La Turchia nelle immagini: 22 bei posti da fotografare

Scritto da Diana Bocco
Aggiornato il 15 febbraio 2023

Paese affascinante situato tra l'est e l'ovest, la Turchia ha una ricca storia e alcune delle destinazioni più insolite e straordinarie che tu abbia mai visitato. I bei posti da fotografare in Turchia sono facili da trovare.

Dalle rovine del Monte Nemrut a una costa di acque azzurre e isole antiche, ci sono molte immagini interessanti da catturare in Turchia.

1. Piscine di Pamukkale

Piscine Pamukkale

Le formazioni a terrazza di travertino blu intenso e la piscina termale di Pamukkale sono uno spettacolo magnifico. Le acque ricche di minerali scendono naturalmente dalle colline, modellando dolcemente il calcare bianco come la neve lungo il percorso. Da lontano, le colline sembrano quasi ghiacciate e offrono straordinarie opportunità fotografiche. Puoi anche salire in cima alle piscine – 200 metri sopra il livello del suolo – per una vista aperta sulla vallata.

  • Leggi di più: le migliori attrazioni turistiche a Pamukkale

2. Laguna di Oludeniz

Laguna di Oludeniz

La laguna blu nel villaggio turistico di Ölüdeniz ospita una delle migliori spiagge della Turchia. È anche il sogno di parapendisti e kayakisti. Il sentiero a lunga distanza della Via Licia inizia qui, ma anche per i non escursionisti, il lago azzurro e la spiaggia di ciottoli circostante è assolutamente da visitare.

  • Leggi di più: le migliori attrazioni e cose da fare a Fethiye

3. Spiaggia di Çirali

Spiaggia di Cirali

Per gli amanti della natura che cercano un angolo di paradiso tropicale, non c'è niente di meglio di Cirali. Una spiaggia deserta circondata da montagne boscose verde scuro, Cirali è anche vicino alle rovine dell'Impero Licio. La spiaggia è un'area protetta, poiché sulla sabbia nidificano le tartarughe marine.

  • Leggi di più: Esplorando l'antico Olimpo e la Chimera: una guida per i visitatori

4. Cascata di Kursunlu

Cascata di Kursunlù

Il Parco Naturale delle Cascate di Kursunlu è una fitta pineta con una cascata nascosta nel profondo. Mentre la cascata è alta solo 10 metri, la piscina verde-blu sul fondo, il mulino restaurato nelle vicinanze e la ricca fauna selvatica lo compensano con colori e varietà sorprendenti.

5. Monte Nemrut

Statue sul monte Nemrut

Alto 2.134 metri, il Monte Nemrut è particolarmente noto per le rovine di una tomba-santuario in cima, una collezione di statue risalenti al I secolo a.C. La "Montagna degli Dei" è particolarmente bella all'alba, quando il sole si sveglia dietro le statue.

  • Leggi di più: Esplorazione del Monte Nemrut: una guida per i visitatori

6.Monte Ararat

Monte Ararat

Un vulcano innevato e la vetta più alta della Turchia a 5.137 metri, Ararat dovrebbe essere il luogo di riposo dell'Arca di Noè. Sebbene la montagna sia appena oltre il confine, all'interno della Turchia, è considerata il simbolo nazionale dell'Armenia e la loro montagna sacra.

7. Cappadocia

Mongolfiere, Cappadocia

Uno dei luoghi più fotografati della Cappadocia sono le mongolfiere che riempiono il cielo. Catturali contro il paesaggio vulcanico o sali su uno per un giro su questo fantastico paesaggio. Assicurati di visitare il Museo all'aperto di Göreme.

Leggi di più:

  • Mongolfiera in Cappadocia: una guida completa
  • Le migliori attrazioni turistiche in Cappadocia

8. Istanbul

Moschea Blu, Istanbul

Non perdere l'occasione di fotografare i siti di Istanbul. Visita le attrazioni mentre catturi bellissime immagini. Alcuni dei punti salienti di Istanbul sono Aya Sofya (ex Hagia Sofia), il Palazzo Topkapi e la Moschea Blu, ma puoi anche trovare luoghi interessanti per scattare foto nei bazar e nelle aree dello shopping di Istanbul.

9. Monte Ercyes

Centro di Kayseri con il monte Erciyes in lontananza

Il monte Erciyes è un grande stratovulcano che funge da importante sito di sport invernali. Quasi ininterrottamente innevata, in inverno la montagna può essere scalata in circa tre ore con gli sci da fondo, partendo dalla stazione principale degli impianti di risalita. In estate, quando gli impianti di risalita sono chiusi, l'escursione può durare fino a otto ore.

10.Lago di Salda

Foto aerea del Lago Salda

Il lago più profondo della Turchia con i suoi 196 metri, Salda è un lago vulcanico circondato da foreste di pini neri. Famosa per le sue numerose sfumature di blu e turchese, le sue leggendarie qualità curative e le morbide spiagge bianche che imitano le dune di Marte, Salda è una tappa obbligata quando si visita la Turchia.

11. Parco nazionale di Uludag

I colori dell'autunno nel Parco Nazionale di Uludag

Una delle destinazioni preferite per gli sport invernali della Turchia, il Parco Nazionale di Uludag è altrettanto sorprendente durante l'estate e l'autunno, poiché gli alberi iniziano a cambiare colore e trasformano il paesaggio in una sfumatura infuocata di rossi e gialli. Questo è il momento perfetto per fare escursioni attraverso le foreste che ricoprono il monte Uludag.

