20 posti migliori da visitare nel nord della Spagna

La Spagna settentrionale si estende dal Mar Mediterraneo all'Oceano Atlantico, delimitata dai Pirenei al confine con la Francia. Con i suoi paesaggi diversi e le province distinte, questa bellissima zona della Spagna offre qualcosa per ogni tipo di viaggiatore.

La città energica e ricca di cultura di Barcellona ha favolosi musei d'arte e un'architettura fantastica. San Sebastián è un'elegante località balneare con un pittoresco centro storico e un'eccezionale scena di ristoranti. Meta finale del pellegrinaggio medievale del Cammino di Santiago, Santiago de Compostela immerge i visitatori nell'atmosfera spirituale che anima la città da millenni.

Oltre ai monumenti di Gaudí a Barcellona e al centro storico di Santiago de Compostela, altri siti del patrimonio mondiale dell'UNESCO sono sparsi in tutto il nord della Spagna, tra cui una cattedrale mozzafiato a Burgos , le rovine romane di Tarragona , chiese preromaniche vicino a Oviedo e il Parco Naturale di Ordesa e Monte Perdido nella provincia di Huesca.

I viaggiatori alla ricerca di un'esperienza che ispira l'anima dovrebbero fare un viaggio nel remoto Monastero di Montserrat . Per i pittoreschi villaggi di pescatori e il paesaggio costiero, la Costa Brava in Catalogna ti stupirà sicuramente. Gli amanti del brivido si riversano a Pamplona per l'evento annuale Corsa dei tori , ma la città stessa è un luogo interessante da visitare in qualsiasi periodo dell'anno e la vicina campagna della Navarra offre meravigliosi sentieri escursionistici.

Organizza il tuo itinerario turistico spagnolo con la nostra lista dei migliori posti da visitare nel nord della Spagna.

1. Barcellona

Parco Güell a Barcellona

Lo scintillante gioiello della corona della Catalogna, il vivace capoluogo della regione vanta un'affascinante cornice balneare, una favolosa architettura modernista e un delizioso quartiere medievale.

I visitatori possono immergersi nell'atmosfera della città passeggiando lungo il vivace viale La Rambla , fermandosi al colorato mercato coperto La Boqueria , perdendosi nelle stradine pedonali del Barri Gòtic , ammirando gli stravaganti monumenti di Gaudí e crogiolandosi al sole sulle spiagge sabbiose .

Le attrazioni turistiche da non perdere includono la Basilica de la Sagrada Família , creata da Antoni Gaudí nel suo caratteristico stile surrealista; il Museo Picasso nel Quartiere Gotico; la Casa Milà e la Casa Batlló , edifici patrimonio dell'UNESCO progettati da Gaudí; e il Parc Güell , con i suoi splendidi paesaggi e ampie vedute della città.

Barcellona è anche famosa per la sua gastronomia. Vicino alla Casa Batlló si trova il ristorante Moments , un premiato ristorante raffinato all'interno del Mandarin Oriental, Barcellona, ​​che ha guadagnato due stelle Michelin ed è specializzato in cucina catalana contemporanea.

A pochi passi dal Museu Nacional d'Art de Catalunya a Montjuic si trova una destinazione gastronomica gestita dal famoso chef Albert Adrià. Questo ristorante alla moda serve menu degustazione in un'intima sala da pranzo che trasmette un fantastico speakeasy moderno.

I dintorni di Barcellona attraggono i viaggiatori in cerca di una bellissima costa, graziosi villaggi di pescatori e cittadine medievali ricche di cultura. Le famose gite di un giorno da Barcellona sono il maestoso monastero di Montserrat in cima alla collina, la località balneare di Sitges e le spiagge della Costa Brava .

Sistemazione: dove alloggiare a Barcellona: le migliori zone e hotel

2. San Sebastian e Hondarribia

San Sebastiano

Una delle località balneari più eleganti della Spagna, San Sebastian abbaglia i visitatori con il suo scenario naturale da sogno e la raffinata eleganza urbana.

