20 musei di prim'ordine a Parigi

I visitatori potrebbero trascorrere un'intera vacanza (o una vita) esplorando le collezioni d'arte di Parigi. La città vanta più di 150 musei , molti dei quali sono istituzioni di livello mondiale.

La scoperta dei punti salienti del Museo del Louvre richiede di per sé diversi giorni. I turisti spesso si perdono nelle gallerie apparentemente infinite, piene di capolavori della civiltà occidentale. Per i visitatori per la prima volta, si consiglia una visita guidata al Louvre.

Altri musei sono dedicati ad artisti specifici, come il Musée Picasso, il Musée Rodin e il Musée Marmottan Monet, o a generi, come l'arte impressionista al Musée d'Orsay, l'arte medievale al Museo di Cluny e l'arte moderna al Centro Pompidou. Parigi ha anche piccoli musei interessanti come il Musée Jacquemart-Andre e il Musée de l'Orangerie.

Suggerimenti per i viaggiatori : molti musei sono chiusi il lunedì o il martedì, mentre alcuni musei (incluso il Musée Marmottan Monet) rimangono aperti fino a tardi in determinati giorni e alcuni musei (come il Centre Pompidou) sono aperti fino a tardi tutti i giorni. L'ingresso al Musée du Louvre è gratuito il 14 luglio, festa nazionale. L'ingresso al Musée d'Orsay, al Centre Pompidou e al Musée de Cluny è gratuito la prima domenica del mese.

Un Paris Museum Pass consente l'ingresso illimitato alla maggior parte dei musei per un periodo di due o quattro giorni. Qual è il modo migliore per apprezzare le collezioni museali, oltre a seguire un corso di Storia dell'Arte prima del viaggio? Iscriviti alle visite guidate quando possibile. Guide esperte migliorano la tua esperienza fornendo un contesto storico e condividendo approfondimenti unici.

Scopri le migliori collezioni d'arte e pianifica le tue visite con la nostra lista dei migliori musei di Parigi.

1. Museo del Louvre

museo di Louvre

Questo impareggiabile museo contiene la più prestigiosa collezione d'arte di Parigi (e una delle più rinomate al mondo) ospitata nell'ex palazzo reale dei re francesi. Visitare il Louvre offre un corso accelerato attraverso alcuni dei migliori capolavori della civiltà occidentale.

Con oltre 30.000 opere d'arte, la vasta collezione del Louvre copre di tutto, dalle antichità egizie, greche e romane ai dipinti europei dal XIII al XIX secolo. Sono inoltre esposti i gioielli della corona francese, i mobili antichi francesi, l'arte islamica e le statue neoclassiche del XVIII secolo.

Le opere d'arte più famose includono la Gioconda di Leonardo da Vinci; il grandioso dipinto a tutta altezza Les Noces de Cana del Veronese; Le Sacre de Napoleone 1er di Jacques Louis David; la statua della Venere di Milo del II secolo aC; e la monumentale scultura della Vittoria di Samotracia , nota anche come la Vittoria Alata.

Il modo migliore per vedere tutti i punti salienti è fare un tour guidato del Museo del Louvre, che ha l'ulteriore vantaggio dell'ingresso prioritario (per evitare le lunghe code). Un altro modo per saltare le code è utilizzare un pass per i musei di Parigi di 2 giorni o un pass per i musei di Parigi di 4 giorni.

Indirizzo: Rue de Rivoli, 75001 Parigi (Metro: stazione Palais-Royal Musée du Louvre)

Sito ufficiale: http://www.louvre.fr/en/homepage

2. Museo d'Orsay

Museo d'Orsay

Il Musée d'Orsay mostra un eccezionale assortimento di arte del XIX e XX secolo (dal 1848 al 1914) in una stazione ferroviaria della Belle Epoque riconvertita. La collezione rappresenta tutti i grandi maestri dell'Impressionismo : Boudin, Caillebotte, Corot, Courbet, Degas, Manet, Monet, Pissarro, Sisley, Renoir e Vuillard.

Presentata all'incirca in ordine cronologico, la collezione segue la progressione del movimento dell'Impressionismo, quindi prosegue con il Post-Impressionismo, coprendo opere di Bonnard, Cézanne, Gauguin e Van Gogh, e dei puntinisti, Seurat e Signac. Ci sono anche disegni e dipinti di Toulouse Lautrec, l'artista boemo di Montmartre, che è in una classe a parte.

