e del Nuovo Testamento, San Clemente ha un ulteriore fascino: i molteplici strati della sua storia poiché ogni epoca è costruita sull'ultima.

Dalla chiesa del XII secolo si può scendere in una chiesa precedente, una basilica del IV secolo con affreschi romanici di scene del Nuovo Testamento. Al di sotto ci sono le fondamenta scavate di una casa romana del II secolo d.C. , con un santuario al dio del sole Mitra, con un rilievo scolpito sull'altare. Dalle fondamenta della casa si può passeggiare per le antiche vie di questo ex quartiere romano.

Ma prenditi del tempo per dare un'occhiata intorno alla chiesa superiore, per vedere i mosaici, i pavimenti in marmo intarsiato e gli affreschi del primo Rinascimento di Masolino nella Cappella di Santa Caterina.

Indirizzo: Via San Giovanni in Laterano 108, Roma

Sito ufficiale: http://basilicasanclemente.com/eng/

20. Museo Nazionale delle Terme di Diocleziano

Terme di Diocleziano (Museo Nazionale Terme di Diocleziano)

Le terme di Diocleziano erano così enormi che oggi contengono due chiese, grandi parti di un monastero certosino e un importante museo. Michelangelo utilizzò il vasto tepidarium (bagni caldi) come conchiglia per la sua chiesa di Santa Maria degli Angeli , e il Museo Nazionale Romano , Museo Nazionale di Roma, riempie un'altra sezione di tesori dell'antichità: scultura greca e romana, sarcofagi precristiani e successivi , e splendidi mosaici e affreschi.

La chiesa di San Bernardo alle Terme della fine del XVI secolo fu edificata in una rotonda all'angolo delle terme; la sua cupola è come quella del Pantheon, ma grande solo la metà.

Dove alloggiare a Roma per visite turistiche

Sebbene le principali attrazioni turistiche di Roma non siano esattamente raggruppate, la maggior parte di quelle principali si trova a 20-30 minuti a piedi l'una dall'altra, quindi diverse aree sono convenienti per visitare la città. Il rione Monti è forse il più centrale rispetto al Foro, al Colosseo, alla Fontana di Trevi e persino a Piazza di Spagna e ai Giardini Borghese. Ecco alcuni hotel altamente qualificati nelle migliori posizioni di Roma per visitare la città:

Hotel di lusso :

  • Palazzo Manfredi – Relais & Chateaux si trova accanto al Colosseo e puoi ammirarlo mentre fai colazione nel ristorante panoramico.
  • Il Boutique Hotel Campo de Fiori dispone di un giardino pensile con vista sul colorato mercato giornaliero in uno dei quartieri più tradizionali di Roma, vicino al Pantheon ea pochi passi dal Palatino e dal Vaticano.
  • A due isolati dal Colosseo, l'Hotel Capo d'Africa si trova in un quartiere pieno di piccoli ristoranti.

Hotel di fascia media:

  • Il Mercure Roma Centro Colosseo a quattro stelle si trova a pochi passi dal Colosseo, che puoi vedere dalla piscina panoramica dell'hotel e da alcune delle camere.
  • A Monti, vicino sia al Colosseo che al Foro, l'Hotel Fori Imperiali Cavalieri è circondato da ristoranti e negozi.
  • Di fronte al Teatro dell'Opera di Monti, l'iQ Hotel Roma dispone di una terrazza panoramica coperta e di arredi moderni.

Hotel economici:

  • Tra ristoranti e negozi a Monti, tra il Foro e il teatro dell'opera, l'Hotel Artorius non è adiacente alle principali attrazioni, ma si trova a 20-30 minuti a piedi dal Foro, dal Colosseo, dalla Fontana di Trevi, dal Vittoriano e dai musei.
  • Sempre nel vivace quartiere di Monte, a pochi passi dal Colosseo e da altre attrazioni dell'antica Roma, l'Hotel Grifo offre una terrazza panoramica e la colazione gratuita.
  • Sulla sponda occidentale del Tevere, a sud della Città del Vaticano, Trastevere è uno dei quartieri più colorati della città. Nonostante Trastevere abbia diversi piccoli B&B, Cassiodoro è uno dei pochi hotel, circondato da ristoranti e negozi tradizionali.

Suggerimenti e tour: come sfruttare al meglio la tua visita a Roma

  • Giro turistico in autobus : per la massima flessibilità mentre visiti tutte le principali attrazioni, iscriviti al tour turistico Hop-On Hop-Off di Roma su un autobus a due piani all'aperto. Accompagnato da un commento audio, questo conveniente biglietto copre tutte le principali attrazioni, con otto diverse fermate, e puoi salire e scendere alle tue attrazioni preferite. Puoi scegliere un tour valido per 24 o 48 ore e passare a pacchetti che includono l'ingresso saltafila per risparmiare tempo ad attrazioni come il Palatino, il Colosseo e il Foro Romano.
  • Giro turistico in autobus : per la massima flessibilità mentre visiti tutte le principali attrazioni, iscriviti al tour turistico Hop-On Hop-Off di Roma su un autobus a due piani all'aperto. Accompagnato da un commento audio, questo conveniente biglietto copre tutte le principali attrazioni, con otto diverse fermate, e puoi salire e scendere alle tue attrazioni preferite. Puoi scegliere un tour valido per 24 o 48 ore e passare a pacchetti che includono l'ingresso saltafila per risparmiare tempo ad attrazioni come il Palatino, il Colosseo e il Foro Romano.
  • Giro turistico in autobus : per la massima flessibilità mentre visiti tutte le principali attrazioni, iscriviti al tour turistico Hop-On Hop-Off di Roma su un autobus a due piani all'aperto. Accompagnato da un commento audio, questo comodo biglietto copre tutte le principali attrazioni, con otto diverse fermate, e puoi salire e scendere alle tue attrazioni preferite. Puoi scegliere un tour valido per 24 o 48 ore e passare a pacchetti che includono l'ingresso saltafila per risparmiare tempo ad attrazioni come il Palatino, il Colosseo e il Foro Romano.
  • Giro turistico in autobus : per la massima flessibilità mentre visiti tutte le principali attrazioni, iscriviti al tour turistico Hop-On Hop-Off di Roma su un autobus a due piani all'aperto. Accompagnato da un commento audio, questo comodo biglietto copre tutte le principali attrazioni, con otto diverse fermate, e puoi salire e scendere alle tue attrazioni preferite. Puoi scegliere un tour valido per 24 o 48 ore e passare a pacchetti che includono l'ingresso saltafila per risparmiare tempo ad attrazioni come il Palatino, il Colosseo e il Foro Romano.

Altre cose da vedere e da fare a Roma

Mappa di Roma – Attrazioni (Storiche)