La città è nascosta lungo la Bahía de la Concha, una baia a forma di mezzaluna che racchiude una spiaggia sabbiosa riparata, chiamata La Perla . Un'ampia passeggiata pedonale invita a fare passeggiate sul mare, mentre sull'Alameda del Boulevard, a pochi passi dalla spiaggia, si trovano numerosi negozi e ristoranti.

Tra i punti salienti di San Sebastián ci sono il Castillo de la Mota del XII secolo sul Monte Urgull, il Museo San Telmo (museo di belle arti) e la Parte Vieja (Città Vecchia), dove la gente del posto e i turisti si divertono a vagare per le strade di ciottoli in cerca di ristoranti autentici pintxo 's (tapas basche). San Sebastian è famoso per la sua superba gastronomia.

Per pasti eccezionali e viste mozzafiato sul mare, il Mirador de Ulía è una scelta meravigliosa. Questo ristorante stellato Michelin serve cucina tradizionale basca, nonché menù vegetariani e vegani preparati con ingredienti di stagione.

Chi cerca una sistemazione di lusso sarà soddisfatto dell'Hotel Maria Cristina, un punto di riferimento della Belle Epoque che si trova a pochi passi dalla spiaggia di La Perla.

Una deviazione utile (a circa 20 chilometri da San Sebastián) è il villaggio basco di Hondarribia , che ha un centro storico medievale murato e un'ampia spiaggia che è popolare durante l'estate.

Rinomata per la sua cucina, Hondarribia è ricca di ottimi ristoranti guidati dai migliori chef e autentici bar pintxos che servono tapas basche. (La maggior parte dei ristoranti e dei bar pintxos si trova nel quartiere balneare di Marina.)

Il quattro stelle Parador de Hondarribia offre sistemazioni di lusso in una fortezza del X secolo, ristrutturata dall'imperatore Carlo V nel XVI secolo. L'edificio rivela antichi dettagli architettonici di densi muri in pietra, ingressi ad arco e soffitti a cassettoni, ma l'interno modernizzato comprende camere eleganti e accoglienti con bagni aggiornati. L'hotel serve una colazione a buffet in una sala da pranzo medievale con vista sul mare.

3. Santiago di Compostela

Santiago di Compostela

Durante l'XI e il XII secolo Santiago de Compostela fu la meta di pellegrinaggio più importante d'Europa. I fedeli hanno sopportato lunghi e insidiosi viaggi a piedi, dalla Francia, dalla Spagna, dal Portogallo e da altri paesi europei, per arrivare alla sacra Cattedrale di Santiago .

La Cattedrale di Santiago de Compostela contiene la Cripta di San Giacomo , la venerata tomba che è l'ultimo oggetto di pellegrinaggio e spiega perché i percorsi di pellegrinaggio sono chiamati il ​​"Cammino di Santiago". I pellegrini moderni intraprendono ancora il Cammino di Santiago , seguendo le vie di pellegrinaggio medievali.

Meraviglioso esempio di architettura del primo romanico, la Cattedrale di Santiago de Compostela è il più importante monumento cristiano della Spagna. L'esterno ornato fonde l'originale portale scolpito del XII secolo con sontuose torri gemelle barocche, mentre il grandioso santuario offre un senso di serenità.

Alla fine del XV secolo, i monarchi cattolici crearono l' Hostal de los Reyes Católicos per fornire alloggio ai pellegrini. Oggi, questo splendido edificio gotico plateresco accoglie ancora gli ospiti durante la notte come il Parador Santiago de Compostela, considerato l'hotel più antico del mondo. Questo lussuoso hotel a cinque stelle dispone di magnifiche sale per ricevimenti, sontuose camere arredate in stile tradizionale e due ristoranti specializzati nella cucina galiziana.

Altre attrazioni da non perdere di Santiago de Compostela includono la Città Vecchia ( Casco Antiguo ) di Santiago de Compostela, intorno alla Plaza del Obradoiro e all'Hostal de Los Reyes Católicos. Designata come patrimonio mondiale dell'UNESCO , questa zona pedonale è un affascinante miscuglio di stradine medievali, chiese storiche e monasteri.

Santiago de Compostela si trova nella regione della Galizia ed è un buon punto di partenza per scoprire la costa occidentale della Spagna settentrionale, tra cui La Coruña, Ferrol e Cedeira.