Alcuni dei pezzi più esemplari del museo includono Coquelicots ( Papaveri ) di Claude Monet , Gare Saint-Lazare e Nymphéas Bleus ( Ninfee blu); La Balançoire di Renoir ( The Swing ), Danse à la Campagne e Bal du Moulin de la Galette; la natura morta Pommes et Oranges di Cézanne ; Degas ' La Classe de Danse ; e Le Berceau di Morisot ( La culla ).

Per apprezzare al meglio le opere d'arte, si consiglia di fare un tour guidato privato di due ore del Museo d'Orsay personalizzabile. Questo tour salta la lunga fila d'ingresso e porta i visitatori direttamente alle opere d'arte da non perdere, inclusi i capolavori di Delacroix, Renoir, Monet, Cézanne e Van Gogh.

Ben progettato per accogliere i visitatori, il Musée d'Orsay dispone di una boutique-libreria, un elegante caffè con decorazioni a tema acquatico e uno squisito ristorante gourmet (elencato come Monumento Storico) con lampadari scintillanti, modanature dorate e uno splendido dipinto su il soffitto.

Indirizzo: 1 Rue de la Légion d'Honneur, 75007 Parigi (Metro: stazione Gare Musée d'Orsay)

Sito ufficiale: http://www.musee-orsay.fr/en/

3. Musee de Cluny (Musee National du Moyen Age)

Musee de Cluny (Musee National du Moyen Age)

Questo Musée de Cluny è nascosto nell'Hôtel des Abbés de Cluny (Casa abbaziale) del XV secolo, in una strada tranquilla fuori Boulevard Saint-Germain. Una delle principali attrazioni del Quartiere Latino. Il museo ha una straordinaria collezione di dipinti medievali, sculture, vetrate e oggetti del tesoro della chiesa.

Il museo è rinomato per i suoi arazzi tra cui la famosa serie Dama con l'unicorno ( Dame à la Licorne ) che risale alla fine del XV e all'inizio del XVI secolo. Resa nei minimi dettagli, questa serie di sei arazzi in stile " millefleurs " ("mille fiori") incorpora moltitudini di fiori, alberi e animali amichevoli.

Una delle sale del museo fa parte del bimillenario sito archeologico delle terme romane , il Frigidarium (stanza del bagno freddo). Questa sala mostra un piccolo assortimento di statue, mosaici e altre antichità come sculture gallo-romane. Il resto del complesso termale romano, le Thermes de Cluny, costruito intorno al 200 d.C., può essere visto dall'esterno del museo lungo il Boulevard Saint-Michel.

Aggiornamento sui lavori di ristrutturazione : il Musée de Cluny è attualmente chiuso per lavori di ristrutturazione. La riapertura del museo è prevista per l'inizio del 2023.

Indirizzo: 28 Rue du Sommerard, 75005 Parigi (stazione Metro Cluny-La Sorbonne, Saint-Michel o Odéon)

Sito ufficiale: https://www.musee-moyenage.fr/en/home.html

4. Centro Pompidou

Centro Pompidou

Il Centre Pompidou stupisce i visitatori con la sua struttura in acciaio e vetro straordinariamente moderna, considerata da alcuni favolosamente originale mentre altri la chiamano atroce.

Il Centro Pompidou ospita il Musée National d'Art Moderne , una vasta collezione di arte del XX e XXI secolo presentata in ordine cronologico, a cominciare dalla collezione Modern (tra cui Braque, Duchamp, Dufy, Matisse, Kandinsky e Picasso) proseguendo con la collezione Contemporanea (opere di Mark Rothko, Andy Warhol e altri rinomati artisti nati dopo il 1920).

La collezione Drawing è stata acquisita dal Musée du Luxembourg e dal Jeu de Paume. Questa collezione contiene notevoli opere di arte grafica di Marc Chagall, Jean Dubuffet, Marcel Duchamp e Henri Matisse.

Il Centre Pompidou copre tutte le categorie d'arte, inclusa una collezione di film e nuovi media che presenta installazioni di arti visive, oltre a film sperimentali e artistici dal 1902 al 21° secolo.

I visitatori apprezzano anche lo snack bar Café le Central del centro al livello 1 e il ristorante sul tetto (Livello 6) Georges , che abbaglia con le sue ampie vedute di Parigi , inclusa la Torre Eiffel in lontananza. Il Centre Pompidou ha anche tre librerie e una boutique che vende regali e souvenir.