12. Parco nazionale di Saklikent

Cascata nel Parco Nazionale di Saklikent

La maggior parte del Parco Nazionale di Saklikent è in realtà un canyon profondo 300 metri. Le parti più profonde del canyon sono accessibili solo dopo aprile, poiché i livelli dell'acqua sono alti durante l'inverno e l'inizio della primavera, rendendo pericoloso l'escursione sulle rocce scivolose. Il parco ha più di 30 cascate, alcune delle quali possono essere scalate o calate in corda doppia sotto la guida di professionisti.

13. Isola di Kekova

Isola di Kekova

Il castello di Simena e le rovine di un antico sito della Licia sono solo uno dei punti salienti della bellissima isola di Kekova. Rovine sommerse, antiche città risalenti al secolo e una baia dalle tranquille acque turchesi rendono quest'isola abitata una tappa obbligata.

  • Leggi di più: le migliori attrazioni turistiche e cose da fare a Kas

14. Monastero di Soumela

Monastero di Soumela in una splendida cornice di montagna

Costruito proprio su una sporgenza in una ripida scogliera sul monte Mela, il monastero di Soumela si trova a 1.200 metri di altezza. Le viste dall'antico monastero, spalancato su montagne bluastre e foreste sempreverdi, sono altrettanto sbalorditive della struttura stessa. Originariamente costruito nel secolo e ampliato e ricostruito nel corso dei secoli, il monastero è raggiungibile dopo una ripida e faticosa escursione di 30 minuti.

15. Via Licia

Escursionista sulla Via Licia

Uno dei sentieri escursionistici a lunga distanza più belli del mondo, la Via Licia costiera è lunga 540 chilometri: il trekking per l'intera lunghezza richiederebbe 29 giorni. La maggior parte degli escursionisti viene qui per percorrere brevi tratti lungo l'aspro entroterra e imponenti scogliere, acque blu intenso e antiche rovine.

16. Rovine di Kaunos

Tombe rupestri della Licia nelle rovine di Kaunos

Le rovine dell'antica città di Caria si trovano a pochi chilometri dalla costa – nel X secolo aC, tuttavia, prima che la spiaggia e la baia si sviluppassero, Caria era proprio sull'acqua. Un anfiteatro, terme romane, una serie di fortificazioni e una basilica bizantina con cupola sono tra le rovine più belle.

17. Canyon di Koprulu

Il ponte Oluk e le acque turchesi del fiume Kopru nel canyon di Koprulu

Il Koprulu Canyon National Park ha molto da offrire in termini di escursioni e antiche rovine. la maggior parte dei visitatori viene qui per vedere il ponte Oluk, che risale al 2° secolo d.C. Le acque turchesi del fiume Kopru, che scorre sotto il ponte, sono un luogo popolare per la canoa e il rafting.

Leggi di più: le migliori attrazioni turistiche di Antalya

18. Aspendo

anfiteatro di aspendos

La città di Aspendos era un importante punto di scambio di sale e lana nel V secolo aC e oggi è nota per avere uno dei più bei teatri antichi ancora in piedi. Il teatro, largo 96 metri, fu costruito intorno all'anno 155 da un architetto greco utilizzando un sistema di volte in pietra. L'annuale Festival Internazionale dell'Opera e del Balletto di Aspendos si tiene ancora al teatro.

19. Pergamo

Tempio di Traiano nell'antica città di Pergamo

Questa antica città greca si trova su una collina che domina i fiumi Selinus e Ketios. Le rovine di Pergamo includono un imponente teatro situato su una collina ondulata; una biblioteca che un tempo conteneva oltre 200.000 libri; e l'Altare di Zeus, risalente al II secolo a.C.

Leggi di più: I principali punti salienti di Pergamo (Bergama) e dell'Egeo settentrionale

20. Penisola di Gallipoli

Arco di roccia che domina il lungomare di Gallipoli

Seduta contro il Mar Egeo e il Golfo di Saros, la penisola di Gallipoli fu un tempo lo sfondo di alcune sanguinose battaglie della prima guerra mondiale. Oggi è meglio conosciuto per le sue bellissime spiagge e calette, che offrono ottimi punti di balneazione in acque blu intenso. Anche se lunga solo 250 metri, la spiaggia qui è particolarmente pittoresca per via delle alte scogliere dietro di essa e per la splendida vista sul mare aperto.

21. Spiaggia di Patara

Spiaggia di Patara

A pochi passi dall'antica città di Patara, questa spiaggia bianca offre tramonti perfetti; ottimo nuoto e surf; onde turchesi; e le rovine di uno dei fari più antichi del mondo, costruito ai tempi dell'imperatore romano Nerone. Un team locale di storici e architetti sta ora lavorando per ricostruire il faro.

22. Safranbolù

Case ottomane tradizionali a Safranbolu

Una tappa importante nella rotta commerciale Est-Ovest fino all'arrivo della ferrovia nel 20° secolo, questa città patrimonio mondiale dell'UNESCO è un bellissimo esempio di città ottomana tradizionale con le tipiche case dai tetti rossi. Ci sono anche molti edifici ben conservati qui, tra cui meridiane, bagni turchi e tombe.

Leggi di più: le migliori attrazioni e cose da fare a Safranbolu