4. Località balneari della Costa Brava

Calella de Palafrugell

Considerata una delle migliori destinazioni balneari della Spagna, la Costa Brava è un delizioso tratto di costa caratterizzato dalla sua aspra bellezza naturale e dagli affascinanti villaggi costieri. La Costa Brava si estende lungo un paesaggio collinare per oltre 200 chilometri da Blanes al confine tra la Catalogna e la Francia. Accanto al Mar Mediterraneo, spiagge appartate di sabbia dorata sono circondate da scogliere e nascoste in insenature.

Popolari località balneari si trovano a Blanes , una città storica con ampie spiagge; Tossa de Mar , città medievale fortificata; Lloret de Mar , che ha giardini eleganti e acque incontaminate; e Santa Susanna apprezzata per le sue ampie spiagge sabbiose alle spalle di boschetti di pini profumati.

Cadaqués è un pittoresco villaggio di pescatori adagiato sulla baia di Cadaqués del Cap de Creus (penisola), una costa rocciosa con scogliere a strapiombo e baie tranquille. Questa storica città imbiancata a calce ha attratto famosi pittori durante il 20° secolo. Numerose pinacoteche e musei testimoniano il patrimonio artistico della città.

Una delle case nel centro storico di Cadaqués era la casa di Salvador Dalí ed è ora la Casa Salvador Dalí – Museo Portlligat . Gli appassionati di Salvador Dalí e dell'arte surrealista dovrebbero anche visitare il Teatro-Museo Dalí a Figueres e il Castello di Gala Dalí a Púbol .

Calella de Palafrugell ha mantenuto l'atmosfera di un piccolo villaggio di pescatori anche se le sue spiagge sabbiose sono molto affollate durante l'estate. I turisti adorano anche il fascino antico della città arroccata di Begur che si affaccia sul mare e L'Escala , che ha un suggestivo quartiere storico e rovine greche del II secolo a.C. nel sito archeologico di Empúries.

Gli appassionati di sport acquatici trovano molte cose da fare sulla Costa Brava, dallo snorkeling alla vela e al windsurf. La riserva naturale disabitata delle Isole Medes (giro in barca da L'Estartit) è un luogo ideale per lo snorkeling e le immersioni subacquee.

Arroccato sulle scogliere di Punta d'es Muts, un luogo estremamente pittoresco della Costa Brava, il Parador de Aiguablava (46 chilometri da Girona) offre viste panoramiche sulla costa e sulla spiaggia di Aiguablava, dove acque azzurre lambiscono coste di sabbia dorata. Questo resort hotel in stile contemporaneo dispone di terrazza all'aperto, piscina, sauna, centro fitness e ristorante sulla spiaggia che serve cucina tradizionale della regione.

5. Bilbao

Mercato della Ribera, Bilbao, Spagna

La spettacolare architettura moderna e l'arte d'avanguardia del Museo Guggenheim attirano molti visitatori a Bilbao. Questo museo di livello mondiale è stato progettato dal famoso architetto Frank Gehry. Capolavori di pittura e scultura moderna e contemporanea sono presentati in venti gallerie che coprono 24.000 metri quadrati di spazio espositivo.

Per conoscere l'arte da una guida ufficiale, i turisti possono fare un tour privato del Museo Guggenheim di Bilbao, che copre molti dei punti salienti della collezione.

Un altro museo da non perdere tra le principali attrazioni di Bilbao è il Museo delle Belle Arti di Bilbao (Museo delle Belle Arti), che espone una collezione di dipinti europei dal XIV al XVII secolo. Gli antichi maestri spagnoli sono ben rappresentati, tra cui El Greco, Zurbarán e Velázquez. C'è anche un assortimento di dipinti di Francisco de Goya.

Oltre all'arte e all'architettura, Bibao è rinomata per la sua gastronomia. La città vanta sei ristoranti stellati Michelin, tra cui Nerua al Museo Guggenheim. Per una cena più informale e conviviale, i ristoranti tradizionali pintxos (tapas) sono la scelta migliore.