Indirizzo: Place Georges-Pompidou, 75004 Parigi (metropolitana: stazione Rambuteau, Hôtel de Ville o Châtelet-Les Halles)

Sito ufficiale: https://www.centrepompidou.fr/en

5. Petit Palais: Musée des Beaux-Arts de la Ville de Paris

Petit Palais: Museo delle Belle Arti della Città di Parigi

Progettato in opulento stile Belle Epoque, il Petit Palais è stato creato per l'Esposizione Universale del 1900 ed è stato convertito in un museo nel 1902. I dettagli scultorei e i murales decorati dell'edificio offrono uno sfondo perfetto per le opere d'arte in mostra.

Il Petit Palais vanta una vasta collezione di belle arti che copre antichità classiche, manufatti medievali, dipinti e manoscritti rinascimentali, dipinti francesi e olandesi del XVII secolo, arazzi Beauvais del XVIII secolo, sculture del XIX secolo, arte impressionista e oggetti decorativi in ​​stile Art Nouveau.

I punti salienti della collezione sono i capolavori della pittura europea di Eugène Delacroix, Rembrandt, Peter Paul Rubens, Nicolas Poussin, Jacques Louis David e altri artisti famosi; e una meravigliosa collezione di dipinti impressionisti di Bonnard, Cézanne, Monet, Morisot, Pissarro, Renoir, Sisley e Vuillard.

Da non perdere Soleil Couchant sur la Seine di Claude Monet, l'autoritratto di Rembrandt, Jérôme de La Lande di Fragonard, Combat du Giaour et du Pacha di Delacroix e La Parisienne di Charles-Alexandre Giron.

Al centro delle quattro ali dell'edificio si trova un delizioso cortile con giardino, dove il Café-Restaurant Le Jardin du Petit Palais serve un menu semplice per il pranzo, snack e rinfreschi. Durante l'estate, la caffetteria offre posti a sedere all'aperto su una terrazza ombreggiata con vista sul giardino.

Indirizzo: Avenue Winston Churchill, 75008 Parigi (Metro: stazione Champs-Elysées Clemenceau)

Sito ufficiale: http://www.petitpalais.paris.fr/en

6. Museo Rodin

Giardino delle sculture del museo Rodin

Il Museo Rodin presenta la sua collezione nell'Hôtel Biron del XVIII secolo, un palazzo in stile neoclassico classificato come Monumento Storico . Lo scultore francese Auguste Rodin si è ispirato al giardino formale della struttura con i suoi alberi ombrosi e gli arbusti ben curati.

Nel 1908 Rodin affittò parte del palazzo per utilizzarlo come studio d'arte e, a partire dal 1911, occupò l'intero edificio. Sulla base di fotografie d'epoca, il museo ha ricostruito lo studio d'arte di Rodin come era arredato e decorato durante il periodo in cui l'artista visse qui. In mostra anche un assortimento di opere d'arte di Rodin insieme alla sua collezione d'arte personale che ha voluto per il governo francese.

Il museo invita i visitatori ad ammirare centinaia di opere di Rodin, comprese le sue celebri sculture, nonché i suoi dipinti e disegni. Lo spazio espositivo è dedicato anche ai pezzi collezionati da Rodin, come i dipinti di Claude Monet, August Renoir e Vincent van Gogh.

Dopo aver visto le collezioni nel palazzo, i visitatori possono fare una passeggiata nel Giardino delle Sculture e fermarsi al caffè-ristorante, L'Augustine , per pranzo o per un tè pomeridiano o un caffè e un dessert. Il ristorante-caffetteria serve piatti classici francesi preparati con ingredienti di stagione, insieme a pasticceria (crostate, torte, ecc.) fornita dalla prestigiosa Maison Lenôtre.

Il bellissimo Giardino delle Sculture di tre ettari espone copie a grandezza naturale delle opere di fama mondiale di Rodin, tra cui Il Pensatore ( Le Penseur ), il Monumento ai Borghesi di Calais ( Les Bourgeois de Calais ) e Le Porte dell'Inferno ( La Porte d''malato ). In origine Rodin aveva collocato nel giardino sculture antiche della sua collezione personale.

All'interno dei giardini perfettamente curati c'è un roseto che fiorisce a maggio e giugno. Il paesaggio della tenuta consente la fioritura di fiori diversi ogni mese durante tutto l'anno. Ad esempio, i visitatori possono ammirare rigogliosi grappoli di viburno a febbraio, fiori di forsizia giallo brillante a marzo e delicate ortensie a maggio.

In piena estate, il Giardino delle Sculture e il caffè-ristorante rimangono aperti fino a tardi diverse sere ogni settimana.