Per i turisti che cercano un alloggio a Bilbao, una buona scelta vicino al Museo Guggenheim è il Gran Hotel Domine Bilbao. Questo trendy hotel a cinque stelle offre eleganti camere minimaliste e punti ristoro gourmet, tra cui un raffinato ristorante che serve cucina basca stagionale. È disponibile un'abbondante colazione, con piatti come frittate, frittelle e frittelle, oltre a specialità artigianali. L'hotel dispone anche di uno snack bar con terrazza panoramica, un centro benessere di lusso e un centro fitness.

6. Pamplona

Municipio di Pamplona

Pamplona deve la sua fama alla festa religiosa di luglio, la Fiesta de San Fermín , dedicata al santo patrono della provincia di Navarra, San Fermín. Sebbene la Fiesta de San Fermin inizi con una messa cattolica nella Cappella di San Fermín e includa una processione tradizionale, è l'evento Corsa dei tori (El Encierro) durante il festival che ha davvero messo Pamplona sulla mappa turistica. Il leggendario evento attira visitatori in cerca di emozioni da tutto il mondo.

Per chi vuole assistere alla Corsa dei Tori dallo spazio sicuro di un balcone privato, il Gran Hotel La Perla a cinque stelle è la scelta perfetta. Alcune delle camere esterne dell'hotel si affacciano su Calle de la Estafeta, dove si svolge una parte del corso Running of the Bulls.

Quando la folla del festival lascia la città, vale la pena esplorare le attrazioni di Pamplona, ​​in particolare il Casco Viejo . Parzialmente racchiuso da bastioni medievali, questo dedalo di stradine acciottolate e piazze eleganti è ricco di monumenti storici: le cattedrali gotiche e neoclassiche; la cittadella del XVI secolo costruita dal re Filippo II; la Plaza del Castillo , dove la gente del posto si ritrova nei caffè all'aperto; e l'opulento municipio barocco.

Fuori Pamplona, ​​la campagna della Navarra è un paradiso per gli amanti della natura. Il Parque Natural Urbasa-Andía (70 chilometri da Pamplona) è un lussureggiante terreno montuoso con sentieri panoramici.

Vale la pena fare delle deviazioni nei dintorni di Pamplona il Museo Oteiza nell'idilliaco paesaggio pastorale di Alzuza (a 10 chilometri da Pamplona) e il Monasterio de Leyre dell'XI secolo (a 50 chilometri da Pamplona), che ospita funzioni religiose, inclusi canti gregoriani, e ha anche un piccolo albergo, il due stelle Hotel Hospedería de Leyre, con un ristorante tradizionale spagnolo.

7. Tarragona

Anfiteatro romano di Tarragona

La soleggiata città balneare di Tarragona sembra avere tutto: paesaggi costieri mozzafiato, affascinante atmosfera del vecchio mondo e affascinanti monumenti storici.

L'ambientazione non potrebbe essere migliore di quella di Tarragona, lungo la Costa Dorada catalana (la Costa d'Oro), chiamata così per le sue spiagge di sabbia fine. Playa El Milagro è una bella spiaggia a pochi passi dal centro storico della città.

Tarragona è stata dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO , per le sue strutture archeologiche. L'odierna Tarragona fu costruita sopra i resti della città di Tarraco di epoca romana. Le rovine romane rivelano un'antica città ben progettata, con porto, foro, teatro, acquedotto e fortificazioni difensive.

Il sito più impressionante è l' anfiteatro romano del II secolo d.C. che si affaccia sul Mediterraneo. Costruito durante il regno dell'imperatore Augusto, questo enorme stadio è stato progettato per ospitare un pubblico di 12.000 spettatori.

I viaggiatori che trascorrono alcune notti a Tarragona possono scegliere tra un'ampia varietà di sistemazioni. Per gli amanti della spiaggia, un hotel convenientemente posizionato è l'Hotel Astari a pochi passi da Playa El Milagro. Questo hotel a tre stelle adatto alle famiglie offre camere in stile contemporaneo con terrazze o balconi privati. Alcune delle camere sono dotate di vista sul mare. I servizi includono portineria, piscina all'aperto, giardino con area relax e colazione a buffet.

8. Leone

Plaza Mayor a León

Notevoli monumenti storici contraddistinguono León, che mostra il suo impressionante patrimonio attraverso capolavori architettonici come una chiesa romanica del X secolo, una cattedrale del primo gotico e un monastero plateresco spagnolo. Oltre agli incredibili punti di riferimento, l'affascinante Città Vecchia ( Casco Antiguo ) e diversi musei di prim'ordine offrono attrazioni culturali sufficienti per tenere occupati i visitatori.

Per una cena suggestiva, sia la gente del posto che i turisti si dirigono verso Plaza Mayor (piazza pubblica). Racchiusa da edifici barocchi del XVII secolo, questa elegante piazza è il centro della città e un fulcro dell'attività sociale. All'interno degli edifici ad arcate della piazza ci sono diversi ristoranti, molti dei quali hanno terrazze che si affacciano sulla piazza soleggiata.

La Plaza Mayor ospita un tradizionale mercato contadino all'aperto il mercoledì e il sabato mattina.

A pochi passi da Plaza Mayor si trova il Palacio del Conde Luna , un palazzo gotico-mudéjar del XIV secolo che fu residenza del valoroso conte Luna. Il palazzo servì da corte durante l'Inquisizione spagnola. Oggi, il Palacio del Conde Luna è un museo che presenta reperti della storia di León.

Un posto davvero speciale dove passare la notte è il lussuoso Parador de León. Questo hotel a cinque stelle occupa il Convento de San Marcos del XVI secolo, considerato un gioiello dello stile plateresco spagnolo e uno dei più importanti monumenti rinascimentali della Spagna.

Dal XII secolo questo convento accoglie i pellegrini diretti a Santiago de Compostela. Tuttavia, l'edificio originale fu ricostruito nel XVI secolo dai Re Cattolici. I servizi dell'hotel includono portineria, giardino, terrazza solarium e un ristorante gastronomico specializzato in cucina tradizionale della regione di Castiglia e León.

9. Burgos

Veduta di Burgos

L'architettura gotica spagnola trova perfetta espressione nella magnifica cattedrale di Burgos . Questo imponente monumento, patrimonio dell'UNESCO, presenta un esterno a due torri decorato in modo stravagante e un interno immenso di proporzioni mozzafiato, che lo rende la terza chiesa più grande della Spagna dopo la cattedrale di Siviglia e Toledo.

Altri luoghi da non perdere a Burgos includono l'antico Castillo (castello) in cima alla collina e il Monasterio de las Huelgas , un austero monastero cistercense del XII secolo costruito in stile mudéjar e successivamente convertito in Pantheon reale.

Burgos accoglie visitatori sin dal Medioevo, quando qui sostavano i pellegrini lungo il Cammino di Santiago di Compostela. La leggendaria eredità cristiana della città conferisce al luogo un'atmosfera speciale, mentre gli edifici storici e le strade di ciottoli aggiungono fascino al vecchio mondo.

Lungo le sponde del fiume c'è una piacevole passeggiata alberata e nelle vicinanze si trovano molti invitanti ristoranti.

10. Girona

Veduta di Girona, Spagna

Un'incantevole città medievale nella regione della Catalogna, Girona racchiude un'incredibile ricchezza di attrazioni nelle aree storiche all'interno delle sue antiche mura. La Força Vella segue la sagoma di una fortezza romana risalente al I secolo a.C. (parti dei bastioni sono ancora visibili), mentre il quartiere medievale murato è un labirinto di stradine pedonali strette e tortuose e piazze nascoste.

Il ricco patrimonio multiculturale di Girona può essere scoperto attraverso i suoi notevoli monumenti, tra cui una basilica romanica, il convento gotico di Sant Doménech e le terme arabe del XII secolo. Girona ha anche un quartiere ebraico ben conservato.

11. Saragozza

Basilica di Nostra Signora del Pilar e il fiume Ebro a Saragozza

Immersa in due millenni di storia, Saragozza è la capitale della regione aragonese e possiede un affascinante patrimonio multiculturale. Splendidi monumenti antichi rivelano l'eredità delle civiltà romana, moresca, ebraica e cristiana.

I resti delle antiche mura romane si trovano nel centro della città e due musei contengono siti archeologici risalenti al I secolo d.C. (tra cui il Teatro Romano e il Foro Romano ). Diverse chiese storiche esemplificano l' architettura mudéjar aragonese , influenzata dai dettagli geometrici del design islamico.