Indirizzo: 77 Rue de Varenne, 75007 Parigi (Metro: stazione Varenne o Invalides)

Sito ufficiale: http://www.musee-rodin.fr/en/home

7. Museo Marmottan Monet

Museo Marmottan Monet | Annie HARADA VIOT / foto modificata

Nell'ex casino di caccia del duca di Valmy, vicino all'incantevole parco Bois de Boulogne , il Musée Marmottan Monet è una meta imperdibile per gli amanti dell'impressionismo. Il museo espone i dipinti del più celebre artista impressionista francese, Claude Monet.

Il Musée Marmottan Monet vanta la più grande collezione di dipinti di Monet al mondo, con più di 100 opere che rappresentano la progressione della carriera dell'artista. Oltre all'impressionante quantità di pezzi, la collezione presenta anche opere di eccezionale rarità.

La collezione inizia con l'innovativa Impressione di Monet, il dipinto Soleil Levant (1872), che ha dato il nome all'Impressionismo, e continua cronologicamente fino alla sua serie Nymphéas (Ninfee) , che dipinse nei suoi ultimi anni mentre viveva a Giverny. (Il giardino di Monet a Giverny è una delle principali attrazioni turistiche della Normandia.)

I tesori della collezione includono i famosi dipinti di Monet Le Train dans la Neige . La locomotiva (1875); Sulla Promenade Près d'Argenteuil (1875); Pont de l'Europe (1877); Cattedrale di Rouen (1892); e Londra, Le Parlement , Reflets sur la Tamise (1905).

Il museo espone anche opere dei contemporanei di Monet: Boudin, Corot, Gauguin, Daumier, Morisot, Pissarro, Renoir e Sisley, tra gli altri.

Il museo dispone inoltre di una sala dedicata all'arte miniaturistica medievale; la collezione comprende capolavori di artigianato dal XIII al XVI secolo.

Il museo ha anche una boutique che vende libri, cartoline, poster e souvenir.

Indirizzo: 2 Rue Louis-Boilly, 75016 Parigi (Metro: stazione La Muette ou Ranelagh)

Sito ufficiale: http://www.marmottan.fr/

8. Musée Carnavalet – Storia di Parigi

Musée Carnavalet – Storia di Parigi | Yann Caradec / foto modificata

Riaperto nel 2023, il Musée Carnavalet – Histoire de Paris si trova in un angolo tranquillo di Le Marais , un quartiere suggestivo rinomato per i suoi splendidi palazzi medievali e rinascimentali. La collezione è ospitata in due hôtels particuliers (palazzi) adiacenti: l' Hôtel Peletier del XVII secolo e l' Hôtel Carnavalet del XVI secolo, noto anche come Hôtel des Ligneris.

Nel corso di diversi anni (dal 2017 al 2023) si è svolto un progetto di ristrutturazione che ha magnificamente ristrutturato gli edifici storici del museo. Il restauro ha incluso una riprogettazione degli spazi espositivi per migliorare l'esperienza del visitatore.

Il museo illustra la storia di Parigi attraverso una vasta collezione (oltre 3.800 oggetti) di antichità, dipinti storici, disegni e oggetti d'arte. Le mostre spaziano da manufatti preistorici e reliquie medievali a decorazioni Belle Epoque. La collezione copre la storia moderna con fotografie delle proteste studentesche negli anni '60 e mostre sull'incendio di Notre Dame del 2023.

Dal 1677 al 1696, l'Hôtel Carnavalet fu la residenza di Madame de Sévigné , le cui lettere alla figlia (più di 1.500 in numero) che descrivono la vita a Parigi e alla corte di Versailles forniscono preziosi spunti sull'epoca di Luigi XIV (il Sole Re). Alcuni degli effetti personali di Madame de Sévigné possono essere visti al museo.

Un assortimento di ritratti , insieme a profili di famosi parigini, mette in risalto i cittadini più influenti della città. La collezione copre eventi importanti, come le guerre di religione e la rivoluzione francese, mentre documenta l'evoluzione intellettuale e culturale di Parigi.

Il Museo Carnavalet – Storia di Parigi dispone di un ristorante gourmet, Les Jardins d'Olympe (con ingresso al 16 di Rue des Francs-Bourgeois), e di una boutique-libreria.

Indirizzo: 23 Rue de Sévigné, 75003 Parigi (Metro: stazione Saint-Paul)

Sito ufficiale: https://www.carnavalet.paris.fr/musee-carnavalet

9. Museo dell'Orangerie

Ingresso del Musee de l'Orangerie

Il Musée de l'Orangerie è uno dei posti migliori da visitare a Parigi per ammirare l' arte impressionista . L'attenzione per l'impressionismo e l'arte dal XIX al XX secolo è simile al Musée d'Orsay, tranne per il fatto che il Museo dell'Orangerie è più piccolo e meno noto e quindi di solito meno affollato.