A capo delle rive del fiume Ebro, la Basilica de Nuestra Señora del Pilar è il punto di riferimento più iconico della città. Questo esuberante edificio barocco fu costruito nei secoli XVII e XVIII. Un notevole affresco di Goya intitolato Regina dei martiri adorna l'interno.

Saragozza è anche conosciuta per i suoi eventi culturali e gastronomici. La cucina locale propone sostanziosi piatti regionali come la trota saltata in padella, gli Huevos en salmorejo (uova al forno con salsiccia) e il Bacalao al ajoarriero (baccalà in salsa di pomodoro e aglio).

La festa più grande, le Fiestas del Pilar , si svolge a metà ottobre per celebrare la festa della patrona della città, la Vergine del Pilar. Il 12 ottobre si tiene una messa e il festival continua per una settimana con concerti di musica, spettacoli di burattini, spettacoli di danza, fuochi d'artificio e una sfilata.

12.Monastero di Montserrat

Monastero di Montserrat

Già nell'anno 1025, la montagna di Montserrat era sede di un piccolo eremo dedicato a Santa Maria de Montserrat. Subito dopo la sua fondazione, il monastero fu associato ai miracoli. I fedeli pellegrini hanno viaggiato qui per mille anni. Il principale oggetto di culto della basilica è la romanica Madonna Nera ( Nostra Signora di Montserrat ), una scultura del XII secolo chiamata La Moreneta.

Il Monastero di Montserrat funziona ancora come un monastero attivo (qui vivono circa 80 monaci benedettini) e continua ad essere un importante luogo di pellegrinaggio. La posizione di difficile accesso del monastero crea la sensazione di essere un mondo a parte. Tuttavia, è facile arrivarci grazie a una funivia (Aeri) che trasporta i visitatori in un percorso di 1.350 metri fino alla cima della montagna.

Essendo una delle principali attrazioni turistiche della Catalogna, il Monastero di Montserrat è ben preparato per accogliere i visitatori. Il parco del monastero comprende una basilica , una notevole collezione d'arte al Museo di Montserrat e diversi negozi. I turisti apprezzeranno le opzioni per i pasti, tra cui un mercato alimentare che vende prodotti locali, due ristoranti raffinati , una caffetteria informale che offre pasti a buffet e un'area picnic .

Per coloro che desiderano passare la notte a Montserrat, c'è un albergo a tre stelle, l'Hotel Abat Cisneros, e un ostello economico.

L'ascolto del coro dei ragazzi dell'Escolania nella basilica (che si svolge tutti i giorni) è un'esperienza imprescindibile al Monastero di Montserrat. I visitatori possono anche partecipare a servizi di preghiera (messa e vespri), che si svolgono più volte al giorno. Uno dei negozi di Montserrat vende i CD delle sessioni musicali del coro.

Montserrat Mountain è un luogo di serenità e sublime bellezza naturale, protetto come un parco naturale. Molti sentieri panoramici iniziano dal monastero e offrono spettacolari viste panoramiche sulla campagna catalana.

13. Santander

Santander

La sofisticata città di Santander è adagiata su una piccola penisola tra il Mar Cantabrico e un'ampia baia. Questa pittoresca costa è apprezzata per le sue morbide coste sabbiose e le acque turchesi cristalline.

La spiaggia principale della città, Playa del Sardinero , attira molti vacanzieri durante i soleggiati mesi estivi. Un'altra spiaggia situata in posizione centrale, Playa del Magdelena ha un litorale di sabbia fine e dorata e un'area per gli sport ricreativi.

Oltre ad essere una destinazione per le vacanze amante del divertimento, Santander fa appello a coloro che apprezzano la cultura e la storia.

Il Museo di Preistoria e Archeologia possiede un'eccezionale collezione di archeologia, che spazia dai reperti dell'era paleolitica alle antichità romane. Altri due musei sono dedicati all'arte contemporanea: il Centro Botín e il Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Santander e Cantabria .

I monumenti architettonici più belli di Santander sono il Palacio Real de la Magdelena (un palazzo reale costruito nel 1911) e la medievale Catedral de Nuestra Señora de la Asunción . La cattedrale presenta uno squisito chiostro del XV secolo e una cupa cripta del XIII secolo.

14. Oviedo

oviedo-cattedrale

Un numero notevole di chiese preromaniche distingue Oviedo dalle altre città storiche della Spagna settentrionale. Il patrimonio architettonico parla dell'importanza di questa città come capitale del regno delle Asturie nel IX secolo.

Il re Alfonso II scelse il luogo tra le dolci colline dei monti Picos de Europa perché la lontananza rendeva la città meno vulnerabile agli attacchi dei Mori di Córdoba.

Oggi i visitatori apprezzano la tranquillità del paesaggio naturale di Oviedo, così come l'atmosfera storica del centro storico con le sue strade pedonali e l'architettura ispiratrice. La suggestiva cattedrale a torre singola di Oviedo è considerata uno dei più bei monumenti gotici della Spagna.

Al di fuori del centro storico di Oviedo ci sono tre chiese preromaniche (costruite nel IX e X secolo) patrimonio dell'UNESCO : la Iglesia de Santa Maria del Naranco, la Iglesia de San Miguel de Lillo e la Iglesia de San Julián de los Prados.

Oviedo ha notevoli musei di belle arti e archeologia, e la città è altrettanto rinomata per la sua gastronomia. La cucina locale della regione delle Asturie comprende deliziose specialità come lo stufato di fagioli e il pollo brasato con peperoni.

15. Provincia di Heusca

Villaggio sotto le montagne dell'Aguero nella provincia di Heusca

La città medievale di Heusca affascina i visitatori con il suo labirinto di strade strette e tortuose e monumenti storici, tra cui un'imponente cattedrale del XIII secolo e una chiesa romanica del XII secolo.

Heusca è una buona base per esplorare il Parque Nacional Ordesa y Monte Perdido , patrimonio dell'UNESCO, nei Pirenei, che è un luogo ideale per l'escursionismo e altri sport all'aria aperta. Questo parco nazionale presenta fiumi impetuosi, canyon lussureggianti, gole spettacolari e picchi rocciosi svettanti.

All'interno del Parco Nazionale di Ordesa, ai piedi del Monte Perdido, il Parador de Bielsa (Hotel Monte Perdida) coccola gli ospiti con lussuose sistemazioni a tre stelle. L'hotel è decorato nello stile di un rifugio di montagna con camere moderne che si affacciano su colline boscose. Il ristorante dell'hotel è specializzato nella cucina locale della regione aragonese. Una terrazza all'aperto offre viste sulla Valle Pineta e sul fiume Cinca.

16. Ponferrada

Castello dei Templari del XII secolo

Un formidabile castello del XII secolo fa la guardia alla storica città di Ponferrada, che si trovava lungo il percorso di pellegrinaggio medievale verso Santiago de Compostela. Il castello dei Cavalieri Templari ospita oggi un museo che presenta la storia di Ponferrada.

A breve distanza (20 chilometri) da Ponferrada, in una valle tranquilla, si trova l'antico Monasterio de San Pedro de Montes , un raro esempio di architettura preromanica risalente al VII secolo. La chiesa romanica del monastero fu ristrutturata nel XVIII secolo.

17. Villaggi di La Coruna e Rias Altas

Edifici a La Coruna, Spagna

Nella regione della Galizia, La Coruña è una storica città portuale con un porto vivace e splendide spiagge. Il centro cittadino, al confine con il lungomare, è un affascinante insieme di strade tortuose, piacevoli piazze e chiese medievali.

Il monumento più iconico di La Coruña è la Torre di Ercole del I secolo, designata come monumento nazionale e patrimonio mondiale dell'UNESCO .

La Coruña è anche famosa per i suoi acquari e ristoranti. Molti stabilimenti locali servono pasti deliziosi, con cucina regionale a base di pesce fresco.

Nelle vicinanze si trovano i villaggi di Rías Altas negli estuari settentrionali della regione della Galizia. Alcune delle migliori destinazioni facilmente raggiungibili in auto sono Betanzos , che ha un interessante centro storico che è elencato come sito storico-artistico; Pontedeume , pittoresco borgo marinaro; e Ferrol , villaggio di pescatori (e porto militare) noto per le sue celebrazioni pasquali.