I turisti si divertiranno a vedere splendidi dipinti impressionisti in questo spazio intimo. Il museo rappresenta l'opera degli impressionisti (Monet, Sisley e Renoir), dei post-impressionisti (Cézanne, Gauguin, Matisse e Derain) e dei modernisti (Modigliani, Picasso e Soutine).

Un punto culminante del museo è la serie di Ninfee ( Ninfee ) di Monet esposta in due sale ellittiche, chiamate " Cappella Sistina dell'Impressionismo " da André Masson nel 1952. I dipinti panoramici impressionano immediatamente lo spettatore per le loro enormi dimensioni; la serie di otto dipinti copre 200 mq, l'intero spazio parietale di entrambe le sale espositive.

Da vicino, i dipinti sembrano scarabocchi di pennellate, ma se visti da diversi metri di distanza la composizione crea un'impressione realistica di ninfee che galleggiano in uno stagno sognante. Questi capolavori dell'arte impressionista rivelano il notevole talento e il genio di Claude Monet.

Indirizzo: Jardin des Tuileries, Place de la Concorde, 75001 Parigi (Metro: stazione Concorde o Tuileries)

10. Museo Jacquemart-André

Museo Jacquemart-André | Guillaume Baviere / foto modificata

Il Musée Jacquemart-André occupa un sontuoso palazzo del XIX secolo costruito per Edouard André e Nélie Jacquemart, che intrattenevano l'alta società parigina con feste sontuose nel loro Grand Salon.

La casa riflette i gusti raffinati della coppia benestante (Edouard e Nélie), accaniti collezionisti d'arte appassionati della pittura francese del 18° secolo, oltre che dell'arte del Rinascimento italiano . La collezione d'arte privata della coppia comprende capolavori di Elisabeth Lebrun, Fragonard, Jacques-Louis David, Rembrandt, Giovanni Bellini, Botticelli e Tiepolo.

Nell'elegante ex sala da pranzo del palazzo, il Café Jacquemart-André serve rinfreschi e pasti leggeri, come insalate miste e quiche, a pranzo. All'ora del tè, gli ospiti possono assaggiare i migliori dolci parigini della rinomata Pâtisserie Stohrer. Il Café Jacquemart-André offre un menu speciale per il brunch la domenica dalle 11:00 alle 14:30.

I turisti apprezzeranno anche la boutique del museo, che vende libri e articoli da regalo.

Gli amanti dello shopping possono programmare di visitare il Musée Jacquemart-André prima o dopo aver visitato i negozi di stilisti sugli Champs-Elysées e i grandi magazzini Galeries Lafayette , che si trovano a pochi passi dal museo.

Indirizzo: 158 Boulevard Haussmann, 75008 Parigi (Metro: stazione Saint-Philippe du Roule o Miromesnil)

Sito ufficiale: https://www.musee-jacquemart-andre.com/en/home

11. Museo Nazionale Picasso-Parigi

Vendita alberghiera

Ristrutturato nel 2014, il Musée National Picasso-Paris si trova nello storico quartiere del Marais , nell'Hôtel Salé, una delle più grandi dimore aristocratiche parigine del XVII secolo. La struttura dispone di un elegante giardino alla francese, dove i visitatori possono rilassarsi sulle panchine del parco.

I 3.700 metri quadrati di spazio espositivo del palazzo vengono utilizzati per esporre un'ampia gamma di dipinti di Picasso insieme a sculture e disegni che rappresentano l'intero arco della carriera dell'artista. Il museo contiene oltre 5.000 oggetti, che è la più grande collezione di opere di Picasso al mondo.

Alcune delle opere più iconiche della collezione sono l' Autoritratto di Picasso e La Célestine del periodo Blu, le Demoiselles d'Avignon ( Giovane dame di Avignone ) e l' Homme à la Mandoline ( Uomo con mandolino ) del periodo cubista. Degni di nota sono anche i dipinti di Grandi Nudi, vibranti Matador e musicisti stravaganti.

Da non perdere è la collezione d'arte personale di Picasso , che è un'esclusiva del Musée Picasso (in precedenza la donazione di Picasso allo stato vietava di prestare questi pezzi a qualsiasi altra mostra museale). La collezione di Picasso comprende opere degli artisti più famosi del XX secolo: Braque, Cézanne, Corot, Degas, Derain, Gauguin, Renoir, Matisse, Miró e Rousseau.

Il museo ha un negozio di articoli da regalo aperto dal martedì al venerdì e una caffetteria con gli stessi orari di apertura del museo.

Indirizzo: 5 Rue de Thorigny, 75003 Parigi (metropolitana Saint-Paul, Saint-Sébastien-Froissart o Chemin Vert)

Sito ufficiale: http://www.museepicassoparis.fr/en/

12. Institut du Monde Arabe (Istituto del mondo arabo)

Institut du Monde Arabe (Istituto del mondo arabo)

L'Institut du Monde Arabe è in sorprendente contrasto con gli antichi edifici del Quartiere Latino medievale. Questo unico punto di riferimento parigino rappresenta un'interpretazione contemporanea dell'architettura islamica. Ispirata a motivi geometrici di ispirazione araba, la facciata sud è adornata con mashrabiya (che ricordano mosaici o lavori in filigrana) che consentono alla luce di filtrare all'interno.

L'istituto è stato istituito per promuovere l'interscambio tra le culture dell'Oriente e dell'Occidente attraverso conferenze, concerti di musica, proiezioni di film, spettacoli di danza e teatro, letture di poesie e mostre temporanee che si rivolgono a un pubblico generale. Le lezioni di lingua araba sono offerte in collaborazione con il Centre de Langue et de Civilization dell'istituto.

Il museo dell'istituto comprende tre dipartimenti: Arte islamica, che espone ceramiche, calligrafia, manoscritti storici, tappeti tradizionali, tessuti e gioielli; Etnografia , che presenta mostre sulla società, la cultura e la vita quotidiana in varie aree del mondo arabo; e Arte Moderna e Contemporanea , che presenta opere create da artisti musulmani dagli anni '20.

Il museo dell'istituto presenta una visione completa delle diverse civiltà del mondo arabo. La raccolta inizia con l'antichità e mette in evidenza il periodo del III secolo in cui emergono la lingua araba e la vera identità della cultura araba, illustrando l'influenza della religione islamica già nel VII secolo.

Una delle cose più divertenti da fare a Parigi è cenare nel raffinato ristorante dell'istituto, Le Zyriab, al 9° piano. L'elegante sala da pranzo del ristorante offre viste sensazionali sulla Cattedrale di Notre-Dame e sull'Île de la Cité. Il 9° piano dispone anche di una caffetteria self-service per pasti informali. Le Café Littéraire al piano terra serve pasti leggeri e spuntini.

Dalla terrazza sul tetto , i panorami si estendono per tutto il paesaggio urbano di Parigi fino all'Arco di Trionfo. Nelle giornate limpide è possibile vedere fino a La Défense.

Indirizzo: 1 Rue des Fossés Saint-Bernard, 75005 Parigi (Metro: stazione Jussieu o Cardinal Lemoine)

Sito ufficiale: https://www.imarabe.org/en/museum/the-museum-s-collections

13. Museo delle arti decorative

Museo delle arti decorative | jean-louis Zimmermann / foto modificata

Per coloro che apprezzano la moda e le cose belle della vita, questo museo nell'ala occidentale del Louvre è una delizia. Il Musée des Arts Décoratifs ( Museo delle arti decorative ) espone una vasta collezione (circa 150.000 oggetti) di oggetti di arti decorative dal Medioevo attraverso i secoli fino al movimento Art Nouveau.

I visitatori si meravigliano della varietà di oggetti, dalle pale d'altare medievali e casse nuziali rinascimentali agli arazzi del XVIII secolo e alle stoviglie del Primo Impero.

L' elegante ristorante del museo, Loulou, incarna l'essenza dell'art-de-vivre parigina con il suo menu mediterraneo (ispirato alla cucina della Costa Azzurra, dell'Italia e della Sicilia), un'elegante sala da pranzo e piacevoli posti a sedere sulla terrazza con giardino.

Associato al Musée des Arts Décoratifs è il Musée Nissim de Camondo nell'8° arrondissement al 63 di Rue de Monceau. Questa magnifica dimora privata della Belle Epoque mostra un notevole assortimento di oggetti d'arte decorativa e dipinti francesi del 18° secolo, come lampadari scintillanti, orologi dorati, porcellane di Sèvres e vasi di Maria Antonietta.

Il Museo delle Arti Decorative sostiene anche gli Ateliers du Carrousel , che offre laboratori d'arte per bambini e adulti tenuti da artisti professionisti.