Per rilassanti sistemazioni sul mare, i viaggiatori apprezzeranno il Parador de Ferrol, che occupa un maestoso palazzo in stile galiziano con vista sul lungomare. L'arredamento tradizionale include tocchi nautici. Un ristorante gourmet regala agli ospiti viste sul mare e una superba cucina galiziana, con specialità come lo stufato di pesce e le filloas , un tipo speciale di crêpe preparata nella regione.

18. Santillana del marzo

Santillana del marzo

A circa 30 minuti di auto da Santander si trova l'incantevole città storica di Santillana del Mar, che era una tappa del percorso di pellegrinaggio medievale a Santiago de Compostela.

Santillana del Mar risale all'VIII secolo e l'intero centro cittadino è designato Monumento Nazionale . La Collegiata di Santa María del XII secolo è notevole per la sua facciata scolpita e i capitelli romanici nel chiostro.

19. Parco Naturale dei Picos de Europa

Montagne innevate nel Parco Naturale dei Picos de Europa

Il Parco Naturale dei Picos de Europa delizia i visitatori con i suoi paesaggi maestosi e la rinfrescante aria di montagna. I Picos de Europa sono le vette più alte dei Monti Cantabrici e il parco naturale di 646 chilometri quadrati copre il terreno delle province di Asturie, Cantabria e León.

I paesaggi alpini drammatici definiscono i Picos de Europa. Il terreno comprende cime montuose frastagliate, valli verdeggianti, gole profonde, fiumi e laghi incontaminati e fitti boschi.

Tre distinti massicci formano la catena montuosa dei Picos de Europa. Il più alto, Urriellu Peak (il massiccio centrale, noto anche come " Naranjo de Bulnes "), raggiunge un'altitudine di 2.648 metri. Il Picco Urriellu è una destinazione leggendaria per l'alpinismo e l'arrampicata su roccia nel nord della Spagna.

L'incantevole villaggio di montagna di Bulnes sul Picco Urriellu può essere raggiunto percorrendo un ripido sentiero pedonale o prendendo una funicolare dalla città di Poncebos.

Un altro affascinante villaggio dei Picos de Europa è Potes , costruito lungo il fiume Quiviesa impetuoso. Il villaggio ha molti ponti storici che attraversano il fiume, oltre a vecchi edifici che risalgono al XIV e XV secolo. L'area intorno a Potes è rinomata per l'escursionismo, la pesca e la mountain bike.

Da non perdere anche la città di Cangas de Onís , adagiata lungo il fiume Sella, nella valle dei Picos de Europa. La città vanta un antico ponte romano e una cappella che sorge sul sito di un eremo dell'VIII secolo.

20. Regione della Rioja

San Vicente de la Sonsierra a La Rioja

La Rioja è una splendida regione nel nord della Spagna, apprezzata per il suo scenario idilliaco di dolci colline ricoperte di vigneti e lussureggianti foreste di querce. La regione ha anche un ricco patrimonio culturale, legato al percorso di pellegrinaggio medievale del Camino de Santiago a Santiago de Compostela.

La città di Santo Domingo de la Calzada rivela l'eredità dei pellegrini medievali. Nel 12° secolo, Santo Domingo de la Calzada offriva alloggio ai pellegrini in un ostello (ora convertito nel Parador de Santo Domingo de la Calzada a quattro stelle) e la sua cattedrale offriva un luogo di preghiera per i pellegrini. L'intera città, con le sue stradine lastricate in pietra e le belle piazze, è classificata come Sito di Interesse Storico Nazionale .

Un'altra meta legata al Cammino di Santiago (Cammino di Santiago) è la città di San Millán de la Cogolla , nascosta in una valle attraversata dal fiume Cárdenas. San Millán de la Cogolla ha due monumenti patrimonio dell'UNESCO : il Monastero di Suso (costruito tra il VI e l'XI secolo), che fonde gli stili architettonici visigoto, mozarabico e romanico, e il Monastero di Yuso , un monumento romanico dell'XI secolo.