Indirizzo: 107 – 111 Rue de Rivoli, 75001 Parigi (metropolitana: Palais Royal-Musée du Louvre, Tuileries o stazione Pyramides)

Sito ufficiale: https://madparis.fr/en/

14. Hotel de la Marine

Hotel de la Marina | Jean-Pierre Dalbera / foto modificata

Questo maestoso palazzo neoclassico nasconde un meraviglioso mondo nascosto della storia del 18° secolo. Il palazzo si trova nel cuore di Parigi, in Place de la Concorde, che in origine era chiamata Place Louis XV ed era adornata con una statua equestre del re (rimossa durante la Rivoluzione).

Nel 1765, l'Hôtel de la Marine divenne un deposito per i gioielli della corona reale, i mobili, le armi e le armature appartenute a Luigi XV e alla sua famiglia.

I visitatori possono visitare l'interno per ammirare gli splendidi arredi del XVIII e XIX secolo e le viste su Place de la Concorde. Un tour audio autoguidato condivide i 250 anni di storia del monumento. Il palazzo ospita anche mostre durante tutto l'anno.

L'Hôtel de la Marine è aperto tutti i giorni. I servizi includono un ristorante , una caffetteria e una libreria/ negozio di articoli da regalo . Il venerdì le aperture notturne sono fino alle 22:00 (arrivo in biglietteria entro le 21:15). Inoltre, il cortile interno dell'edificio è aperto tutti i giorni dalle 9:00 alle 24:00.

Indirizzo: 2 Place de la Concorde, 75008 Parigi (Metro: stazione Concorde)

Sito ufficiale: https://www.hotel-de-la-marine.paris/en/

15. Museo d'Arte Moderna della Città di Parigi

Museo d'Arte Moderna della Città di Parigi | Jean-Pierre Dalbra / foto modificata

Il Museo d'Arte Moderna della Città di Parigi è ospitato in un edificio in stile Art Nouveau progettato per l'Esposizione Internazionale d'Arte e Tecnica nel 1937. Inaugurato nel 1961, il museo si concentra sull'arte del XX e XXI secolo con una collezione di circa 13.000 lavori.

La collezione presenta il lavoro di famosi artisti moderni, tra cui Bonnard, Braque, Chagall, Derain, Dufy, Léger, Matisse, Modigliani, Picasso e Vuillard, tra gli altri. Con la sua vasta gamma di artisti rappresentati, la collezione copre le principali tendenze dell'arte moderna.

Mostre temporanee si tengono presso il museo durante tutto l'anno.

Indirizzo: 11 Avenue du Président Wilson, 75116 Parigi (Metro: stazione Alma-Marceau o Iéna)

Sito ufficiale: http://www.mam.paris.fr/en

16. Museo Nazionale delle Arti e delle Tecniche dei Mestieri

Il pendolo di Foucault | Christoph Derndorfer / foto modificata

Fondato nel 1794 da Henri Grégoire, il Musée National des Arts et Metiers Techniques è un museo di strumenti scientifici e innovazione tecnologica. La collezione espone più di 2.400 invenzioni che rivelano notevoli innovazioni tecnologiche.

Da non perdere la versione originale del Pendolo di Foucault . Dimostrato dal fisico francese Jean Foucault nel 1851, il pendolo metallico oscilla in una rotazione completa di 360 gradi ogni 24 ore, dimostrando così la rotazione della terra.

Indirizzo: 60 Rue Réaumur, 75003 Parigi (Metro: stazione Réaumur – Sébastopol)

Sito ufficiale: http://www.arts-et-metiers.net/musee/visitor-information

17. Musee Grevin (Museo delle cere)

Museo Grevin | patrick janicek / foto modificata

Il più divertente dei musei di Parigi, il Musée Grévin è puro divertimento per i turisti. Questo famoso museo delle cere diverte i visitatori con le sue somiglianze incredibilmente realistiche delle celebrità più famose di oggi, così come i personaggi storici della storia francese.

I visitatori possono "incontrare" Luigi XIV (il Re Sole), Napoleone Bonaparte e Victor Hugo, e poi trovare le star del cinema preferite come Marilyn Monroe, Angelina Jolie e Penélope Cruz (tra più di 200 celebrità).

Il Museo Grévin dispone anche di una caffetteria , con un menu semplice per pranzo o cena, e un teatro che presenta concerti di musica classica .

Per saltare le lunghe code all'ingresso del museo, i visitatori possono acquistare in anticipo i biglietti per il Musée Grévin.

Indirizzo: 10 Boulevard Montmartre, 75009 Parigi (Metro: stazione Richelieu – Drouot o Grands Boulevards)

Sito ufficiale: https://www.grevin-paris.com/en

18. Musee du Quai Branly – Jacques Chirac

Museo del Quai Branly | Jean-Pierre Dalbra / foto modificata

Uno studio illuminante di culture diverse, il Musée du Quai Branly vanta una delle collezioni d'arte più eclettiche di Parigi. Il museo possiede circa 370.000 oggetti provenienti da Africa, Asia, Oceania, Vicino Oriente e Americhe. La collezione espone una vasta gamma di opere d'arte, oggetti religiosi, oggetti di uso quotidiano, abbigliamento, strumenti musicali e fotografie.

Esempi di pezzi degni di nota al museo includono una maschera tribale della Papua Nuova Guinea, una saliera in avorio intagliato della Nigeria, un costume da sposa del Vietnam, un abito cerimoniale ricamato dell'Uzbekistan, una lampada rituale tradizionale del Nepal e un elmo piumato del Isole hawaiane.

Per chi ama cenare con vista, il ristorante panoramico del museo, Les Ombres, non delude. Le ampie finestre del ristorante e la terrazza panoramica si affacciano direttamente sulla Torre Eiffel e sul rigoglioso giardino del museo. In questo ambiente spettacolare, il ristorante serve una raffinata cucina francese contemporanea.

Il museo dispone di un cinema e di un ristorante informale ( Café Jacques ) all'interno del giardino di due ettari del museo. Il Café Jacques dispone di una piacevole terrazza all'aperto e di viste sulla Torre Eiffel. Il classico menu del pranzo francese si basa su ingredienti di stagione. L'assortimento di dessert di Café Jacques è disponibile tutto il giorno e comprende la cioccolata calda fornita dalla Manifattura Ducasse.

Vale la pena visitare la boutique del museo, che vende libri sull'arte e la civiltà dei paesi non occidentali. I turisti si divertiranno a sfogliare la selezione di articoli da regalo della boutique, inclusi gioielli e oggetti decorativi, realizzati a mano da artigiani nei paesi rappresentati nel museo.

Indirizzo: 37 Quai Branly, 75007 Parigi (metropolitana: Alma-Marceau, Iéna, Ecole Militaire o stazione Bir Hakeim)

Sito ufficiale: http://www.quaibranly.fr/en/

19. Fondazione Louis Vuitton

Fondazione Louis Vuitton | Guilhem Vellut / foto modificata

L'architetto di fama mondiale Frank Gehry ha progettato l'edificio ultramoderno in vetro e acciaio che ospita la collezione della Fondation Louis Vuitton. Inaugurato nel 2014, questo spazio espositivo di 3.500 metri quadrati nel Bois de Boulogne è uno dei musei più nuovi e alla moda di Parigi.

L'esterno sorprendente contiene più acciaio della Torre Eiffel e presenta 3.600 vetri delle finestre, che consentono alla luce naturale di illuminare le gallerie. L'ambiente luminoso e arioso consente ai visitatori di apprezzare l'arte.

Le terrazze sul tetto offrono viste panoramiche sullo spazio verde di 850 acri del Bois de Boulogne, sulla Torre Eiffel e sul paesaggio urbano di Parigi in lontananza.

La collezione permanente del museo è incentrata sull'arte contemporanea , dagli anni '60 ai giorni nostri. I visitatori sono stupiti da esempi sorprendenti di Pop art, pittura astratta, ritratti fotografici e installazioni video. Alcuni dei punti salienti includono le colorate opere grafiche di Takashi Murakami, le sculture di Alberto Giacometti e le fotografie di Omar Victor Diop.

I visitatori possono concedersi un pranzo gourmet presso il ristorante alla moda del museo, Le Frank. Il ristorante è aperto tutti i giorni dalle 12:00 alle 16:00 e per cena solo su prenotazione il venerdì e il sabato.

Indirizzo: 8 Avenue du Mahatma Gandhi, 75116 Parigi (Metro: Pont de Neuilly o Avenue Foch)

Sito ufficiale: https://www.fondationlouisvuitton.fr/en/visit

20. Museo Guimet

Museo Guimet | Jean-Pierre Dalbera / photo modified

The Musée Guimet has the most important collection of Asian art in France. The museum was founded at the end of the 19th century, when the industrialist Emile Guimet bequeathed his personal collection to the city of Paris.

Highlights of the collection include the 6th-century to 13th-century Khmer sculptures from Cambodia, Buddhist reliefs of the school of Amaravati, and Chinese porcelain from the Tang period to the Compagnie des Indes.

The museum also has a casual restaurant and a fantastic boutique that sells books, as well as art objects inspired by some of the museum's masterpieces.

Address: 6 Place d'léna, 75116 Paris (Métro: Iéna or Boissière station)